William Butler Yeats. 153 anni del grande poeta irlandese. 6 poesie

William Butler Yeats è uno dei più grandi poeti di Irlanda e oggi è suo . Fu anche un drammaturgo e una delle figure più rappresentative del rinascimento letterario irlandese. Era anche in politica e ha servito come senatore. Nel 1923 riceve il Premio Nobel per la letteratura. furgone 4 delle sue poesie per celebrare il suo anniversario.

William Butler Yeats

Nacido en Dublino, quando ha letto il suo discorso di accettazione del Nobel all'Accademia reale svedese Yeats ha dichiarato di farlo come bandiera del nazionalismo irlandese e dell'indipendenza culturale irlandese. Ed è che l'alone mistico che circondava questo autore aveva molto a che fare con il suo interesse e la sua lode che ha reso il mitologia epica e celtica della loro terra.

In effetti ha avuto contatti con il esoterismo del tempo e faceva parte dell'ordine segreto The Golden Dawn, anche se in seguito lo abbandonò. Ha fondato il Teatro dell'Abbazia e il Teatro nazionale irlandese, che ha diretto per tutta la vita, ispirandosi alle tradizioni celtiche e alle antiche leggende popolari.

Furgone 6 delle sue poesie per ricordarlo o presentarlo a chi non lo sapesse nel suo lavoro: Quando sarai vecchioChi ha sognato che la bellezza passa come un sogno?Ricorda la bellezza dimenticata Primo amore, Dai alla tua amata alcuni versetti y Il vino entra in bocca.

6 poesie

Quando sarai vecchio

Quando sei vecchio e grigio e stanco
e annuendo accanto al fuoco, prendi questo libro,
e leggere lentamente, sognando lo sguardo morbido
che i tuoi occhi avevano una volta, con le loro ombre profonde;
quanti hanno adorato i tuoi momenti di gioiosa grazia,
e hanno amato la tua bellezza con amore falso o vero;
ma un uomo ha amato in te l'anima pellegrina,
e ho amato i dolori del tuo volto mutevole.
E appoggiato al bagliore dei tronchi,
mormori, un po 'triste, come è fuggito l'amore,
come galleggiava lontano sulle montagne,
e nascose il suo volto tra una moltitudine di stelle.

***

Chi ha sognato che la bellezza passa come un sogno?

Chi ha sognato che la bellezza passa come un sogno?
Per queste labbra rosse, con tutto il loro orgoglio stanco,
già così triste, che nessuna meraviglia può prefigurare,
Troy ci ha lasciato con un lampo funereo e violento,
ei figli di Usna ci hanno abbandonato.

Sfiliamo e il mondo frenetico sfila con noi
Tra le anime degli uomini, che salutano e rinunciano al loro posto
come le acque pallide nella loro gelida corsa;
Sotto le stelle che passano, schiuma dal cielo,
continua a vivere questa faccia solitaria.

Inchinatevi, arcangeli, nella vostra cupa dimora:
Prima che esistessi e prima di ogni battito cardiaco,
si arrese e gentilmente lei rimase accanto al suo trono;
La bellezza ha reso il mondo un sentiero erboso
in modo da mettere i suoi piedi vaganti.

***

Ricorda la bellezza dimenticata

Circondandoti tra le mie braccia
Tengo contro il mio cuore quella bellezza
lontano dal mondo:
impostare corone che i re hanno gettato
In pozzi spettrali, eserciti in fuga;
storie d'amore intrecciate con fili di seta
da signore sognanti, in tessuti
che ha nutrito la falena assassina:
rose di tempi perduti,
che le signore si intrecciavano tra i capelli;
gigli freddi di pioggia che portavano le fanciulle
attraverso cupi e sacri corridoi,
dove si alzavano le nebbie d'incenso
e che solo Dio ha contemplato:
poiché il petto pallido, la mano tardiva,
vengono a noi da altre terre più pesanti di sonno.
E quando sospiri tra i baci
Sento anche la Bellezza bianca sospirare
per quell'ora in cui tutto
deve essere consumato come rugiada.
Ma fiamma su fiamma e abisso su abisso,
e trono su trono e mezzo nei sogni,
appoggiando le spade sulle ginocchia di ferro,
purtroppo rimuginano su grandi misteri solitari.

***

Primo amore

Sebbene fosse nutrito, come la luna errante,
per il bambino assassino della bella,
camminava un po ', un po' arrossata,
e si è fermato a modo mio,
finché non sono arrivato a pensare che il suo corpo
ospitava un cuore umano vivo.

Ma da quando la mia mano l'ha toccato
e ho trovato un cuore di pietra,
Ho provato molte cose
e nessuno di loro ha funzionato,
da quando diventa pazza
la mano che viaggia sulla luna.

Sorrise e così mi trasformò,
Sono diventato inetto
parlando da solo, balbettando da solo,
con la mente più vuota
che il circuito celeste delle stelle
Quando la luna sta vagando

***

Dai alla tua amata alcuni versetti 

Allacciati i capelli con una forcina d'oro,
e raccogli quelle trecce vagabonde.
Ho chiesto al mio cuore di fare questi poveri versi:
ci lavorava giorno dopo giorno
un edificio di triste bellezza
con resti di battaglie d'altri tempi.

Sollevando la perla dalla tua mano,
avvolgi i tuoi lunghi capelli e sospira,
i cuori degli uomini battono e bruciano;
e la schiuma come una candela sulla sabbia opaca
e le stelle solcano il cielo con la rugiada,
vivono solo per illuminare i tuoi passi.

***

Il vino entra in bocca 

Il vino entra in bocca
E l'amore entra negli occhi;
Questo è tutto ciò che sappiamo veramente
Prima di invecchiare e morire.
È così che porto il bicchiere alla bocca,
E ti guardo, e sospiro.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.