Caballo de Troya, di JJ Benítez. 35 anni di una saga classica

Sì, l'ho letto. Totale. Beh, no, mento mi sta bene Il giorno del fulmine, Ce l'ho lì e ho rimandato per una lista infinita davanti. Ma non ci vorrà molto. Il resto è diminuito da quando mi hanno dato il primo quando avevo 15 anni. Ma sono già 35 che sono passati. La saga del cavallo di Troia rimane una delle più vendute, popolari e controverse di tutte. E il suo autore, JJ Benitez, un'autorità in materia di fantascienza e questioni occulte, è anche a Storico e.

Polemica ai suoi tempi, come tutto ciò che tocca la religione ei dogmi della fede, oggi non è altro che a lettura almeno particolare. La questione se lasci o meno un'impronta dipende logicamente dagli occhi con cui viene letto. E ovviamente è molto appropriato per queste date di Pasqua, in particolare, il suo primo e più popolare titolo. Pochi testi così esaustivi, descrittivi, intensi e completamente lontano dalla "versione ufficiale" per raccontare prima i tre giorni di Passione di Gesù di Nazareth e poi buona parte della sua vita e opera. Certamente, per credenti e non credenti.

Il falegname e io

Vai avanti a sfumatura che dovrebbe essere chiarita al lettore: sul punto di 15 anni , la mia educazione è stata quella di ogni figlio di un vicino in Spagna negli anni '70 e '80 cattolica, apostolica e romanica. Il primo EGB (sì, le sono sopravvissuto abbastanza bene) in a Collegio femminile delle suore di carità. E poi quello appena iniziato BUP (sì, non era neanche così terribile) in un piccolo istituto in una città di La macchia profonda.

Voglio dire, a adolescente normale ma quello che aveva sofferto una recentissima ed enorme perdita nell'anima. Quindi lo spirito che mi ha protetto poi ha camminato con le rivoluzioni tipiche di quell'epoca più il dolore immenso, ingiusto e incomprensibile, ma con cui devi imparare a convivere troppo presto. Ma al falegname sono sempre piaciuto e non potevo chiedergli un conto. Forse un giorno me li dà. Adesso mi piace ancora. E ho letto questa serie nel corso degli anni senza che quella simpatia fosse cambiata.

Perché si legge Cavallo di Troia essere un credente né alcuna fede lo scuote né ha motivo di abiurare, né quella lettura è presa come un affronto, uno scherzo o un insulto degno di scomunica per l'autore e per i lettori. Ai suoi tempi è successo.

Controverso, controverso ... Nah. Ancora una lettura.

Ogni volta che si parla, si scrive o si discute Istanze elevate (chiamate voi stessi come volete) rischiate entrare in uno scrub se non stai attento o perdi i moduli. Sai, il sesso, la religione e il calcio possono causare guerre mondiali.

Il lavaggio in cui è entrato JJ Benítez, autorità mondiale dell'universo paranormale e con gli UFO in mezzo, con Cavallo di Troia era considerevole. È iniziato con un file intrighi tempo presente iniziale, nella migliore tradizione dei romanzi di ricerche di manoscritti e derivati, dove il ricercatore deve decifrare mille enigmi e andare in mille posti finché non trova la documentazione che mette nelle sue mani un personaggio misterioso.

Da lì ha continuato a raccontare, con la voce di quel protagonista sconosciuto e con ogni sorta di termini tecnici e narrazione più brusca, un progetto militare nordamericano straordinario e super segreto (naturalmente) sviluppato con successo per viaggiare nel tempo. La domanda è vedere dove vanno (ci sono così tanti grandi momenti nella storia dell'umanità ...) e decidono per questo.Gli ultimi giorni della vita di Gesù di Nazareth.

Viaggio nel tempo e lezioni di storia

Due vengono scelti dopo uno preparazione esaustiva e molto completa non solo fisica, ma anche psicologica e ovviamente priva di credenze religiose di qualsiasi tipo. Eliseo, (nomi in codice, ovviamente), a ingegnere che rimane nel modulo per controllare tutto; Y Jason, un militare alta qualità e dottoreQuale sarà il esploratore, chiunque svolga il lavoro sul campo in Giudea nell'anno 30 con l'obiettivo di avvicinarsi il più possibile alla figura di Gesù.

Come premessa che non può mancare in questi casi, l'hanno fatto assolutamente vietato intervenire in qualche caso ciò potrebbe cambiare il corso della storia. E un'altra domanda è che né il presente né il passato né il futuro sono liberi dall'imprevisto.

Una volta nel passato, inizia la lezione di storia che Jason sta raccontando in prima persona. Così, la narrazione di ciò che gli accade è costellata di infinite note a piè di pagina, a volte su un'intera pagina, di dati raccolti da fonti storiche che stanno supportando, o anche cambiando, la percezione del protagonista di ciò che aveva studiato e di ciò che si trova realmente.

Quindi abbiamo questo aspetto di Romanzo storico romano che delizia i fan del genere. L'incontro del protagonista con, ad esempio, Ponzio Pilato È uno di quelli da non perdere. Ma ovviamente il file INCONTRO con lettere maiuscole È uno di quelli che non si dimentica per via della narrazione eccezionale del momento, raccontata con a intensità di quelli così reali che se sei entrato nella storia (e ci sei entrato), puoi ricrearla come se anche tu avessi il Maestro davanti a te, poiché da quel momento si arriva anche a chiamarlo. E lascia la faccenda del falegname per un'atmosfera più collegiale.

Pura fantascienza. O no?

Da li ti unisci già alla band. La galleria dei personaggi e fatti che vengono sfoggiati nei libri è infinito e dà a Jason ed Elíseo di andarsene concatenamento di viaggi. Dal ben noto (o no) discepoli, quelli di Sinedrio, il risorto Lazzaroo, nei titoli successivi, Maria (una pro rivoluzionaria, molto al gusto del patio attuale), l'altra sua figli e fratelli di Gesù, il Magdalena o Giovanni Battista visionario e mezzo matto e il re ancora più folle Erode.

Ma soprattutto insegnante, con cui si incontreranno più salti di tempo, ad esempio, essere più giovani e dediti alla costruzione di barche. E con chi si impegneranno conversazioni lunghe e profonde che, senza dubbio, se sono un prodotto dell'autore, continuo a togliermi il cappello per l'intensità raggiunta. E soprattutto per il umanizzazione e umanità donato a un personaggio della categoria di Gesù di Nazareth, indipendentemente, ripeto, dalle convinzioni di ciascuno su di lui

In breve

Perché devi leggere tutto e se è un file saga storica, spirituale, anche sotto forma di manuale di auto-aiuto, di molto sui generis e persino un romanzo rosa, Cavallo di Troia è uno dei migliori.

Serie Cavallo di Troia

  1. Gerusalemme (1984)
  2. Masada (1986)
  3. detto (1987)
  4. Nazareth (1989)
  5. taglio cesareo (1996)
  6. Hermon (1999)
  7. Nahum (2005)
  8. Jordán (2006)
  9. Canna (2009)
  10. Il giorno del fulmine (2013)

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Roberto Sumoza suddetto

    I miei saluti e omaggi.

    Le scrivo per chiederle se esiste un'edizione inglese del libro Il cavallo di Troia, Gerusalemme? L'autore di JJ Benítez.

bool (vero)