La nostra selezione dei 10 migliori libri dell'anno 2018.

Il 2018 è finito, ma ci lascia molti grandi romanzi che vale la pena leggere.

Il 2018 è finito, ma ci lascia molti grandi romanzi che vale la pena leggere.

Abbiamo concluso l'anno con a selezione dei dieci migliori libri del 2018, che dovrebbero davvero essere chiamati, i dieci libri che hanno catturato la nostra attenzione quest'anno che ci lascia. Ne abbiamo scelti dieci, anche se avremmo anche potuto sceglierne il doppio. La metà sarebbe stata molto difficile per me.

Come sempre, Non sono tutti quelli che sono, ma sono tutti quelli che sono. Ognuno di loro, un'ottima scelta, devi solo scegliere il genere che ci piace di più. La storia sarà all'altezza.

La strega di Camila Lackberg. Ed. Maeva.

Decima puntata della serie I crimini di Fjällbacka.

La scomparsa di Linnea, una bambina di quattro anni, da una fattoria alla periferia di Fjällbacka, risveglia ricordi tragici. Trent'anni prima, nella stessa fattoria, si erano perse le tracce di un'altra ragazza, Stella, che presto fu trovata morta. Poi due adolescenti sono stati accusati del suo rapimento e omicidio, processati e giudicati colpevoli, ma hanno evitato di andare in prigione perché minorenni.

Una di loro ha condotto una vita pacifica a Fjällbacka, l'altra, un'attrice di successo, torna per la prima volta dopo l'evento per interpretare Ingrid Bergman in un film da girare nella zona.

Gli abitanti di Fjällbacka si organizzano per cercare Linnea, e quando finalmente la trovano, morta, vicino allo stagno dove decenni fa è stato ritrovato il corpo dell'altra ragazza, si chiedono timorosamente se altre ragazze possano essere in pericolo.

Sebbene Patrik creda che la verità trovi sempre la sua strada nonostante le voci e la superstizione, sia lui che i suoi colleghi alla stazione di polizia indagano sul collegamento tra i due casi.

Per questo avranno l'aiuto di Erika, che da tempo sta lavorando a un libro sull'omicidio di quella ragazza, apparentemente risolto anni fa.

Le figlie del capitano di María Dueñas quando abbiamo le informazioni. Ed. Planet.

New York, 1936. Il piccolo ristorante El Capitán inizia il suo viaggio sulla Quattordicesima Strada, una delle enclave della colonia spagnola che a quel tempo risiede nella città. La morte accidentale del suo titolare, la tarambana Emilio Arenas, costringe le sue indomabili figlie ventenni a rilevare l'attività mentre il tribunale delibera la riscossione di un promettente risarcimento. Abbattute e tormentate dall'urgente necessità di sopravvivere, le capricciose Victoria, Mona e Luz Arenas si faranno strada tra grattacieli, compatrioti, avversità e amori, determinate a trasformare un sogno in realtà.

Con una lettura tanto agile e avvolgente quanto commovente, Le figlie del capitano racconta la storia di tre giovani donne spagnole che furono costrette ad attraversare un oceano, si stabilirono in una città abbagliante e combatterono coraggiosamente per trovare la loro strada. Un omaggio alle donne che resistono quando i venti soffiano contro e un omaggio a tutte quelle persone coraggiose che hanno vissuto - e vivono - l'avventura, spesso epica e quasi sempre incerta, dell'emigrazione.

Il giorno in cui l'amore è stato perso di Javier Castillo. Ed. Sum.

A mezzanotte del 14 dicembre, una giovane donna ammaccata si presenta nuda presso la struttura dell'FBI a New York. L'ispettore Bowring, capo dell'Unità di Criminologia, proverà a scoprire cosa nasconde un biglietto giallastro con il nome di una donna che ore dopo appare decapitata in un campo. L'indagine lo immergerà completamente in una trama in cui destino, amore e vendetta si intrecciano in una raccapricciante storia che è collegata alla scomparsa di una ragazza diversi anni prima e di cui non avrebbe mai potuto scoprire dove si trovava.

 Patria di Fernando Aramburu quando abbiamo le informazioni. Tusquets Editors.

