Esempii di eclogue

ecloga scritta cù penna

Nantu à l'anni, parechji autori ci anu lasciatu esempi di eclogues chì sò stati studiati, analizati è interpretati. Eppuru, ancu s'è oghje sta parolla pare esse in disusu è ch'ella sia una parte di a literatura chì ùn hà micca avvene, a verità hè chì pò esse micca cusì.

Sè vo vulete sapè ciò chì hè un eclogu è, sopratuttu, un esempiu di questu, quì sottu ne avemu trovu alcuni chì ponu esse interessanti per sapè (se ùn l'avete ancu lettu).

Cosa hè un ecloga

ecloga scritta nantu à carta

L'ecloga hè definita cum'è una cumpusizioni in a quale i sentimenti, l'umore, i riflessioni devenu esse trasmessi... Calchì volta, l'autori utilizanu per questu un dialogu in quale dui o più parsunaghji participanu; ma pò ancu esse fattu cum'è un monologu.

Una di e caratteristiche principali di l'eclogue hè u tema cintrali chì serà sempre in relazione cù i sentimentidi solitu amuri.

Hè cunnisciutu quellu a prima ecloga chì esiste hè stata scritta da Teocritu, in particulare in u quartu seculu prima di Cristu. U so tìtulu era "Idilli" chì significa in grecu anticu "poesie". Bien entendu, d'autres auteurs ont suivi, comme Bion d'Ermyrne, Virgilio, Giovanni Boccaccio...

In i tempi rumani era assai populari è a listessa cosa hè accaduta in u Rinascimentu. Dunque ùn saria micca surprisante s'ellu torna in moda.

Caratteristiche di l'ecloga

Malgradu u fattu chì avemu citatu prima alcune di e caratteristiche di un eclogue, a verità hè chì hà assai più. Quì li riassumemu:

a so musicalità

Pudemu dì chì una ecloga hè simile à un puema è questi sò generalmente musicalità. Allora in u casu di l'ecloga a listessa cosa succede.

U mutivu hè perchè tutti i versi di cui hè cumpostu anu una rima cunsunanti in tale manera chì i soni coincidenu è creanu un ritmu è musicalità.

In fatti, quandu rapprisentanu hè di solitu ch'elli sò accumpagnati quandu recitate cù musica.

Tema d'amore

Questu hè una di e caratteristiche principali è una chì deve esse sempre. Pò esse perchè un episodiu d'amore hè in relazione, perchè ellu esce da u so modu per u so amori, o perchè hè un amori micca rimbursatu.

Ma sempre, l'amore serà sempre u tema principale.

Chjesa

In questu casu l'eclogues sò carattarizati da avè caratteri chì sò pastori o paisani, anche se a verità hè chì, cum'è evoluzione, questu hà cambiatu.

A so struttura

un ecloga deve avè 30 strofe, ognunu cù 14 versi chì ponu esse endecasillabi (undici sillabe) o eptasillabi (sette sillabe).

Inoltre, a rima di tutti deve esse cunsunanti, vale à dì chì l'ultimi parolle di i versi, ùn importa s'ellu sò dui o più, anu u listessu sonu.

Comu regula generale, eclogues principià per intruduce i caratteri, sia da un narratore sia da elli stessi. Hè guasi sempre cumunu di truvà chì l'autore mette prima u nome di quellu parsunaghju per chì tuttu ciò chì vene dopu ne faci parte, cum'è s'ellu si dicia.

Dopu à a presentazione vene l'espressione di quelli sentimenti da u caratteru o parsunaghji, sempre in forma di puesia.

È infine, a fine di una ecloga si focalizeghja nantu à cumu l'autore licenzia i caratteri è poi face una cunclusione di u tema chì hà creatu.

Autori famosi è egloghe

Scrittore dorme mentre scrive

Ùn ci hè micca dubbitu chì l'eclogues sò stati per un bellu pezzu è per quessa ci sò parechji autori chì sò cunsiderati esempi di eclogues tradiziunali, classici è impurtanti.

Tiòcritu deve esse citatu cum'è u primu nome, postu chì era u babbu di questi. Tuttavia, dopu à ellu apparsu altri nomi ugualmente impurtanti.

Per esempiu, u casu di Moscu, Bion di Smirne o Virgilio, chì era quandu sò veramente famosi è sò diventati ancu più populari.

Autori più famosi sò, senza dubbitu, Nemesiano, Ausoniu è Calpurnio Siculo, è ancu Giovanni Boccaccio, Jacopo Sannazaro.

In quantu à i spagnoli, Ci vole à mette in risaltu Lope de Vega, chì hà rivoluzionatu e formule di u teatru è di quale restanu opere cum’è « U veru amante » o « L’Arcadia » ; Juan Boscán, cù eclogues nantu à un tema pastorale; Garcilaso de la Vega, cù « U dolce lamentu di dui pastori » o « À mezu à l’inguernu hè u caldu » ; Juan del Encina; Pedro Soto de Rojas è un pocu di più.

