Due città spagnole tra le città letterarie dell'Unesco

Granada, la prima città spagnola ad essere riconosciuta come Città letteraria dall'UNESCO.

Granada, la prima città spagnola ad essere riconosciuta come Città letteraria dall'UNESCO.

La Unesco ha iniziato a costruire un file Rete delle città creative nel 2004, in cui vengono riconosciute diverse categorie: Letteratura, Cinema, Musica, Artigianato e Arte popolare, Design, Arte digitale e Gastronomia.

I criteri per la selezione di Città letterarie Sono legati alla storia dell'editoria, ai programmi educativi e al numero di biblioteche, librerie e centri culturali della città. Anche festival letterari e partecipazione cittadina. Da allora, nella categoria letteratura, ha assegnato il premio a 20 città in tutto il mondo e due sono spagnole, Barcellona e Granada. Segovia è attualmente in competizione per il premio.

Edimburgo (Scozia)

Edimburgo è stata la prima città della letteratura dell'UNESCO nel 2004. Che cosa ha Edimburgo per essere una città letteraria? Scrittori di rilevanza internazionale come Walter Scott o Robert Louis Stevenson, i più grandi Festival Internazionale del Libro attraverso il quale passano più di 800 scrittori ogni anno e la città ha  più di 50 librerie.

Melbourne, Australia)

Melbourne è stata la seconda città della letteratura dell'UNESCO, nel 2008, quattro anni dopo. Cosa deve essere Melbourne per essere una città letteraria? UN vasta rete di biblioteche e librerie, La più grande rete editoriale australiana e quattro festival letterari: Melbourne Writers Festival, Overload Poetry Festival, Alfred Deakin Innovation Seminars e Emerging Writers Festival.

Iowa (USA)

Cosa deve essere l'Iowa per essere una città letteraria? È la città in cui è stato insegnato il primo Master in Scrittura Creativa del mondo, nel 1936. 25 dei suoi scrittori hanno vinto il Premio Pulitzer dal 1955. Ospita numerosi festival e concorsi letterari rinomati e dispone di una vasta rete di librerie.

Dublino, Irlanda)

Cosa deve essere Dublino per essere una città letteraria? Oltre ad essere la scena del Ulises di James Joyce, celebra il Bloomsday un intero festival in suo onore in cui le persone si travestono da personaggi del romanzo. Oltre a Joyce, sono dublinesi Oscar Wilde, Bram Stoker, WB Yeats (Premio Nobel), Samuel Beckett, Jonathan Swift, Bernard Shaw (Premio Nobel), Samuel Beckett (Premio Nobel) o Seamus Heaney (Premio Nobel).

Reykjavik (Islanda)

Cosa deve avere Reykjavik per essere una città letteraria? L'Islanda è il paese del mondo che pubblica più titoli pro capite e sono caratterizzati da Arnaldur Indridason, uno dei romanzi gialli contemporanei più venduti.

Norwich (Regno Unito)

Cosa deve essere Norwich per essere una città letteraria? È la prima città-rifugio del Regno Unito per scrittori minacciati dal 2007 ed è stato membro fondatore della Rete Internazionale delle Città di Rifugio (ICORN).

Juliana of Norwich (1342-1416) è l'autore del primo libro in inglese scritto da una donna.

Cracovia (Polonia)

Cosa deve avere Cracovia per essere una città letteraria? Sono lLa città dei vincitori del premio Nobel polacco per la letteratura, come Wislawa Szymborska e Czesław Miłosz.

In città ci sono alcuni dei scriptorium e le biblioteche più famose del mondo. Si tengono vari festival della letteratura come il Festival di Miłosz e il Festival di Conrad.

Dunedin (Nuova Zelanda)

Città sconosciuta a molti, cosa significa Dunedin per essere una città letteraria? Su library è stata la prima biblioteca pubblica e gratuita del paese. Dunedin è stata la patria di molti dei più celebri scrittori e poeti della Nuova Zelanda, illustratori e scrittori di libri per bambini. In esso sono le radici ancestrali del popolo Kāi, di cui tradizioni orali hanno intrecciato leggende e storie nel corso dei secoli. È anche la sede della Centro del libro, un centro unico per la storia della letteratura, della stampa e per la ricerca di nuove piattaforme e modelli editoriali.

