Il cammino di Santiago. Selezione di libri e romanzi

Oggi è il grande giorno di questo anno giacobino insolito, molto diverso, grigio e più vuoto del solito. Ma Camino de Santiago sarà ancora lì e pellegrini da tutto il mondo continuano a visitarla nonostante tutto. C'è tante letture sia specializzato che finzione su di lui, le sue storie, misteri o rivelazioni. E i più sono testimonianze di quei pellegrini con o senza nome che hanno voluto esprimere la loro esperienza. Questo è uno selezione molto breve di pochi titoli.

Guida magica del Cammino di Santiago - Francisco Contreras Gil 

Pubblicato nel 2015, l'autore e l'editore ci vendono questo titolo come più di una guida. Propongono un Percorso diverso dal quale non solo le informazioni di base per intraprendere o riscoprirlo, ma anche i dati, i luoghi storie e misteri per completare quella che spesso è un'esperienza unica e talvolta trasformativa.

Sono più di duecento posti illustrato con immagini e in questa edizione ci sono due nuove sezioni del Cammino: da Saint Jean Pied de Port-Roncesvalles e Somport-Jaca a Compostela e Finisterre.

Leggende del Cammino di Santiago: Il percorso giacobino attraverso i suoi riti, miti e leggende - Juan Garcia Atienza

Girando con il titolo precedente abbiamo questo che concentrati di più su quelle leggende e miti sul Cammino di Santiago. L'autore, grande ricercatore in materia, ce lo mostra da una prospettiva che mira a stupirci ea stuzzicare la nostra curiosità in egual misura. Nasce così, tra le tante, la storia del dodici figli di San Marcello a Sahagún o storie su l'arrivo del corpo di Santiago in Galizia. Totale, più di cento leggende riunito.

È stato pubblicato nel 1998.

Il codice del pellegrino - Jose Luis Corral

Concentrandosi ora sugli innumerevoli storie di fantasia Con il Camino sullo sfondo, abbiamo questo di Jose Luis Corral, uno dei grandi nomi nazionali dei romanzi storici. L'ha pubblicato su 2012 e i protagonisti sono Diego e Patrizia, un paio di trafficanti internazionali di opere d'arte. Un milionario francese li assumerà per rubarli Codex Calixtino, manoscritto del XII secolo conservato nella cattedrale di Santiago de Compostela.

E nascosto da una tecnica medievale, nelle sue pagine si nasconde un vangelo sconosciuto dove i dati su la storia della famiglia di Gesù Cristo, le origini del cristianesimo, la tomba dell'Apostolo Santiago e il culto delle sue presunte reliquie, che ha portato allo sviluppo del Cammino.

L'anima delle pietre  - Paloma Sánchez-Garnica

Pubblicato nel 1989, l'autore ci porta a Año 824, a una storia che ci introduce a tre curiosi personaggi: l'eremita Paio, Vescovo Teodomiro e il suo assistente Martín de Bilibio, che un giorno trovano un tumba. Sostengono che i resti appartengono a Santiago Apostolo e crea così, vicino al near finis terrae o fine del mondo, lo Iocus Sancti Jacobi.

Due secoli dopo una giovane nobildonna, Mabilia, che per un tradimento del padre è costretta a entrare in un mondo di uomini, scopre, grazie ad uno scalpellino, un segno su una pietra che porta a La Inventio, una pergamena scritto dal monaco Martín de Bilibio in cui il ritrovamento miracoloso che cosa hai fatto. Così Mabilia decide di accompagnare Arno, lo scalpellino, alla ricerca della verità.

In quello viaggiare conosceranno sia la bontà, la costruzione di città, monasteri, strade e ponti, sia il lato oscuro degli scalpellini e il loro strano lavoro di "strappare l'anima dalle pietre", per evitare l'oblio.

peregrinazione - Matilde Asensi

Matilde Asensi ha pubblicato questo romanzo nel 2004 e ci porta a 1324. Quindi l'ex gentiluomo ospitale Galcerán de Born, il perquisitore, preoccupato per le notizie sul comportamento inappropriato di tuo figlio Giona al tribunale di Barcellona, ​​decide di scrivergli con ordini ben precisi che diventerà suo Liber peregrinationis.

Così, Jonás de Born, accompagnato da un cavaliere di Cristo, presterà il solenne giuramento della cavalleria iniziatica, divenendo così gentiluomo e paladino dell'antica Sapienza e Sapienza. Per questo, camminerà la strada di Santiago come un pellegrino in più, rifletterà a lungo e seriamente sul suo futuro e compirà tutti i riti della sua iniziazione.

Pubblicato nel 2018, questo romanzo ci porta all'anno 827 dove Alfonso II il Casto, re delle Asturie e alleato di Carlo Magno, riceve alla sua corte una notizia straordinaria: In una foresta accanto a Iria Flavia sono apparse le spoglie dell'apostolo Giacomo. Così decide di recarsi sul posto per chiarire il mistero.

Nell'entourage marcia nobili invischiato in intrighi, feroce soldati, prigionieri Saraceni o monaci custodi di oscuri segreti in un fedele riflesso di quei tempi turbolenti. Insieme al re va anche Alana, sperando di trovarla figlio scomparso e la sfida di raccontare, senza saperlo, il primo pellegrinaggio giacobino della storia.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.