Novità di Jo Nesbø. In autunno L'erede e ... torneranno Harry Hole

Foto di Jo Nesbø: (c) Debra Hurford Brown.

La vasta parrocchia dei fedeli di Jo Nesbo ancora fortunato quest'anno. In aprile abbiamo avuto Macbeth e Ottobre va in vendita L'erede (traduzione -o decisione dell'editore- molto libera ovviamente per il titolo originale, Sonnen, facile come Il Figlio). L'ho letto a me stesso ai suoi tempi e Lo consiglio d'ora in poi.

E l'anno prossimo, in luglio, il ignifugo ritorna (perché deve solo bruciare) commissario Harry buco  nella sua dodicesima storia, Coltello (Non oso tradurre, poi succede quello che succede, ma per ora e letteralmente lo è Cuchillo). Vediamo cosa riguardano questo paio di notizie e si spera che pubblicheranno presto gli altri due romanzi che devono ancora arrivare da Nesbø: Sangue sulla neve y Sole di mezzanotte

I lettori abituali di Actualidad Literatura devono già sapere di me leggendaria e intensa storia d'amore con questa striscia vichinga, Era uno squalo finanziario, un rocker di successo (ha giocato a bowling tutta l'estate in quei fiordi della sua terra) e un maestro del romanzo giallo. Quindi non è certo sorprendente che io perda la mia oggettività quando parlo di lui. Ecco fatto le mie impressioni su cosa sta arrivando e cosa manca.

El erede

Il prossimo sarà in vendita Ottobre 11 ed è il secondo romanzo indipendente dopo Headhunters. È stato pubblicato in 2014, quindi era giunto il momento che ottenessi in questo modo. Che ne dici di traduzione del titolo L'ho già commentato. A volte le decisioni della redazione di cambiare l'originale sono divertenti, che spetta a un autore, per chissà quali criteri. Inoltre, con Nesbø fino ad ora avevano rispettato i loro titoli originali. Comunque…

Di cosa si tratta

Il protagonista è Sonny lofthus. Ha trent'anni e ha trascorso gli ultimi dodici anni della sua vita in carcere per crimini che non ha commesso. Da allora è dipendente dall'eroina suo padre ha deciso di suicidarsi prima di essere individuato come un poliziotto corrotto. Sonny si è messo nei guai e finisce in prigione.

Là diventa un file tipo di guru o confessore di altri detenuti, ma è anche al centro dell'attenzione di tanti: i funzionari e il direttore, la polizia, gli avvocati ... E tutti vogliono che rimanga in prigione. E soprattutto, il signore del crimine più importante di Oslo.

Ma un giorno uno dei prigionieri lo dice a Sonny Qualcosa di molto importante sulla morte di suo padre. Quindi Sonny decide quello deve fuggire che cosa mai. E lo farà in uno di quegli episodi che sembrano impossibili e sono un marchio di fabbrica della casa di Nesbø. Quindi pensa solo alla ricerca vendetta a qualsiasi prezzo, dalla malavita alle forze dell'ordine di alto rango, oltre a indagare ulteriormente su ciò che è realmente accaduto. Ma lo perseguitano anche. Sulla loro strada si incroceranno Simon Kefas, un poliziotto veterano che conosce anche altre verità su Sonny, e il amore di una ragazza questo ti aiuterà.

Quello che ho trovato

C'è sempre dubbi dei lettori più devoti e dedicati quando decide di farlo quell'autore di enorme successo con una serie di personaggi cambiare terzo e aria con altre storie. È quello che succede con Nesbø. Il suo Harry Hole è una creazione così grande e rotondo che ha già trasceso e che mette in ombra (e forse lo farà già in ombra, che Nesbø lo voglia o no) qualsiasi altra cosa che scrivo.

È successo con Headhunters (cambio di voce narrativa in prima persona, storia tanto originale quanto particolare, protagonista molto diverso ...). Ed è successo di nuovo con Macbeth, che ha diviso i suoi fedeli in opinioni contrastanti. È comprensibile. Ma ovviamente Macbeth è Macbeth e Nesbø non ha inventato niente, l'ha solo raccontata a modo suo. Questo può accadere di nuovo con L'erede e quelle che devono ancora essere pubblicate, storie molto più brevi e anche molto diverse da quelle della caotica polizia norvegese.

Posso solo dirlo L'erede lo amavocome mi piacevano Headhunters, Sangue sulla neve y Sole di mezzanotte. Quello che mi sembrava un altro grande storia nello stile della casa di Nesbø. Con i suoi colpi di scena, il umanità dei suoi personaggi, contorto delle sue trame e il romanticismo profondo che sta alla base di tutto. Sì, Harry non c'è, ma non è necessario. C'è vita al di là di lui, ci sono più storie. E ne valgono la pena perché sono di Nesbø.

Inoltre, e altrettanto modestamente Posso parlare dal punto di vista di uno scrittore, di tanto in tanto dobbiamo cambiare il chip, immaginare nuove creature e creare nuovi mondi. Ma è anche vero questo non sempre possiamo piacere e possiamo anche deludere. La domanda è che lo assumiamo. E questi autori affermati lo hanno più che supposto. Certo, con quest'uomo ho capito bene.

Coltello

Ma va bene, nessuno si preoccupa. Sì, ritorna, la nostra più tremenda dipendenza, il nostro Jim Beam: tormentare. E sarà con questo Cuchillo. Anche se, se fanno lo stesso del precedente, il titolo sarà Il bordo, Il taglioIl coltello.

Hai ragione. Lo scorso luglio Nesbø ha annunciato che il dodicesimo Il romanzo di Harry Hole uscirà 11 luglio 2019. Apparentemente all'inizio troviamo un Harry che si sveglia con un terribili sbornia e mani e vestiti ricoperti di sangue. I guai sono finiti, anche se conoscendo Hole non siamo più sorpresi che si trovi nella parte peggiore. Il problema, a questo punto, è vedere quanto lontano andrà (di nuovo) Nesbø dopo aver fatto attraversare a questa creatura tante atrocità.

Il fatto è che anche il romanzo riporterà un vecchio e mortale nemico di Harry. Sembra incredibile che ne abbia ancora uno dopo quelli che ha già. Ma quella mente diabolica e squilibrata che contraddistingue Nesbø continuerà sicuramente a creare il peggio per lui. Anche se, come sanno bene quelli di noi che adorano questo poliziotto irrimediabilmente imperfetto, il suo avversario più oscuro sarà sempre se stesso.

Allora…

Niente, aspettare e per continuare a leggere Nesbø. Senza sospetti, senza timore di delusioni, senza pregiudizi. Inoltre, è meglio formarsi l'opinione più appropriata.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.