Xu González. Intervista all'autore di Un lavoro pulito

Fotografia: Xus González, profilo Facebook.

xus gonzález Ha esordito nella letteratura con Abbandonar eljuego e ha pubblicato il suo secondo romanzo lo scorso febbraio. intitolato un lavoro pulito, ha ottenuto ottime recensioni e ha avuto un ottima accoglienza dai lettori. Dirò solo che, con un anno e mezzo ancora da leggere, il tuo romanzo sarà senza dubbio tra i migliori. Est mosso d'esquadra nato a Tarrasa sa benissimo cosa scrive e ha segnato a storia corale buona come lettura diabolica. Ha pensato bene di concedermi questa intervista dove ci racconta di lei e di molte altre questioni. ti ringrazio molto il tempo e la cortesia dedicati.

Xus Gonzalez — Intervista 

  • LETTERATURA ATTUALE: Il tuo secondo romanzo, pubblicato lo scorso febbraio, è Un lavoro pulito, che ha ricevuto ottime recensioni. Cosa puoi dirci a riguardo e da dove è nata l'idea?  

XUS GONZALEZ:un lavoro pulito è uno di quei romanzi pieno di sorprese, quindi raccontarlo ben oltre il punto di partenza corre il rischio di far avanzare le informazioni ai lettori. Il tuo punto di partenza è fondamentalmente una rapina in banca che finisce come il rosario dell'aurora; da qui, sappiamo il agenti incaricato di indagare sul caso, tra cui Silvia Mercado e Saul Sanz (che, oltre ad essere partner, sono anche partner sentimentali), nonché a un buon numero di criminali le cui vite si incrociano con le indagini.

Come alcuni di voi già sapranno, sono Mosso d'Esquadra da più di 18 anni, la maggior parte dei quali di stanza nelle unità di ricerca. Dal punto di vista della polizia, ci sono una serie di questioni che mi preoccupano davvero e su cui mi è sempre piaciuto riflettere. E questi temi costituiscono l'origine dei miei romanzi. In caso di un lavoro pulito, tale origine è nel fatto che Mi chiedo come può un poliziotto diventare corrotto... e fino a che punto è disposto ad andare per coprirsi le spalle. Sì, lo so che sto dicendo molto più di quanto dovrei, ma mi hai chiesto l'origine del romanzo e, inoltre, le sorprese non finiscono qui...

  • AL: Ricordi una delle tue prime letture? E il tuo primo scritto?

XG: Le prime letture che ricordo sono state storie e libri che erano costretti a leggere a scuola, come il Zoo di Pitus o Jim Bottom e Lucas il Macchinista. Tuttavia, il primo romanzo che ha avuto un impatto su di me, e la verità è che l'ho letto quando ero molto giovane, è stato Dieci negri di Agata Christie.

Riguardo al mio primo scritto, riconosco che lo erano script ai miei tempi di accademicoChe ovviamente non è arrivato da nessuna parte. A livello di romanzo, sono passati anni e nemmeno quella storia è arrivata a buon fine (finora), anche se ci penso di tanto in tanto.

  • AL: Un autore di primo piano? Puoi sceglierne più di uno e tra tutti i periodi. 

XG: Ci sono molti autori che mi hanno segnato, ma soprattutto quello a cui torno di tanto in tanto per rileggerlo, è Elmore leonard. I personaggi dei suoi romanzi, i suoi dialoghi, l'azione e l'umorismo nero che domina così bene... Mi affascina.

  • AL: Quale personaggio in un libro ti sarebbe piaciuto incontrare e creare? 

XG: Beh, parlando di Elmore Leonard, la verità è che mi sarebbe piaciuto incontrarmi chili palmer (Come conquistare Hollywood), anche se penso che, essendo un poliziotto, non gli sarei piaciuto molto... Raylan Givens (Pronto), che proviene dalla gilda. Mi piacerebbe creare un personaggio del genere.

  • AL: Qualche abitudine o abitudine speciale quando si tratta di scrivere o leggere? 

XG: La verità è che non ho molti hobby. Per scrivere, di solito faccio a prima stesura a mano e poi, quando lo trasferisco al computer, comincio già a correggerlo. E poi correggo e correggo e correggo, come tutti gli altri. Devi essere esigente. Per quanto riguarda le letture, mi piace andare alternando romanzo nero a saggi, quasi sempre dai film, così come biografie.

  • AL: E il tuo luogo e momento preferito per farlo? 

XG: Mi piace scrivere sul ufficio da casa, dove posso concentrarmi bene, e in silenzio. Gli orari di lavoro e di famiglia non mi danno molta tregua, quindi di solito scrivo nel notte o dal mattina quando lavoro il pomeriggio.

Leggere è qualcos'altro. Di solito lo faccio per notte, in terrazza (tempo permettendo) e fumando un sigaro. 

  • AL: Ci sono altri generi che ti piacciono? 

XG: Il romanzo storico, anche se se ha qualche intrigo, molto meglio. leggo anche io manga e fumetti di samurai di supereroi, anche se questo va avanti all'infinito.

  • AL: Cosa stai leggendo adesso? E la scrittura?

XG: Sto leggendo Una fiamma misteriosa di Philip Kerr, e sta per iniziare una continuazione di un lavoro pulito.

  • AL: Come pensi che sia la scena editoriale e cosa ti ha deciso di provare a pubblicare?

XG: Vediamo, la scena editoriale lo è difficilePerché ci prendiamo in giro? Mi ritengo privilegiato di aver pubblicato in un editore del livello di Reservoir Books, e anche così ritengo che sia molto difficile raggiungere un gran numero di lettori, che il romanzo sia visibile, che sia consigliato. 

Ciò che mi ha fatto decidere di provare a pubblicare è stato il fatto che volendo spiegare storie di polizia con la conoscenza che ho della questione in prima persona, cercando il realismo al posto del sensazionalismo, senza che la trama e l'intrattenimento ne risentano.

  • AL: Il momento di crisi che stiamo vivendo è difficile per te o riuscirai a mantenere qualcosa di positivo per le storie future?

XG: È un tempo difficile e soprattutto incerto. E questo si riflette nella vita quotidiana della polizia, sia degli agenti di pattuglia che degli investigatori. ci siamo imbattuti situazioni che non finiscono mai di stupirci, ed è dovuto al fatto che le persone, nei momenti più disperati, agiscono in modo del tutto imprevedibile. E sì, certo, le idee per le storie future vengono da tutto, per quanto difficili possano essere.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.