Heildelberg, germania

Che cosa c'è che non va heidelberg essere una città letteraria? Qui è nata la prima università in Germania, L'Università Ruperto Carola. È sempre stato un centro per l'apprendimento e la letteratura e ha ospitato scrittori famosi come Goethe, Clemens Brentano, Bettina von Arnim e Friedrich Hölderlin. Fu anche la culla del romanticismo tedesco del XIX secolo.

Granada (Spagna)

Dal 2014 Granada è una città letteraria, la prima spagnola a ricevere il premio Cosa ha Granada essere una città letteraria? A uno scrittore di fama universale Federico García Lorca assassinato durante il regime franchista per la sua condizione di omosessualità e per la sua ideologia di sinistra. Folla e eventi culturali, tra cui il festival Granada Noir che inonda ogni angolo della città con diverse manifestazioni culturali, non solo letterarie, dirette da Jesús Lens.

Praga (Cechia)

Che cosa c'è che non va Praga essere una città letteraria? Autori famosi come Franz Kafka, Max Bod, Rainer Maria Rilke, o ovviamente? Milan kundera. La sua università, la Charles University è la più antica università dell'Europa centrale.

Ulyanovsk (Russia)

Conosciuta per essere la città dei natali di Lenin, cosa ha Ulyanovsk essere una città letteraria? È famosa per essere la città del romanziere Ivan Goncharov, creatore Oblomov, un giovane e pigro aristocratico che trascorreva la giornata a letto. In città si tiene un festival letterario ("Alzati dal divano") in suo onore. Ci sono più di 30 librerie, 39 biblioteche pubbliche, Biblioteca speciale regionale di Ulyanovsk, una biblioteca gratuita all'aeroporto e più di 200 biblioteche scolastiche.

Baghdad, Iraq)

Anche se all'inizio sembra una scelta sorprendente, cosa lo fa Bagdad essere una città letteraria? Un passato con una grande influenza letteraria nella regione, come Baghdad una delle più importanti biblioteche dell'antichità: Bayt al-Hikma fondata nell'VIII secolo d.C., che aveva la più grande collezione di libri del mondo a metà del IX secolo.

Luogo di nascita di uno dei grandi poeti arabi, Abu Al Tayeb Al Mutanabbi (XI secolo).

Tartu (Estonia).

Che cosa c'è che non va Tartu essere una città letteraria? È la città pioniere nella difesa della cultura del paese e dell'estone come lingua. Durante tutto l'anno si tengono diversi festival letterari. Due istituzioni promuovono gli studi e la cultura estone: l'Università di Tartu e il Museo letterario estone.

Leopoli (Ucraina)

Che cosa c'è che non va Lviv essere una città letteraria? Moltitudine di librerie e biblioteche: 45 librerie, 174 biblioteche e 54 musei e una popolazione molto partecipe alla vita culturale della città. La sua En Lvis è la più antica macchina da stampa (1586) ancora attiva.

Lubiana (Slovenia).

Che cosa c'è che non va Lubiana essere una città letteraria? Sopra  Lubiana ospita più di 10.000 eventi culturali, musicale, teatrale e artistico che include 14 festival internazionali. Ogni cittadino visita la Biblioteca Comunale in media cinque volte all'anno. Lubiana è nota per la sua cultura universitaria.

Barcellona, ​​la città spagnola con la più lunga tradizione editoriale, nominata Città letteraria dall'UNESCO.

Barcellona (España)

Che cosa c'è che non va Barcelona essere una città letteraria? Quattro festival letterari, tra cui Barcelona Negra e una forte storia editoriale che risale al Medioevo, ospitano le sedi dei più grandi gruppi editoriali del paese. Ha dato origine a numerosi e grandi autori come Manuel Montalbán, Alicia Giménez-Barlett, creatrice della prima poliziotta del romanzo giallo spagnolo, Eduardo Mendoza, Ana María Matute, Carlos Ruiz Zafón, Mercé Rodoreda, Ildefonso Falcones o Víctor del Arbol, cavaliere delle arti e delle lettere francesi, tra gli altri. Ha più di 122 librerie e un'ampia rete di biblioteche pubbliche. Festeggia ogni anno il giorno di Sant Jordi, un giorno in cui è tradizione regalare libri e rose.

