Hiroshima. 6 agosto. 5 libri da ricordare.

6 agosto 1945. Hiroshima. Una data e un posto nel mondo ancorati in uno dei i ricordi più oscuri e deplorevoli nella storia dell'umanità. Questi sono 5 letture su cui riflettere su di loro ancora una volta. Li firmano attori e sopravvissuti dall'ecatombe nucleare che ha devastato anche Nagasaki tre giorni dopo.

Bombe atomiche: Hiroshima e Nagasaki - Javier Vives

Questo libro è stato pubblicato per Commemorazione del 70 ° anniversario del lancio delle bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki. Disponibile online e con il sostegno dell'ambasciata giapponese in Spagna e della Japan Foundation, è a omaggio a queste due città il cui bombardamento pose fine a una guerra nel modo più forte e definitivo. Include anche un file intervista realizzato dalla giornalista Inma Sanchís a un testimone della tragedia.

Diario di Hiroshima di un medico giapponese - Michihiko Hachiya

Il suo attore era un medico assegnato all'ospedale delle comunicazioni da Hiroshima. Ferito nell'esplosione, è riuscito a riprendersi e si è dedicato ad aiutare agli altri sopravvissuti. La sua desolazione per il proliferare di malattie incomprensibili fino a quel momento fu tanto quanto l'umiliazione per la resa del suo paese e del divino imperatore. Ma ha continuato ad avere motivi per vivere.

Il pilota di Hiroshima - Günther Anders

Questo libro raccoglie i file corrispondenza che ha mantenuto il filosofo viennese Gunther Anders y Claude Eaterly, il pilota che ha sganciato la bomba su Hiroshima. Già mostra e riflette come un classico con un tema senza tempo il senso di colpa il pilota ha sofferto dopo aver realizzato il disastro che aveva contribuito a causare.

In realtà, l'ordine era stato quello di distruggere il ponte tra il quartier generale e la città di Hiroshima, ma a errore di calcolo ha fatto cadere la bomba sulla città. Torna alla base, Eatherly ha promesso di dedicarsi alla lotta contro le armi nucleari. E la cosa terribile che è accaduta ha segnato il resto dei suoi giorni.

Lettere dalla fine del mondo - Toyofumi Ogura

Con il sottotitolo di Da un sopravvissuto di Hiroshima, questo libro è incredibile testimonianza di prima mano di qualcuno che ha sofferto tutto e che ha saputo raccontarlo. Anche epistolare, un anno dopo la catastrofe Ogura scrive a serie di lettere scioccanti alla moglie morta di quello che è successo in quel momento.

Hiroshima - John Hersey

Oggi questo titolo ha venduto più di un milione di copieÈ punto di riferimento del giornalismo ricerca e anche già a letteratura di guerra classica. È l'unico articolo, tra le migliaia di scritti sulla bomba atomica, che descrive com'era la vita per i sopravvissuti a un attacco nucleare. Inoltre lo è considerato l'articolo di una rivista più famoso mai pubblicato.

Nell'estate del 1945 William shawn, direttore di The New Yorker, ha parlato con lui il giornalista John Hersey sulla pubblicazione di un file storia incentrata sull'aspetto più umano degli effetti della bomba atomica a Hiroshima. Pensava che, nonostante tutte le informazioni ricevute sulla bomba, ciò che era realmente accaduto lì non fosse commentato o trascurato.

Hersey ha accettato l'incarico e si è recato a Hiroshima per indagare e intervistare diversi sopravvissuti all'esplosione tra i quali alla fine ha scelto. sei testimonianze: una visita impiegato, Toshiko Sasaki; un medico, Masakazu Fuji; un vedova con tre bambini piccoli, Hatsuyo Nakamura; un missionario Tedesco, padre Wilhem Kleinsorge; un giovane chirurgo, Terufumi Sasaki e a Pastore Metodista, il reverendo Kiyoshi Tanimoto.

La sua pubblicazione ha scioccato la società. Era in un rapporto di a edizione monotematica da The New Yorker un anno e un mese dopo la tragedia. La rivista è andata esaurita e sono arrivate richieste da tutto il mondo per la sua ristampa. In seguito la sua diffusione fu come un incendio e in pochi mesi la casa editrice Alfred A. Knopf lo pubblicò come libro. L'anno successivo era già stato tradotto e pubblicato in tutto il pianeta.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)