Bene, me ne vado: Hape Herkeling

Bene, me ne vado

bene me ne vado

bene me ne vado è un libro di saggistica e di viaggio scritto dal presentatore televisivo, attore, comico, cantante e autore tedesco Hape Herkeling. L'opera è stata pubblicata nel 2009 dall'editore Free Press - attualmente conosciuto come Simon & Schuster - che l'ha tradotta in inglese. Lo stesso anno, il testo ha avuto una traduzione in spagnolo a cura dell'etichetta Suma de Letras. Dopo la sua uscita, ha venduto milioni di copie non solo nel suo paese natale, ma anche in tutto il mondo.

In generale, È un diario in cui Hape Herkeling racconta il suo viaggio verso il Camino de Santiago o percorso giacobino, un giro di pellegrinaggio che i credenti seguono per venerare l'apostolo Santiago de Compostela. Grazie al grande impatto di bene me ne vado Molte più persone hanno avuto l'opportunità di vivere questa esperienza spirituale, sia attraverso la lettura, sia attraverso il cammino del cielo stellato.

Sinossi di bene me ne vado

Chi era Santiago de Compostela?

Giacomo è conosciuto come uno degli apostoli mandati da Gesù a predicare. La loro missione era viaggiare fino alla fine del mondo, che, secondo le loro convinzioni, era in Spagna. Al suo arrivo avrebbe dovuto evangelizzare la gente del posto, ma non venne ascoltato da questi ultimi e fu costretto a ritornare nella sua terra. Quando era vicino alla riva del mare Ebro, a Saragozza, gli apparve davanti agli occhi la santa Vergine Maria..

Di conseguenza, è lì che è stata costruita la Basilica del Pilar de Zaragoza. Tuttavia, L'apostolo non ebbe molta migliore fortuna nel suo viaggio, rispetto a quando mise piede in Palestina, Santiago fu decapitato per ordine del re Erode. Il corpo del seguace di Gesù fu raccolto da terra da due discepoli del monarca. Successivamente fu portato in Spagna e lì sepolto. Nel corso del tempo, grazie a continue guerre e conquiste, il sito fu dimenticato.

Prima della Via dell'Apostolo

Il IX secolo fu un periodo importante per il cristianesimo europeo. Durante quel tempo l'eremita Palaio fece un'osservazione delle stelle nel cielo. Questi illuminavano il monte Libredón, così l'uomo decise di rivolgersi ad informare il vescovo Teodomiro, e identificò il terreno come luogo di riposo di Santiago. Nel frattempo, il sacerdote ha contattato Re Alfonso Secondo de Casto, che ha ordinato costruire un tempio.

Successivamente papa Leone venne informato degli avvenimenti e la notizia si diffuse in tutta Europa. È così che la tomba di Santiago diventa Compostela, dal nome della congiunzione latina campus delle stele, che significa campo stellare. In questo senso, il Cammino di Santiago è il percorso intrapreso per venerare questa tomba, che fu una delle grandi attrazioni turistiche e religiose del Medioevo, nonché patrimonio dell'umanità secondo la UNESCO.

La visione di Hape Herkeling del Camino de Santiago

Per i pellegrini e i curiosi della storia del cattolicesimo e delle sue tradizioni, il cammino verso Santiago È più di un percorso. È un approccio spirituale a Dio e a se stessi, di sopportare la prova della solitudine, della stanchezza, del freddo della notte, della pesantezza di uno zaino sulla schiena e di altre variabili, ecc. Alcuni aneddoti legati a questo viaggio tendono ad essere piuttosto romantici, il che ha portato altri individui a voler sperimentare il percorso della stella.

Tuttavia, Hape Herkeling racconta il suo incontro con il Cammino in un modo esilarante che ha infastidito alcuni e deliziato altri.. L'autore non usa mezze misure per creare la sua storia fatta di lacci slacciati, borse troppo pesanti o tentazione di tornare alla vita sedentaria. No. Racconta la sua prospettiva laica in modo concreto, con lamentele che hanno le origini più diverse. bene me ne vado È un libro sul miglioramento e sulla capacità di adattamento.

Chi dovrebbe leggere questa storia?

È possibile che bene me ne vado Non è per tutti. Da un lato, i più ferventi potrebbero considerare che Hape Herkeling si avvicina al Cammino di Santiago con cinismo, e che, oltretutto, sviluppa storie esagerate dove si riscontrano lamentele infondate anche quando vive un'esperienza più privilegiata di quella di tanti pellegrini. Allo stesso modo, chi scrive tende a saltare le tappe del viaggio e a soggiornare in luoghi molto confortevoli. Inoltre, come regola generale, mangia bene.

Tuttavia, La popolazione laica potrebbe trovare la marcia dell’Hape Herkeling stimolante e commovente. Questo cammino inizia a Saint-Jean-Pied-de-Port, da cui l'autore dovrà percorrere quasi 800 chilometri fino a raggiungere la Spagna, e poi, nello specifico, Santiago de Compostela.

Il suo viaggio dura sei settimane, con uno zaino da undici chili sulle spalle e una distanza da percorrere che comprende le cime innevate dei Pirenei, i Paesi Baschi, la Navarra, La Rioja e Castilla y León. In conclusione, Hape Herkeling riesce a raggiungere la tomba di Santiago.

Informazioni sull'autore, Hans Peter Wilhelm

Hans Pietro Guglielmo

Hans Pietro Guglielmo

Hans Peter Wilhelm è nato nel 1964 a Recklinghausen, nella Germania occidentale. Quando era al liceo formò una band e registrò un album. Ma la sua fama arrivò più tardi, tra il 1984 e il 1985. In questo periodo, A soli 19 anni ottiene il suo primo ruolo canguro, una commedia televisiva. Successivamente, è stato scelto per partecipare ad altre produzioni, come Extratour.

Nel 1989 ha avviato il suo programma chiamato Totale normale, che era una satira che prendeva in giro le produzioni dell'epoca. Lo spettacolo dell'Hape Herkeling ha fatto la storia perché lo stile di produzione era assolutamente nuovo, e le sezioni presentate hanno suscitato l'interesse e l'ammirazione del pubblico, garantendogli numerosi premi, come la Goldene Kamera o il Bayerischer.

Anche Hape Herkeling ha preso parte alla regia del film Nessun perdono, pubblicato nel 1992. Come scrittore, Il suo libro più noto è il diario del pellegrinaggio, che ha iniziato a scrivere nel 2001., quando decise di partire per la Spagna per percorrere il Camino de Santiago. Quest'opera è stata originariamente pubblicata nel 2006 con il titolo Sono fuoried è in cima alla lista dei best-seller della rivista Spiegel.


Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.