I migliori libri di Chimamanda Ngozi Adichie

Per secoli, la cultura africana è stata oppressa da potenze straniere che hanno cercato di instillare la loro visione del mondo in gran parte del continente nero. Ed è ora, nel XXI secolo, che si sono levate voci diverse per raccontare la realtà di ieri, oggi e domani, essendo la nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie uno dei più grandi ambasciatori di questa nuova ondata. Ti invitiamo a sapere I migliori libri di Chimamanda Ngozi Adichie per immergersi in tutte quelle storie congelate nel tempo e che oggi si aprono al mondo per rivendicare l'uguaglianza in tutti i suoi sensi.

I migliori libri di Chimamanda Ngozi Adichie

I migliori libri di Chimamanda Ngozi Adichie

Fotografia: TedTalk

Nata come quinta figlia di un matrimonio igbo in Nigeria, Chimamanda Ngozi Adichie (Nigeria, 1977) ha vissuto per gran parte della sua infanzia nella stessa casa che un tempo apparteneva al famoso scrittore. Chinua Achebe. Influenze che cementarono l'inquietudine di un giovane Adichie che, a 19 anni, ottenne una borsa di studio per studiare Comunicazione e Scienze Politiche alla Drexel University di Philadelphia. Una formazione che si collegherebbe con vari corsi di scrittura creativa e un master in studi africani presso l'Università di Yale.

Chimamanda negli anni è diventata una delle le grandi voci letterarie d'Africa, soprattutto grazie alla sua capacità di narrare tutte le vicende da una posizione intrecciata tra Africa e Stati Uniti. Tra i temi delle loro storie, femminismo e globalizzazione sono tra quelli ricorrenti, essendo le loro diverse conferenze Ted Talk quelle che hanno consacrato la loro posizione in un mondo globalizzato che ha bisogno di nuove prospettive.

Questi sono I migliori libri di Chimamanda Ngozi Adichie:

Il fiore viola

Il fiore viola

Pubblicato nel 2003, Il fiore viola è diventato il primo grande successo di Adichie. Una storia con due fratelli, Kambili e Jaja, dominati da un padre milionario e fanatico. Esposti al volto più duro della dittatura nigeriana, entrambi i giovani cambieranno la loro prospettiva sul proprio paese dopo aver trascorso alcuni giorni nel caldo appartamento della zia Ifeoma. Campione innato della capacità dell'autore di approfondire il problema africano e trasformandolo in un membro di una nuova generazione, The Purple Flower è un esercizio intelligente da parte dell'autore nel tentativo di plasmare la storia del proprio paese. Di un intero continente.

Mezzo sole giallo

Mezzo sole giallo

Il 30 maggio 1967, la regione nigeriana del Biafra ottenne l'indipendenza dal resto del paese dopo una guerra civile che uccise migliaia di persone. Un conflitto analizzato in Mezzo sole giallo attraverso tre personaggi: Ugwu, il dipendente di un professore universitario, Olanna, la moglie del professore, e Richard, un giovane inglese innamorato della misteriosa sorella gemella di Olanna. Personaggi scossi dalla guerra e che devono adattarsi alla riscrittura della storia di un paese attraverso temi come il femminismo, l'identità o gli effetti delle potenze straniere nell'Africa postcoloniale. Il romanzo ha vinto l'Orange Prize for Fiction in 2007.

Qualcosa intorno al tuo collo

Qualcosa intorno al tuo collo

Pubblicata nel 2009, questa raccolta di racconti evoca l'essenza letteraria di Adichie nella sua forma più pura. Dodici storie che parlano della realtà africana, di immigrati che arrivano negli Stati Uniti e non sanno cosa sia Il Re Leone, di parenti che crescono e mettono a tacere storie del passato o di donne che aspettano in un'ambasciata ricoperte di mosche aggrappate ad un alone di speranza. L'opera perfetta con cui entrare nell'universo di chi scrive e comprendere i diversi aspetti della vita di alcuni nigeriani che sognano di raggiungere quella "terra promessa" chiamata America. Certamente uno di I migliori libri di Chimamanda Ngozi Adichie.

Ti piacerebbe leggere Qualcosa intorno al tuo collo?

Americanah

Americanah

Ifemelu e Obinze sono due giovani nigeriani innamorati che un giorno lasceranno il loro paese per andare insieme negli Stati Uniti. Tuttavia, è Ifemelu che ottiene il visto per saltare dall'altra parte dell'Atlantico. Dopo essere arrivata in Occidente, e in vista degli studi universitari, la giovane donna deve affrontare i diversi pregiudizi latenti negli Stati Uniti nei confronti delle persone con il suo colore di pelle. Americanah, titolo che fa riferimento al termine con cui i nigeriani si riferiscono ai connazionali che tornano dagli Stati Uniti con aria di grandezza, è stato pubblicato nel 2013, diventando il capolavoro di Adichie. Una storia capace di addentrarsi nei tanti ostacoli che un africano pone per ritrovarsi in una terra diversa, cercando di realizzare la propria visione di una vita prospera. Il romanzo, ricorrente tra i primi posti nelle liste della letteratura africana, ha vinto il premio National Book Critics Circle Award nel 2014 e sarà adattato in una miniserie con protagonista Lupita Nyong'o.

Dovremmo essere tutti femministi

Dovremmo essere tutti femministi

Durante il suo 2012 Ted Talk, Chimamanda ha parlato al mondo di femminismo, di un equo e che rispettasse l'uomo. Un'uguaglianza che non ha coinvolto lo sguardo sorpreso di un cameriere laotiano quando una donna gli dà una mancia o di un addetto alla reception quando vede l'autore con i tacchi a spillo camminare per la hall di un albergo. Un discorso che ha conquistato gli applausi del pubblico a, in seguito, essere raccolti in forma di prova in questo Dovremmo essere tutti femministi, un libro tanto leggero quanto potente ideale per leggere durante un volo.

Il pericolo della singola storia

Il pericolo della singola storia

Anche se dovremmo essere tutte femministe, riprende il discorso di Adichie durante il suo Ted Talk 2012, il suo ultimo libro pubblicato in Spagna, Il pericolo della singola storia, trascrivi il discorso dello scrittore fatto nel 2009. Un saggio che afferma la necessità di non ridurre una persona o un paese a una singola storia, cercando di comprendere tutte le prospettive e le versioni esistenti dello stesso. Un esempio è il primo incontro dell'autore con la sua coinquilina all'Università di Filadelfia. È rimasta sorpresa dal suo fluente accento inglese e gli ha chiesto se ascoltava musica tribale sul walkman. "Sto ascoltando Mariah Carey," rispose Adichie.

Hai il coraggio di leggere questi libri migliori di Chimamanda Ngozi Adichie?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.