Anafora

Frase di Andrés Eloy Blanco.

Frase di Andrés Eloy Blanco.

L'anafora è una figura retorica ampiamente utilizzata tra poeti e scrittori lirici. Consiste nella ripetizione costante di una parola o di una frase, generalmente all'inizio di un verso o di una frase. Tuttavia, alla fine potrebbe apparire nel mezzo. Lo si può vedere nella frase seguente di Amado Nervo: “Qui si sa tutto, qui nulla è segreto”.

Viene utilizzato per fornire al testo un'intenzione chiara e inequivocabile, nonché un suono specifico.. Allo stesso modo, viene utilizzato quando si costruiscono poesie in prosa, indipendentemente dal fatto che siano ripetizioni di frasi esatte o gruppi sintattici simili. Per esempio:

"Walker, non c'è sentiero, il sentiero si fa camminando". (Intertext segnalato da Joan Manuel Serrat, dalla poesia «Cantares» di Antonio Machado).

Retorica intenzionale

Oltre a dotare gli scritti di un ritmo e di sonorità particolari, È una figura retorica essenziale quando si evidenzia un concetto, un'idea o lo stesso oggetto lirico protagonista di alcuni versi. La retorica intenzionale è esemplificata di seguito con un estratto di Andrés Eloy Blanco:

"Un pittore nato nella mia terra con un pennello straniero // pittore che segue il cammino di tanti vecchi pittori // anche se la Vergine è bianca, dipingimi angioletti neri." ("Dipingimi angioletti neri", Andrés Eloy Blanco).

Inoltre, l'anafora gioca un ruolo di primo piano nella dizione. Quindi, rende la poesia una manifestazione artistica - che, per essere pienamente apprezzata - ha bisogno di essere letta ad alta voce. Sia cantato, recitato o declamato ad alta voce. Non è chiaro se il lettore si trovi davanti a un pubblico che lo ascolta con attenzione o nella solitudine di una stanza.

Origini dell'anafora

Il termine anafora deriva dalla combinazione di due parole di origine greca. Primo, Ann, il cui significato è "ripetizione" o "somiglianza"; integrato con ferein, che significa "muoversi". D'altro canto, Sono in circolazione molto prima che la scrittura fosse inventata.

Citazione di Antonio Machado.

Citazione di Antonio Machado.

Gli accademici sostengono che l'uso dell'anafora risale a tempi in cui l'oralità era l'unico mezzo per trasmettere la conoscenza. Perciò, Questa risorsa è stata utilizzata per non lasciare spazio a dubbi sulle idee espresse nelle frasi o potrebbe essere interpretato male.

Tipi di anafora grammaticale

Nel campo della linguistica e dell'analisi grammaticale, "anafora" è un termine con tre diversi significati. Questo - a parte il suo utilizzo come figura retorica - costituisce una di quelle peculiarità che rendono lo spagnolo una lingua difficile da assimilare per chi non è la loro lingua madre. Anche, a volte per gli spagnoli dalla nascita, crea anche difficoltà.

Utilizza

  • L'anafora è usata come punto di riferimento o deittico sotto forma di pronome, il cui significato è condizionato al contesto del discorso. Nota nella frase seguente di Filippo Neviani “Nek”:… «Laura scappa dalla mia vita, e tu che sei qui chiedimi perché l'amo nonostante le ferite» ...
  • Allo stesso modo, anafora può essere un'espressione la cui interpretazione è soggetta a un'altra frase che completa il discorso.
  • Infine, il suo significato è soggetto a concetti che al momento della ripetizione (della parola o della frase) sono già presenti nel testo. Ad esempio: "C'era l'uccello delle dimensioni di una pinta seduto nel verde limone". (Albalucía Ángel).

Anafora e catafora

Anafora e catafora sono termini i cui significati sono spesso fuorvianti. Tuttavia, c'è solo una differenza tra i due, che è abbastanza facile da capire. Da un lato, le catafore sono utilizzate all'interno della grammatica castigliana come risorse di coesione strutturale negli scritti, evitando la ripetizione delle parole.

In un'anafora, il pronome viene utilizzato dopo che il soggetto è già stato presentato all'interno di una frase. Anziché, in una catafora si usa prima il “termine sostitutivo” e poi compare il protagonista dell'azione.

Per esempio: "ella non ho aspettato a lungo, è così Patricia non ha pazienza ”.

Ellissi e anafora

Esiste un terzo "strumento" grammaticale utilizzato per fornire coesione ai testi senza ricorrere alla ripetizione costante di parole. Si tratta di puntini di sospensione. Un pronome "sostitutivo" non viene utilizzato qui. L'argomento è semplicemente omesso, la cui assenza è pienamente giustificata nel testo e non vi è confusione riguardo al carattere o all'oggetto di cui si parla.

L'assenza (i puntini di sospensione) può essere data come una "specie" di anafora. Cioè, l'omissione si verifica una volta che l'argomento è già stato presentato: Marina e Roberto sono una coppia speciale, si amano davvero moltissimo. Allo stesso modo, può funzionare come una catafora "silenziosa". Nota nella frase seguente: "Non è venuto, Eduardo è irresponsabile".

Caratteristiche generali dell'anafora come figure retoriche

Sebbene a volte le anafore retoriche e linguistiche possano sembrare simili, rivedere alcune delle caratteristiche generali delle prime serve a chiarire le differenze tra l'una e l'altra.

Dall'inizio

La sua comparsa di solito si verifica all'inizio di ogni frase. Di solito dall'inizio della frase e successivamente, seguita dalla chiusura di ogni frase. Perciò, in questo caso l'anafora appare dopo un periodo e seguito o un periodo e separato. Ad esempio: “Benedetto sarai in città o in campagna. Benedetto sarà il frutto delle tue viscere e il frutto della tua terra ”. (Deuteronomio 28).

Citazione di Miguel Hernández.

Citazione di Miguel Hernández.

inoltre, le anafore di input possono essere trovate dopo una virgola o un punto e virgola. Questo si osserva nel passaggio seguente: “Colpisci la lama, mulino, finché il grano non nevica. // Dai alla pietra, acqua, finché non è addomesticata. // Dai al mulino, aria, fino all'irraggiungibile ”. (Miguel Hernández).

Una parola, una frase

In questo tipo di anafora, eLa risorsa copre più di una singola parola, come si può vedere nel seguente frammento di Silvio Rodríguez: “C'è chi ha bisogno di una canzone d'amore; c'è chi ha bisogno di un canto di amicizia; c'è chi ha bisogno di tornare al sole per cantare la massima libertà ”.

Con il cambio di genere

Uno dei modi in cui l'anafora può essere trovata all'interno di una frase è con polyptoton. Poi, il termine da ripetere cambia genere nel corso del testo. Ad esempio: "Come vuoi che ti ami se colui che voglio che mi ami non mi ama nel modo in cui voglio che lo ami?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Gustavo Woltman suddetto

    Interessante risorsa linguistica e letteraria, ma bisogna stare attenti alla sua applicazione, farlo molte volte può congestionare la lettura o dare l'impressione di essere ridondante in abbondanza. Ottimo articolo
    -Gustavo Woltmann.

bool (vero)