Altri scrittori vincitori di premi Nobel portati al cinema

Con il Premio Nobel per la letteratura appena assegnato allo scrittore britannico Kazuo Ishiguro, esaminiamo altri scrittori vincitori le cui opere sono state trasformate in un film come quello di Ishiguro.

Ignorando il fatto che il cinema si nutre di letteratura, sembra che quando adegua quelle opere dei vincitori del premio letterario più prestigioso del mondo, acquista ancora una dimensione maggiore. Ma sono sempre stati un successo o sono rimasti in produzioni corrette o semplici omaggi? Vediamo alcuni esempi con i cognomi di Hemingway, Munro, Faulkner, Steinbeck, Cela, Grass, Kipling o García Márquez.

Alice Munro

Lo scrittore canadese ha vinto il Premio Nobel nel 2013. Considerato come «il Cechov dal Canada«, È specialista in racconti e racconti in cui ritrae la vita di tutti i giorni. Alcuni dei suoi titoli lo sono l'amore di una donna generosa (1998) u Odio, amicizia, corteggiamento, amoreMolti di loro sono stati adattati al cinema e soprattutto alla televisione. E forse l'adattamento più noto è quello dell'attrice e regista Sarah Polley, che ha girato nel 2006 Lontano da leia, con Julie Christie.

Camilo José Cela

Cela ha vinto il Nobel nel 1989 e ci sono stati diversi suoi lavori portati al cinema, come La famiglia di Pascual Duarte Diretto da Ricardo Franco, con Jose Luis Gómez e Hector Alterio. O Alveare, di Mario Camus, con un cast corale del meglio del cinema spagnolo. E anche L'insolita e gloriosa impresa del cipote di Archidona, di Ramón Fernández quando abbiamo le informazioni.

Günter Grass

Il controverso scrittore tedesco ha vinto il Premio Nobel nel 1999 e la sua opera più conosciuta, Il tamburo di lattaè stato trasformato in un film in un'ex coproduzione della Germania occidentale con la Francia nel 1978. L'anno successivo ha vinto una Palma d'Oro per il miglior film e un Oscar per il miglior film straniero.

Gabriel García Márquez

Del Nobel colombiano in 1982 molte delle sue opere sono state adattate, ma con scarso successo per la critica e il pubblico in generale. Forse titoli come Il colonnello non ha nessuno che gli scriva, nella sua versione del 1999 con protagonisti, tra gli altri, Salma Hayek e Marisa Paredes. Una cronaca di una morte annunciata è stato adattato nel 1987, con Anthony Delon, Ornella Mutti o Rupert Everett. Avevano anche le loro immagini Amore e altri demoni o L'amore ai tempi del colera, con Javier Bardem.

Ernest Hemingway

Hemingway ha vinto il Nobel nel 1954 e ci sono molti suoi romanzi (più di 15) che sono diventati anche grandi adattamenti cinematografici di successo. Sono tra di loro:

  • Il vecchio e il mare, dal 1958, con Spencer Tracy.
  • Addio alle pistole in due versioni con Gary Cooper e Helen Hayes nel 1932 e con Rock Hudson e Jennifer Jones nel 1957.
  • Le nevi del Kilimangiaro, 1952, con Gregory Peck e Ava Gardner.
  • Per chi suona la campana, 1943, con Ingrid Bergman e Gary Cooper.

John Steinbeck

Premio Nobel in 1962John Steinbeck ha narrato come nessun altro il dramma dell'operaio americano durante la Grande Depressione. Le sue opere più note adattate al cinema sono Di topi e uomini, con una prima versione del 1939 e una seconda nel 1992. E ovviamente ci sono anche gli indimenticabili L'uva dell'ira y A est dell'Eden.

Rudyard Kipling

Kipling era il primo inglese nell'ottenere il Nobel letterario in 1907. Il suo classico più famoso, Il libro della giungla, ha avuto un primo adattamento realizzato dal regista Zoltan korda en 1942, i cui effetti speciali e la colonna sonora sono stati nominati agli Oscar. Ma senza dubbio quello che tutti ricordiamo è il Versione dei cartoni animati di Walt Disney cosa ha fatto 1967. L'anno scorso è stata rilasciata l'ultima versione diretta da Jon Favreau.

George Bernard Shaw

Shaw ha vinto il premio in 1925 e ha realizzato un adattamento cinematografico della sua opera forse più famosa, Pigmalione. La sceneggiatura gli è valsa un Oscar nella sua categoria. Hanno recitato in esso Leslie Howard e Wendy Miller. Ma la più famosa è stata la seguente versione musicale di 1964, che ha vinto 8 statuette, My Fair Lady. Impossibile da dimenticare Rex Harrison e Audrey Hepburn nei panni del professor Higgins ed Elisa, la giovane fioraia che cercherà di diventare una signora dell'alta società.

William Faulkner

Faulkner ha vinto il Premio Nobel per la letteratura in 1949, diversi anni dopo aver fatto il salto a Hollywood come sceneggiatore. Molte di queste sceneggiature sono state trasferite sullo schermo dal suo amico e grande regista Howard Hawks. Uno dei più famosi che ha firmato è stato quello di El sogno eterno, un capolavoro di film noir con protagonista Humphrey Bogart e Lauren Bacall in 1946.

Faulkner ha anche adattato alcune delle sue opere per il cinema, come Viviamo oggi (1933), un dramma con Joan Crawford y Gary Cooper che Hawks ha anche diretto. Nel 1969 Mark rydell ha adattato un altro dei suoi romanzi, I borseggiatori, per il quale lo scrittore aveva ricevuto un Premio Pullitzer.

Abbiamo visto alcuni di questi lavori nei tuoi adattamenti cinematografici? Ci sono piaciuti? Sicuramente si.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.