5 libri censurati durante la dittatura franchista

Nel corso della storia, molti libri sono stati censurati per molteplici ragioni: la Chiesa non tollerava la teoria delle specie di Darwin, l'ayatollah Khomeini dell'Iran chiese il capo di Salman Rushdie quando fu pubblicato The Satanic Verses, e in Thailandia The Hunger Games fu considerato un saga anti-famiglia. Tuttavia, le dittature continuano ad essere i maggiori filtri culturali esistenti e il regime franchista che ha regnato in Spagna per quasi cinquant'anni non ha fatto eccezione. Questi 5 libri censurati durante la dittatura franchista lo confermano bene.

La Regenta, di Leopoldo Alas Clarín

Fotografia: El Sol Digital

Dopo la proclamazione della Repubblica, molti libri esistenti lo furono interrotto dalle biblioteche e bruciato in pile per vari motivi: ideologie opposte, critiche a una società conservatrice o un eccessivo erotismo che la Chiesa non tollerava, essendo La Regenta uno dei libri che raccolse tutte le schede, ancor di più quando era un triangolo amoroso corrotto da un Maestro machiavellico . Il romanzo, già controverso dopo la sua pubblicazione nel 1884, fu classificato come "quasi eretico" e censurato in Spagna fino al 1962.

1984, di George Orwell

Pubblicato nel 1949, il magnum opus di Orwell è un'allusione alla politica autoritaria che è arrivata in un momento in cui il mondo si leccava le ferite causate dalla guerra più sanguinosa del suo tempo. In Spagna, il libro ha cercato di essere pubblicato un anno dopo, e sebbene l'idea della storia abbia sedotto il regime franchista (dopotutto era una buona arma di controllo), il romanzo è stato censurato in Spagna per "il suo alto contenuto sessuale". Tuttavia, l'edizione pubblicata nel 1952 ometteva tutto l'erotismo, per essere pubblicata interamente nel 1984.

La casa di Bernarda Alba, di Federico García Lorca

Dopo l'esecuzione di Lorca nel 1936, l'opera di uno dei migliori scrittori del nostro paese si è ridotta a soli tre titoli in territorio spagnolo: Poet in New York, pubblicato nel 1945 dal Consiglio superiore per la ricerca scientifica, Poems, con prefazione di Luciano de Taxonera e pubblicato a Madrid dalla casa editrice Alhambra nel 1944, e Opere complete: una compilazione e note di Arturo del Hoyo, edizione su carta biblica e rilegatura in pelle, costosa e, quindi, quasi inaccessibile per la maggior parte degli spagnoli. I 36 libri pubblicati durante la dittatura nel Catalogo Collettivo del Patrimonio Bibliografico Spagnolo, tra cui La casa de Bernarda Alba, sono stati pubblicati in edizioni argentine o francesi.

The Stranger, di Albert Camus

"Se non pubblichiamo un libro in spagnolo, facciamolo in lingua originale, così poche persone, tranne i circuiti più colti, lo compreranno". Questa era la conclusione su cui si basava il censore quando arrivò La Plague, il primo libro di Albert Camus pubblicato in Spagna nel 1955 mentre The Stranger faticava ad arrivare dall'Argentina per quasi un decennio fino alla sua pubblicazione nel 1958. Le ragioni erano evidenti, tenendo conto dell'apatia di un personaggio come Mr. Meursault, inadatto in una Spagna dove l'esistenzialismo non contava.

Pelle d'asino, di Charles Perrault

5 libri censurati durante la dittatura franchista

Che un re sposasse sua figlia non era una premessa che piaceva al regime franchista, motivo per cui la storia della principessa che fuggì dal suo regno vestita di pelle d'asino fu censurata nel nostro paese durante la dittatura. No, ai censori non piaceva la moralità "incestuosa" del set nonostante la morale bloccata in quanto rimane una delle le storie per bambini più popolari nella storia.

Skin of Asno non è stato curiosamente l'unico contenuto per bambini rifiutato dal regime franchista, essendo il cortometraggio anti-corrida Ferdinando el Toro, della Disney, bandito da un Francisco Franco a cui non piacevano i tori hippie.

Quali altri libri furono censurati durante la dittatura franchista?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

3 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Giovanni suddetto

    Penso che dovrei controllare la coppia di Lorca, che è stata assassinata ma non per mano dei repubblicani

  2.   ricardo suddetto

    troppa vendetta

  3.   Juan Gomez suddetto

    Paradiso della letteratura, volo verso l'inimmaginabile, pace, conoscenza, un sapore dell'ignoto, una cultura unica che riempie i nostri pensieri, un luogo eccellente per godersi le sue opere, commenti.