Robert Burns. 222 anni senza il più famoso poeta scozzese. 4 poesie

Oggi c'è anche un altro importante anniversario, quello di morte, 222 anni fa oggi, dal più famoso poeta scozzese, Robert Burns. Sicuramente tutti abbiamo sentito (e provato a cantare) una melodia universale con la quale i popoli sassoni salutano l'anno, il loro Auld Lang Syne. Ma ce ne sono innumerevoli poesie e canzoni. Rivedo un po ' la sua vita e alcuni di loro per ricordare questo grande della poesia.

Robert Burns

Robert Burns è nato a Scozia nel 1759 e visse solo 37 anni . Ma nonostante la sua breve esistenza, ha lasciato un'enorme eredità di poesie e canzoni che hanno avuto, e ancora conservano, il potere di sorprendere, intrattenere e emozionare. È sicuramente il poeta scozzese più conosciuto e influente.

Famiglia di umili agricoltoriEra il maggiore di sette fratelli e suo padre voleva che i suoi figli venissero istruiti e imparassero a leggere e scrivere oltre a lavorare nei campi. Con 27 anni Robert ha ottenuto la fama pubblicando la tua prima raccolta di poesie, Poesie principalmente in dialetto scozzese, che ha avuto un impatto sull'élite intellettuale di Edimburgo.

Era un scozzese fervente e ha sempre conservato l'amore per le sue origini contadine. Le sue opere hanno spesso affrontato i problemi che affliggevano le classi inferiori e ha voluto sottolineare uguaglianza sociale.

Poesie e canzoni

Di solito sono classificati in tre categorie principali: il filosofico, il romantico e l'umoristico, ma sono anche combinati in più di una poesia. Tra loro ci sono: Amore e libertà Tam o'Shanter, Highland Mary, I due cani, Un bacio amorevole, A Mary in Heaven o Venendo attraverso la segale.

Auld Lang Syne

(Per i vecchi tempi)

Le vecchie amicizie dovrebbero essere dimenticate
e non ti ricordi mai?
Le vecchie amicizie dovrebbero essere dimenticate
e i vecchi tempi?

Per i vecchi tempi, amico mio

per i vecchi tempi:

avremo un bicchiere di cordialità

per i vecchi tempi.

Abbiamo entrambi corso giù per le piste
e raccolse le belle margherite,
ma ci siamo sbagliati molto con i piedi doloranti
dai vecchi tempi.

Per i bei vecchi tempi, amico mio ...

Abbiamo entrambi guadato il fiume
da mezzogiorno a cena,
ma ampi mari hanno ruggito tra di noi
dai vecchi tempi.

Per i bei vecchi tempi, amico mio ...

Ed ecco una mano, mio ​​fedele amico,
e dacci una delle tue mani,
e beviamo un abbondante bicchiere di birra
per i vecchi tempi!

***

Lo strappo

Il mio cuore è angosciato e le lacrime scendono dai miei occhi;
la gioia mi è stata strana per molto, molto tempo:
dimenticato e senza amici sopporto mille montagne
senza una voce dolce che mi risuoni nelle orecchie.

Amarti è il mio piacere e ferisce profondamente il tuo fascino;
amarti è la mia miseria, e questo dolore lo ha dimostrato;
ma il cuore ferito che ora sanguina nel petto
sembra un flusso instancabile che presto verrà annullato.

oh, se fossi ... se potessi accarezzare la felicità, potrei ...
giù nel giovane ruscello, nel verde stanco castello;
perché lì vaga tra melodie permanenti
quella lacrima secca dai tuoi occhi.

***

Una rosa rossa, rossa

Oh il mio amore è come una rosa rossa
che fiorisce a giugno.
Il mio amore è come una melodia
dolcemente interpretato.

Quindi sei il mio dolce amato
così profondo è il mio amore
che continuerò ad amarti
Fino a quando i mari non si saranno prosciugati

Finché i mari si saranno prosciugati amore mio
e le pietre si sciolgono al sole
Continuerò ad amarti, amore mio,
finché la vita continua ad esistere.

E io ti saluto, mio ​​unico amore,
Ti saluto per un po '
ma tornerò, amore mio
anche se è a migliaia di chilometri di distanza

***

Un pidocchio

Oh! Dove stai andando, creatura strisciante?
 [...]
Come osi mettere la gamba in questo modo
di una signora così elegante!
Vai a trovare la tua cena altrove
su qualche povero corpo.
Vai a un tempio tozzo.
Lì puoi strisciare, mentire e rotolare
con i tuoi simili, assalta il bestiame,
in moltitudini e nazioni;
dove non c'è il corno o il pettine d'osso
alle sue fitte piantagioni.

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.