Premio Narrativo Nazionale

Premio della critica narrativa

Premio Francisco Umbral per il libro dell'anno

Il giorno in cui l'ETA annuncia l'abbandono delle armi, Bittori si reca al cimitero per raccontare alla tomba del marito, Txato, assassinato dai terroristi, che ha deciso di tornare nella casa dove vivevano. Riuscirà a convivere con coloro che l'hanno molestata prima e dopo l'attacco che ha sconvolto la sua vita e quella della sua famiglia? Riuscirà a sapere chi era l'uomo incappucciato che ha ucciso suo marito un giorno di pioggia, mentre tornava dalla sua compagnia di trasporti? Non importa quanto subdola, la presenza di Bittori altererà la falsa tranquillità della città, in particolare la sua vicina Miren, un'amica un tempo intima e madre di Joxe Mari, una terrorista imprigionata e sospettata delle peggiori paure di Bittori. Cosa è successo tra quelle due donne? Cosa ha avvelenato la vita dei tuoi figli e dei tuoi mariti affiatati in passato? Con le loro lacrime nascoste e le convinzioni incrollabili, con le loro ferite e il loro coraggio, la storia incandescente delle loro vite prima e dopo il cratere che fu la morte di Txato, ci parla dell'impossibilità di dimenticare e del bisogno di perdono in una comunità spezzata dal fanatismo politico.

Talion segnato da Santiago Díaz Cortés quando abbiamo le informazioni. Ed. Planet.

Cosa faresti se avessi solo due mesi di vita?

Marta Aguilera, giornalista impegnata nel suo mestiere, riceve notizie che cambieranno il suo destino: un tumore minaccia la sua salute e le restano appena due mesi di vita. Non avendo nulla da perdere e nessuno da ritenere responsabile, Marta sente che la realtà è un luogo minaccioso e decide di occupare il tempo che le rimane per insegnare GIUSTIZIA.
In una corsa contro il tempo per la propria vita e contro l'incrollabile ispettore Daniela Gutiérrez, Marta Aguilera cercherà di applicare la sua particolare legge di ritorsione.

Grandi libri del 2018 da leggere nel 2019.

Grandi libri del 2018 da leggere nel 2019.

Io, Julia segnato da Santiago Posteguillo. Ed. Planet.

Premio Planeta 2018 con un romanzo femminista ambientato nell'Impero Romano.

192 dC Diversi uomini combattono per un impero, ma Giulia, figlia di re, madre di Cesari e moglie dell'imperatore, pensa a qualcosa di più grande: una dinastia. Roma è sotto il controllo di Commodo, un imperatore pazzo. Il Senato complotta per porre fine al tiranno ei governatori militari più potenti potrebbero inscenare un colpo di stato: Albino in Gran Bretagna, Severo sul Danubio o Black in Siria. Confortevole tiene le sue mogli per impedire la loro ribellione e Julia, la moglie di Severo, diventa così un ostaggio.

All'improvviso, Roma brucia. Un incendio devasta la città. È un disastro o un'opportunità? Cinque uomini si preparano a combattere fino alla morte per il potere. Pensano che il gioco stia per iniziare. Ma per Julia il gioco è già iniziato.

Sa che solo una donna può forgiare una dinastia.

Ai tempi dell'odio di Rosa Montero quando abbiamo l'informazione. Seix Barral.

Terza puntata della serie Bruna Husky. Premio nazionale di letteratura.

La detective Bruna Husky, indipendente, asociale, intuitiva e potente, ha solo un punto vulnerabile: il suo grande cuore. Quando l'ispettore Lizard scompare senza lasciare traccia, il detective parte per una ricerca disperata e programmata del poliziotto. La sua ricerca la conduce in una remota colonia dei Nuovi Antichi, una setta che nega la tecnologia, oltre a rintracciare le origini di un'oscura rete di potere che risale al XVI secolo. Nel frattempo, la situazione mondiale si fa sempre più sconvolta, aumenta la tensione populista e la guerra civile sembra inevitabile.
Bruna dovrà affrontare la sua più grande paura, la morte, in una storia che è un ritratto accurato e abbagliante dei tempi in cui viviamo.
The Times of Hate è un romanzo intenso con azione frenetica, in cui sono presenti i grandi temi di Rosa Montero: il passare del tempo, il bisogno degli altri di rendere la vita degna di essere vissuta, la passione come ribellione contro la morte, gli eccessi di potere e l'orrore dei dogmi.