Esempii di eclogue

carta scritta a penna

Infine, vulemu lascià parechji esempi di eclogues chì avemu trovu nant'à Internet per chì pudete vede ciò chì hè u risultatu di applicà tuttu ciò chì avemu dettu prima.

"U dolce lamentu di dui pastori" di Garcilaso de la Vega

Salice :

Oh, più duru chè marmu à i mo lagnazioni,

è u focu in cui aghju brusgiatu

più fretu chè a neve, Galatea !

[...]

Nemorous :

Oh bè scadutu, vanitosu è precipitoso !

Mi ricordu di dorme quì per un'ora,

chi svigliatu, aghju vistu Elisa à fiancu.

"Idillu IV. I pastori” di Teocritu

bat.

Corydon, dimmi, di quale sò e vacche ?

Sò di Filondas ?

Corydon.

No, da Egon, avà

M'hà datu per pasce.

bat.

E induva in piattu li latti ?

Tuttu u dopu meziornu ?

Corydon.

vitelli

U vechju li mette, è mi tene bè.

bat.

È hè andatu u pastore assente ?

Corydon.

Ùn avete intesu ? l'hà pigliatu cun ellu

Milton à Alfeu. (...)

"Egloga di Plácida è Vitoriano" di Juan del Encina

(...) Placidu.

core feritu,

camomilla aghju da voi.

O grande male, pressione crudele !

Ùn aghju avutu micca cumpassione

Vittorianu di mè

Si va.

Triste, chì sarà di mè ?

Oh, per u mo male l'aghju vistu !

Ùn l'aghju micca per male,

Ùn l'aghju micca, se vulete

ùn esse cusì sfuggente è cusì.

Questa hè a mo ferita mortale

Guarissi s'ellu l'aghju vistu.

Vede o chì?

Ebbè, ùn hà micca fiducia in mè,

saria megliu s'ellu si n'andò.

Chì và ? Sò pazzu,

chì dicu cusì eresia !

Peccatu chì tocca tantu,

comu hè surtitu da a mo bocca ?

Oh, chì fantasia pazza !

Fora, fora !

Diu ùn vole mai una cosa cusì,

chì in a to vita hè a mo.

A mo vita, u mo corpu è l'anima

in u so putere sò trasportati,

ella mi hà tuttu in a so palma;

in u mo male ùn ci hè mai calmu

è e forze sò scurciate;

è si allunganu

duluri chì mi pigghianu tantu

chì cù a morte sò cunfurtati. (...)

"Eclogue III" di Vicent Andrés Estellés

Nemorous. (...)

Aghju paura sta dopu meziornu - in l'uffiziu

di quelli dopu meziornu di i nostri, di quelli ghjorni.

Belisa, u mondu hè in capu à u disastru.

Cumincià à marcà da u telefunu

ogni numeru: "Venite, Belisa!"

Piengu, Belisa, trà crediti è debiti.

Pianu in l'attic chì sapete.

Belisa, u mondu hè in capu à u disastru!

Eclogue Antonia de Lope de Vega

Antoniu :

Stop me mi sentu quì vicini sospiri

è ùn pensu micca chì era un suspettu vanu

perchè vene pianu pianu à traversu zaffiri blu,

violette di candida matina,

u mo amicu u pastore Feliciana.

Feliciana:

Ùn in vain u pratu verde hè smaltatu cù fiori.

A me Antonia, induve ?

"L'egloga à Claudio" di Garcilaso de la Vega

Allora, dopu à tanti ritardi

cun pudore pacifica soffrittu,

custretti è spinti

di tanti sciocchi,

esce trà umiltà superbe

verità da a mina di l'ànima.

[...]

Sò nantu à a strada di more chjaramente

è da ogni speranza mi ritiru;

ch'e aghju assistitu solu è fighjulà

induve tuttu si ferma;

perchè ùn aghju mai vistu chì dopu à campà

chì ùn hà micca vistu prima di more.

Sapete più esempi di ecloga ?


U cuntenutu di l'articulu aderisce à i nostri principii di etica edituriale. Per signalà un errore cliccate quì.

Sianu the first to comment

Lasciate u vostru cummentariu

U vostru indirizzu email ùn esse publicatu. campi, nicissarii sò marcati cù *

*

*

  1. Responsabile di i dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopu di i dati: Cuntrolla SPAM, gestione di cumenti.
  3. Legitimazione: U vostru accunsentu
  4. Cumunicazione di i dati: I dati ùn seranu micca cumunicati à terzi, eccettu per obbligazione legale.
  5. Archiviazione di dati: Base di dati ospitata da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: In ogni mumentu pudete limità, recuperà è cancellà e vostre informazioni.