La meravigliosa esperienza di leggere un libro con il naso

Libro

Copertina del libro «El profumo».

Di recente, sfogliando gli scaffali della mia libreria accanto al letto, Ho scoperto un libro che mi ha sorpreso come un libro non mi ha sorpreso per molto tempo. Devo ammettere che l'ho notato per il suo adattamento cinematografico diretto da Tom Tykwer. Qualcosa che di solito non mi capita ma che, questa volta, mi ha permesso di incontrare quello che a mio avviso è uno dei romanzi più sorprendenti del Novecento.

"Perfume" è uno di quei film che se visti non lascia nessuno indifferente a causa di una trama e di un'immagine scioccante. Qualcosa che, dopo averlo visto, ho tenuto a lungo in mente e che si è risvegliato, come un profumo dimenticato, quando ho sentito sullo scaffale la presenza del libricino con lo stesso titolo "enigmatico".

Logicamente non ho potuto resistere a prenderlo, ma non prima di essermi vergognato della mia assoluta ignoranza quando non mi ero reso conto fino a quel momento che l'origine della trama di quel film che mi aveva così colpito era originaria di un libro di cui ero completamente all'oscuro.

Una volta letto, mi sono accorto di una situazione che mi è capitata mentre mi godevo il romanzo che non mi era mai capitata e che ha indubbiamente caratterizzato questo lavoro come autentico. L'autore, Patrick Süskind, quando ha scritto questa storia negli anni '80, è stato in grado di fare qualcosa che pochissimi scrittori possono fare..

"Il profumo", in questo modo, non è diverso per la sua trama ma per come ci viene presentato e per come vengono descritti gli eventi che avvengono. A differenza di altri libri, in questo caso,  il lettore conosce la storia attraverso l'olfatto. La descrizione dello spazio è resa olfattiva ei personaggi e gli ambienti si conoscono dal loro odore e non dalla loro fisionomia. fisica.

Pertanto, durante la lettura, si contestualizza attraverso i diversi odori descritti tutto ciò che sta accadendo. Muovendosi così, al Settecento attraverso un nuovo significato e attraverso le sensazioni che ne derivano. L'odore diventa, in questo modo, l'asse fondamentale di tutto, fondamentale per comprendere l'evoluzione dell'argomento.

Un magistrale espediente letterario ideato da Süskind che ce lo presenta attraverso il personaggio principale del romanzo, Jean-Baptiste Grenouille. Una donna assassina con una capacità soprannaturale di catturare l'odore. Un romanzo noir, storico e horror unico e diverso che coinvolge il lettore attraverso una nuvola di odori reali di ogni genere.

È davvero affascinante che questo Il più venduto pubblicato nel 1985 è stato il primo romanzo scritto dal romanziere tedesco. Un modo straordinario, a disposizione di pochissimi, per iniziare la carriera di scrittore.

Con questo vi saluto non senza prima ricordarvi una citazione scritta da Claudio Magris in cui afferma che: "Un vero critico letterario è un detective, ed è possibile che il fascino di questa indiscutibile attività non consista nelle interpretazioni sofisticate, ma nell'odore di un segugio che conduce a un cassetto, a una biblioteca, al segreto della vita "

Sicuramente, come afferma Magris, è stato l'odore che mi ha portato a trovare e scoprire questo meraviglioso romanzo in mezzo a un mare di libri e sensazioni.

 

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   RICHI suddetto

    IL FILM ERA DUSTIN HOFFMAN E NON DICO PIÙ UN GRANDE FILM e il miglior libro è ancora uno dei miei primi libri nella mia biblioteca, sì, signore, una raccomandazione molto buona