Il cacciatore di funghi di Long Litt Woon. Ed. Maeva.

Dopo la morte inaspettata del marito, Long Litt Woon scopre il meraviglioso mondo dei funghi e si unisce ai Mushroom Pickers, un gruppo dedito allo studio e alla raccolta. In questi ricordi si avventura anche in un viaggio personale di conoscenza di sé e superamento del dolore. Long racconta una storia tanto positiva quanto dolorosa, e fa entrare il lettore nella sua ricerca personale e la sente come sua. L'autore non solo mostra i funghi come cibo o veleno pericoloso, ma spiega anche la loro storia e importanza culturale. L'incontro tra i funghi e il tuo personale processo di lutto innescherà profondi cambiamenti nella tua vita e ti darà un nuovo significato e una nuova identità.

Ordesa di Manuel Vilas. Ed. Alfaguara.

Miglior libro dell'anno secondo Babelia (El País)
Libro consigliato da La Esfera (The World)
Premio Letteratura Arti e Lettere (El Heraldo)

Un romanzo su come rimettere insieme i nostri pezzi rotti per capire chi siamo.

Una lettura intima della storia recente della Spagna.

Realtà e finzione si mescolano in questo romanzo scritto con una voce coraggiosa e trasgressiva che ci racconta una storia vera e difficile in cui tutti possiamo riconoscerci.

Dallo strappo a volte, e sempre dall'emozione, Vilas ci racconta di tutto ciò che ci rende vulnerabili, della necessità di rialzarci e andare avanti quando non sembra possibile, quando quasi tutto ciò che ci univa agli altri è scomparso o noi l'ho rotto. È allora che l'amore e una certa distanza -anche quella che l'ironia ci permette- possono salvarci.

Un educazione di Tara Westover. Ed. Lumen.

Miglior libro dell'anno dal New York Times.

Miglior libro dell'anno per Amazon.

Nata nelle montagne dell'Idaho, Tara Westover è cresciuta in armonia con una grande natura e si è inchinata alle leggi stabilite da suo padre, un mormone fondamentalista convinto che la fine del mondo è imminente. Né Tara né i suoi fratelli vanno a scuola o consultano un medico quando sono malati. Lavorano tutti con il padre e la madre è una guaritrice e l'unica ostetrica della zona.

Tara ha un talento: cantare e un'ossessione: conoscere. Mette piede in un'aula per la prima volta all'età di diciassette anni: non sa che ci sono state due guerre mondiali, ma nemmeno la data esatta della sua nascita (non ha documenti). Presto scopre che l'istruzione è l'unico modo per fuggire da casa. Nonostante sia partita da zero, raccoglie le forze per prepararsi all'esame di ammissione all'università, attraversare l'oceano e diplomarsi a Cambridge, anche se per farlo deve rompere i legami con la sua famiglia.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

3 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Alfredo Doors suddetto

    veramente? Ordesa de Manuel Vilas, è il peggiore che abbia letto quest'anno. Sembra incredibile che ti lasci influenzare dall'autopromozione che gli editori danno ad alcuni dei loro libri. Che una campagna di marketing non influenza la tua lettura.

    1.    Ana Lena Rivera Muñiz suddetto

      Ciao Alfredo:
      Ogni volta che viene fatta una lista, è una selezione personale, e sai già che per quanto riguarda gusti e opinioni, sono tutte ugualmente valide ... Se facciamo il test e chiediamo a 100 persone del settore di fare questa lista, avrai 100 liste diverse, e ognuna penserà che le altre 99 abbiano troppi e troppo pochi libri. Grazie ai tempi in cui viviamo, c'è così tanta letteratura che tutti possiamo scegliere in base alle nostre preferenze. Grazie per averci letto, per aver espresso la tua opinione e per aver condiviso: Buon Anno Nuovo! Ana Lena.

  2.   Xisca Tous suddetto

    Delle 10 che ho selezionato ce n'era una: «Pàtria» ma la ri-collezione di tote bag. È un capolavoro, è fantastico per la prospettiva poliedrica e universale. Le librerie D'aquest non serviranno per scrivere mute, ma saranno una qualsiasi.