Walter Scott. I numerosi adattamenti cinematografici delle sue opere

Ritratto di Sir Walter Scott di Sir Henry Raeburn.

Sir Walter Scott lasciò questo mondo e divenne immortale il 21 settembre 1832. Forse il romanziere scozzese più conosciuto e famoso di tutti i tempi, creatore del romanzo storico e, senza dubbio, una figura emblematica del romanticismo Anglosassone del XIX secolo. Il suo lavoro prolifico e stimolante è stato oggetto di numerosi adattamenti cinematografici che lo hanno reso ancora più attraente e attraente. E per tutti i tipi di pubblico. Ivanhoe, Le avventure di Quentin Duward Rob Roy sono già versioni classiche come i loro originali.

Ivanhoe

La storia del cavaliere Wilfredo di Ivanhoe che ritorna da crociate alla sua casa scozzese per incontrare gli intrighi di una corte usurpata da Juan Sin Tierra, il fratello di Riccardo Cuor di Leone, è uno dei più conosciuti in letteratura e cinema.

Chi di noi ha già una certa età è cresciuto guardando i film di Hollywood più dorata che mettono sabato pomeriggio. E se ce n'era uno che potevamo vedere senza stancarci, lo era Ivanhoe, la versione con protagonista Robert TaylorElizabeth TaylorJoan Fontaine y George Sanders e diretto da Richard Thorpe en 1952. E per quelli di noi che sono già con il cinema di quegli anni, continueremo a vederlo tutte le volte che sarà necessario. Per essere il più classico.

La mia storia con Ivanhoe è continuata negli anni. Perché, essendo un po 'più grande, mi sono innamorato del languore molto britannico di quell'attore Anthony Andrews, che l'ha giocato nella versione di 1982Diretto da Douglas Camfield per la televisione, dove erano anche loro James Mason, Olivia Hussey e Sam neill. E ho continuato la mia relazione con lui al college, dove l'ho dedicato uno dei quei lavori per il soggetto di Storia d'Inghilterra nella carriera di filologia inglese. E fino ad ora.

Ci sono molti altri adattamenti, soprattutto di cartone animato diretto ai bambini. Come una curiosità è una novità Serie ITV Britannico nel 1958, anche per bambini, e che aveva come protagonista Roger Moore. E, naturalmente, il file BBC non poteva lasciare un classico come questo e dentro 1997 fatto un Miniserie di 6 episodi. È interpretato dai più grandi della scena britannica come Steven Waddington, Ciaràn Hinds o James Cosmo (questi ultimi due così di moda soprattutto per gli amanti del Game of Thrones).

Il talismano

Seguendo nel cinema classico, questo versione molto meno conosciuta di un'altra opera di Scott, anche meno famosa, è stata firmata dal regista David Butler en 1954. È anche molto divertente e ci incontriamo di nuovo con Re Riccardo Cuor di Leone che, nelle Crociate, si dedica alla ricerca del Santo Graal. Ancora una volta abbiamo George Sanders, che dal (non così) malvagio templare normanno Brian de Bois-Guilbert in Ivanhoe, ecco Re Riccardo. Il cast è completato Rex HarrisonVirginia Mayo e Laurence Harvey.

Le avventure di Quentin Duward

Non ci spostiamo dalla Hollywood degli anni '50 e un anno dopo Il talismanoin 1955Richard Thorpe, indubbiamente uno specialista in film d'avventura e d'azione, dirige ancora una volta un'altra versione di un'opera di Scott. Ha anche di nuovo Robert Taylor come il protagonista, che accompagnano Kay Kendall, Robert Morley e George Cole. Quindi è quasi per rivedere Ivanhoe.

Quentin Durward è un giovane scozzese la cui famiglia viene assassinata e il suo castello distrutto. Così va in Francia per iniziare una nuova vita. Lì suo zio è il capitano della guardia degli arcieri scozzesi che ha il compito di proteggere il re Luigi XI.

Rob Roy

Walter Scott non poteva andarsene senza toccare con la penna la storia di uno di quelli eroi scozzesi che seguono le orme di William Wallace. Questo è Rob Roy MacGregor, il cosiddetto Robin Hood scozzese che ha cercato di migliorare le condizioni di vita dei suoi connazionali. E sebbene ci siano diversi adattamenti che risalgono anche ai film muti, il più noto è quello da lui realizzato 1995 direttore Michael Caton-Jones.

Hanno recitato in esso Liam Neeson, Jessica Lange, Eric stoltzJohn Hurt y Tim Roth. Quest'ultimo ha ricamato uno di quei ruoli da cattivo impareggiabile che sono così grati per un attore.

Poi…

Li abbiamo visti tutti? Ne teniamo qualcuno in particolare?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.