Nottingham (Regno Unito)

Cosa deve essere Nottingham per essere una città letteraria? Oltre ad essere la culla di Robin Hood, di scrittori come Lord Byron o DH Lawrence. Inoltre 18 biblioteche e molte librerie indipendenti, oltre al festival letterario Festival delle parole di Nottingham.

Óbidos (Portogallo)

Cosa deve essere Óbidos per essere una città letteraria? Al di fuori delle solite rotte turistiche del Portogallo, è un gioiello letterario, con librerie create nei luoghi più improbabili: il primo è stato il Chiesa di Santiago, con oltre 40.000 libri. Da esso sono nate nuove librerie in spazi sorprendenti, come nel mercato o in una cantina.

Montevideo, Uruguay)

Cosa deve essere Montevideo per essere una città letteraria? Agli autori piace Eduardo Galeano, Mario Benedetti o Juan Carlos Onetti. Ha un enorme Mercato del libro della domenica: Tristán Narvaja.

Milano, Italia)

Cosa deve avere Milano per essere una città letteraria? Milano è uno dei centri grandi editori, alcuni dei quali sono storicamente importanti. Città di residenza di Darío Fo, Premio Nobel.

Bucheon (Corea del Sud)

Cosa deve avere Bucheon per essere una città letteraria? La sua tradizione letteraria è legata a Byun yeongro e Chong Chi-yong, paladini del più importante movimento poetico della prima metà del XX secolo.

Québec (Canada)

Cosa deve avere il Québec per essere una città letteraria? Con una ricca vita culturale, la sua letteratura riflette la sua eredità francofona, anglofona e aborigena.

La Società letteraria e storica del Québec (1824) e l'Istituto canadese del Québec (1848) svolgono un ruolo essenziale nella vita letteraria del paese. È la città in cui risiedono la maggior parte delle case editrici del paese.

Seattle (USA)

Conosciuto più per la tecnologia che per la letteratura, cosa ha Seattle essere una città letteraria? Sebbene la sua fama non derivi da esso, una delle sue maggiori attrazioni sono le librerie e il numero di pubblicazioni e attività legate alla lettura.

Utrecht (Olanda)

Che cosa c'è che non va Utrecht essere una città letteraria? Nel 1473 fu pubblicato il primo libro dei Paesi Bassi del Nord, nel 1516 venne alla luce la prima raccolta di poesie scritte da una donna e nel 1892 fu aperta, tra molti altri eventi degni di nota, la prima biblioteca pubblica del regno.

Celebra tra 20 e 30 eventi letterari ogni mese, che coinvolge bambini e adulti e ha 56 librerie, 26 biblioteche e ospita più di 200 editori.

Manchester, Regno Unito)

Che cosa c'è che non va Manchester essere una città letteraria? Il Manchester ne ha cinque biblioteche pubbliche storiche, interessanti non solo per i loro fondi, ma anche per gli edifici in cui si trovano. Il suo gioiello indiscutibile è il John Rylands Library, del 1899, in stile neogotico. Un tesoro per le sue vetrate colorate e il soffitto a cassettoni, ma soprattutto per quello che custodisce al suo interno: papiri egizi, libri copti o greci, manoscritti medievali, l'edizione dei Racconti di Canterbury (1476), la Bibbia di Gutenberg (1455) o un curioso libro sugli uccelli alti un metro d'America (1830).

Durban (Sudafrica)

Che cosa c'è che non va Durban essere una città letteraria? Questa città ha ospitato molti scrittori, come il primo premio Nobel africano, Alan Paton, o la poetessa Bessie Head. Qui si tengono importanti festival della letteratura come Poetry Africa.

Lillehammer (Norvegia)

Che cosa c'è che non va Lillehammer essere una città letteraria? Con solo 27.000 abitanti, nel XNUMX ° secolo divenne un centro per pittori e scrittori, alcuni dei quali vincitori del Premio Nobel per la letteratura come Bjørnstjerne Bjørnson e Sigrid Undset.

Noi speriamo In bocca al lupo per l'iniziativa di Segovia in modo che Segovia sia la prossima ad entrare nella lista.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.