Il sospetto di Sofia

Muro del muro di Berlino

Muro del muro di Berlino

Il sospetto di Sofia (2019) è un romanzo di fantascienza storico creato dall'autrice spagnola Paloma Sánchez-Garnica. La narrazione si muove tra due periodi abbastanza rilevanti della Spagna e della Germania durante la seconda metà del XX secolo. Da un lato: il defunto regime franchista a Madrid; dall'altro: gli anni prima della caduta del muro di Berlino nella capitale tedesca.

Lo scrittore madrileno approfitta di questo contesto per racconta quale fu il ruolo delle donne dopo la guerra civile spagnola. Parallelamente, l'azione descrive un'interessante trama di spie attorno al muro di cemento che separava le famiglie berlinesi dal 1961 al 1989. Inoltre, c'è spazio per un'emozionante e intensa storia d'amore che coinvolge il protagonista.

Riassunto di Il sospetto di Sofia

Home

Madrid, 1968; La dittatura franchista è agli ultimi anni. Là, Daniel e Sofía Sandoval formano un matrimonio con un'esistenza tranquilla. Da una parte, è l'unico figlio dell'avvocato Romualdo Sandoval, direttore di uno studio legale famoso per la sua affinità con il "Generalissimo". Questa circostanza genera nel marito certi complessi derivati ​​dal confronto con il padre.

D'altro canto, Sofia è una donna molto intelligente, con grande capacità scientifica (inoltre, suo padre è uno scienziato). Tuttavia, lei —Come la stragrande maggioranza delle donne di quel tempo— non possiede le proprie decisioni. In effetti, qualsiasi piano familiare o privato dipende totalmente dall'approvazione del tuo marito dalla mentalità conservatrice.

La lettera

La routine quotidiana di Sofia e Daniel insieme alle sue due figlie proviene da una famiglia benestante senza molte preoccupazioni. Tuttavia, in fondo, lei no questo completamente soddisfatto della sua vita di coppia. Cosa c'è di più, questa donna mettere da parte la sua formazione universitaria dedicarsi esclusivamente alle faccende domestiche e a compiacere il coniuge.

tutto cambia radicalmente quando Daniel riceve una lettera da mittente sconosciuto con informazioni inquietanti della sua cara madre, Tabernacolo. La lettera sottolinea che lei non è la sua vera madre.... Se vuole conoscere la verità, deve recarsi immediatamente a Parigi, quella stessa notte. Inoltre, appare un personaggio chiave per gli eventi successivi: Klaus.

I momenti storici

Prima di partire, Daniel Interroga suo padre sulla questione, ma quest'ultimo gli consiglia di lasciare in pace il passato. Tuttavia, l'avvertimento di Romualdo non fa che aumentare l'incertezza del suo erede, che non ci vuole molto a scomparire. In quel modo, Sofia inizia una rapida ricerca in mezza Europa per scoprirlo dove e soprattutto perché sei marito è andato.

A Parigi sono scatenati le manifestazioni di detto maggio francese - probabilmente - il più grande sciopero generale mai visto in Europa occidentale. A quel punto, il libro descrive in dettaglio l'intrastoria di l'intero quadro socio-politico dell'epoca, non solo in territorio gallico, soprattutto nella Berlino divisa dal muro e nella Madrid tardo-franchista.

Il sospetto

Gli elementi cospirativi dovuti al coinvolgimento del KGB e della Stasi aggiungono suspense a una rete già complicata. Allo stesso modo, i servizi di intelligence al servizio del regime franchista hanno una partecipazione sostanziale. Tutto questo è perfettamente integrato dalla magistrale ricreazione delle ambientazioni storiche di Paloma Sánchez-Garnica.

Analisi

Uno degli enormi meriti dell'autrice spagnola risiede nella costruzione dei suoi personaggi. È più, la rappresentazione dei protagonisti ha la profondità psicologica di una persona reale. Di conseguenza, il lettore percepisce come affidabili le emozioni di Sofia e Daniel, così come le sofferenze, le paure, le virtù ei difetti di tutti i membri della storia.

Alla fine, l'intrigo (logico) e la suspense delle cospirazioni di spionaggio coesistono senza soluzione di continuità con l'evoluzione commovente dell'amore della coppia Sandoval. A titolo di chiusura, Il sospetto di Sofia lascia un messaggio universale: se una persona vive oppressa sotto un regime totalitario (Daniel in Franco, Klaus nella Germania dell'Est) non potrà vivere con vero benessere.

Come è nata la storia di Sofia

La tua esperienza personale

Sánchez-Garnica ha detto al giornale ABC nel 2019 che ha assistito in prima persona dell'intero processo di transizione verso la democrazia diventa dopo la morte di Franco. A tal proposito ha dichiarato: “Non ci siamo svegliati il ​​giorno dopo come un Paese democratico, ci è voluto molto impegno e tanto merletto a fuselli. Alla fine, con la Costituzione, abbiamo trovato un accordo per andare avanti”.

Allo stesso modo, lo scrittore spagnolo si trovava a Berlino alla vigilia della demolizione del cosiddetto Antifaschistischer Schutzwall —Muro di protezione antifascista— della DDR. Allo stesso modo, nella capitale tedesca ha assistito agli universi opposti da entrambe le parti della costruzione più simbolica della Guerra Fredda, il Schandmauer o Muro della Vergogna, come veniva battezzato sul lato occidentale.

Ispirazione e stili

Dopo il rilascio di il sospetto di Sofia, la scrittrice iberica affermava di essersi ispirata a vari autori nazionali e stranieri al momento della scrittura. Tra i testi citati vi sono Colonnello Chabert (1832) di Honoré de Balzac, La moglie di Martin Guerre (1941) di Janet Lewis e Berta Island ( Javier Marías.

Certamente, Sánchez-Garnica è riuscito a mescolare alcune caratteristiche stilistiche dei tre romanzi citati. Queste caratteristiche sono apprezzabili per il suo account in terza persona che combina naturalmente eventi passati e presenti. Il risultato è un libro più di seicento pagine con il potere di agganciare ai lettori dalla prima all'ultima riga.

Circa l'autore, Paloma Sánchez-Garnica

Paloma Sanchez-Garnica

Paloma Sanchez-Garnica

Prima di diventare formalmente una scrittrice, Paloma Sánchez-Garnica (Madrid, 1962) ha esercitato la professione di avvocato, essendo laureata in Giurisprudenza, Geografia e Storia. Su debutto letterario è arrivato nel 2006 con Il grande arcano. Poi, nel 2009 ha cominciato ad essere riconosciuto nel suo paese attraverso la fortunata pubblicazione di La brezza orientale.

Poi sono apparsi L'anima delle pietre (2010), Le tre ferite (2012) y La sonata del silenzio (2014). La consacrazione definitiva è arrivata con il varo di La mia memoria è più forte della tua dimenticanza, vincitrice del Fernando Lara Novel Prize 2016. Per questo motivo, l'autrice ha cercato di prepararsi a fondo per mantenere alto l'asticella nel suo prossimo libro: Il sospetto di Sofia.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.