I libri di Javier Cercas

Javier Recinzioni

Javier Recinzioni

Ogni giorno molti utenti di Internet chiedono informazioni sui "libri di Javier Cercas" e i risultati principali riguardano Soldati di Salamina (2001). Questo romanzo è il quarto presentato dallo scrittore ed è responsabile di un notevole impulso nella sua carriera. Con esso ha ottenuto il riconoscimento della critica letteraria, raccogliendo ottimi commenti. A questo proposito, Mario Vargas Llosa ha affermato: "uno dei grandi romanzi del nostro tempo".

L'autore è stato caratterizzato dalla gestione di una narrativa robusta nei suoi romanzi in cui ha magistralmente mescolato la storia con la finzione. Nonostante abbia presentato la sua prima opera nel 1987, il suo riconoscimento non è arrivato fino all'inizio del XNUMX ° secolo.. Va notato che durante quel lungo periodo nell'ombra, un grande amico ha creduto con fervore in lui. Non è niente di più e niente di meno che lo scrittore cileno Roberto Bolaño, che sostiene che Javier è estremamente talentuoso. Oggi il miglioramento dello scrittore spagnolo è diventato una prova attendibile che Bolaño non aveva torto.

Alcuni dati biografici di Javier Cercas

Infanzia e studi

Lo scrittore è nato lunedì 16 aprile 1962 nella piccola città di Ibahernando nella provincia di Cáceres (Extremadura). Fu battezzato come José Javier Cercas Mena. Ha vissuto i suoi primi 48 mesi nella sua città natale, poi il suo gruppo familiare si è trasferito a Gerona. Nonostante l'allontanamento, Cercas non perse il legame con il suo luogo di origine, ma lo visitò in varie occasioni durante la sua giovinezza in vacanza.

Fin da giovane ha mostrato interesse per la letteratura, che lo ha portato a studiare filologia ispanica presso l'Università Autonoma di Barcellona. Dopo aver conseguito la laurea nel 1985, ha scelto di fare un dottorato nella stessa branca presso l'Università di Barcellona, ​​che ha ottenuto anni dopo.

Opere letterarie e inizi

Nel 1989 ha iniziato come insegnante presso l'Università di Gerona, insegnando corsi di letteratura spagnola. A quel punto, lo scrittore aveva presentato le sue prime due opere, Il cellulare (1987) y L'inquilino (1989). Oltre al suo lavoro di educatore e scrittore, Javier Cercas ha scritto diversi articoli e recensioni per diversi giornali. Da allora ad oggi ha collaborato alla stampa catalana, oltre ad alcune pubblicazioni per il quotidiano. Il Paese.

Dopo il successo del suo quarto romanzo, Soldati di Salamina (2001), lo scrittore ha pubblicato 6 titoli aggiuntivi. Questi includono: La velocità della luce (2005) Le leggi del confine (2012) L'impostore (2014) y Terra Alta (2019). Con loro ha mantenuto una buona reputazione e reputazione di fronte ai suoi lettori, nonché il riconoscimento di vari professori. Si stima che entro il 2021 presenterà la sua opera numero 11, che si chiamerà: Indipendenza.

Libri di Javier Cercas

Soldati di Salamina (2001)

È il 4 ° romanzo pubblicato dallo scrittore, che lo ha premiato riconoscimento in Spagna e nel mondo, in fase di traduzione in più di 20 lingue. Nei suoi primi anni è riuscito a vendere più di 1 milione di copie, il che ha permesso al romanziere di dedicarsi esclusivamente alla scrittura. Inoltre, il lavoro è stato adattato da David Trueba per il film e presentato in anteprima nel 2003.

Sinossi

Soldati di Salamina è un romanzo di testimonianza in cui la storia interagisce con la finzione. È ambientato negli ultimi mesi della guerra civile spagnola (1939) e presenta come protagonista il falangista Rafael Sánchez Mazas. Il dramma racconta come alcune truppe repubblicane che sono andate al confine in cerca di esilio, sparano a diversi prigionieri franchisti; Sánchez Maza è riuscito a sfuggire a quel massacro. Mentre fugge, viene intercettato da un soldato, che gli punta la pistola contro e, dopo averlo fissato, gli risparmia la vita.

La storia continua 60 anni dopo, quando uno scrittore frustrato —Javier Cercas—, per caso, apprende la storia. Affascinato e incuriosito, inizia a indagare a fondo sul caso, trovando diverse incognite da risolvere. Personaggi come Roberto Bolaño intervengono nell'avventura, che incoraggia Cercas a cercare il soldato che ha mostrato pietà a Sánchez Maza. Lungo la strada per trovare il motivo dell '"atto di misericordia", riga dopo riga si dipana una storia ricca di emozioni frenetiche che avrà risposte incredibili, o forse inaspettate.

Alcuni premi ricevuti:

  • Premio narrativo Salambó
  • Premio Cálamo 2001 (Libro dell'anno)
  • Premio Città di Barcellona

Anatomia di un istante (2009)

È una cronaca che descrive gli eventi del 23F - un colpo di stato frustrato in Spagna nel 1981 -. Questo è considerato un libro unico e affascinante. Dopo un'indagine approfondita da parte di Cercas, è giunto alla conclusione che un racconto fittizio non avrebbe onorato quanto accaduto. L'autore si è concentrato sul mostrare la cronologia dell'evento e sul rivelare le cause che esistevano perché si verificasse.

argomento

Come indica il nome, viene rievocato un momento della storia della Spagna, molto cruciale che si è verificato nel pomeriggio del 23F, quando un gruppo ha fatto irruzione nel Congresso dei Deputati. Lo scrittore fa un riferimento speciale alla posizione del presidente Adolfo Suárez, che rimase immobile sulla sua sedia mentre i proiettili del colpo di stato echeggiavano nell'anfiteatro.

Allo stesso tempo, il capitano generale Gutiérrez Mellado - vice presidente - e Santiago Carrillo - segretario generale - hanno mantenuto la stessa posizione del presidente, sono rimasti immobili mentre gli altri parlamentari cercavano disperatamente rifugio. Senza lesinare sui dettagli, questa cronaca porta meticolosamente il lettore al momento preciso del colpo di stato e il suo impatto sulla storia spagnola.

Il monarca delle ombre (2017)

Questo è il nono romanzo dell'autore. In esso, Cercas ha scelto ancora una volta di mantenere il suo stile narrativo classico e di utilizzare la guerra civile spagnola come tempo di ambientazione. Questa volta, l'autore ha deciso di raccontare la storia di Manuel Mena, prozio materno, che all'età di 17 anni si unì ai ranghi di Franco. È di dominio pubblico che gli antenati di Cercas sono falangisti, una credenza politica dalla quale lui stesso differisce. Per questo scrivere di questo dramma è stata una sfida per lo scrittore e allo stesso tempo una riconciliazione con il suo passato.

argomento

Cercas, che funge da narratore nel romanzo, descrive Manuel Mena, un guardiamarina che si unisce a una truppa dell'unità d'assalto franchista. Il giovane è stato ferito a morte nella battaglia dell'Ebro, dopo aver combattuto per due anni per la causa. La storia raccontata dallo scrittore è piena di emozioni, umorismo e azione. Va notato che lo stesso autore considera questo lavoro come: "il vero fine della trama di Soldati di Salamina".


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.