Un romanzo distopico ucraino scritto su Facebook durante le proteste viene tradotto in inglese

Immagine di promozione del romanzo

Un romanzo che lo scrittore ucraino Oleh Shynkarenko ha pubblicato in parte sul social network Facebook durante il proteste avvenute a Maidan Square per evitare la censura Di recente è stato tradotto in inglese per la prima volta.

Il giornalista e autore Oleh Shynkarenko ha iniziato scrivendo della visione di una realtà alternativa in cui la Russia ha conquistato l'Ucraina mentre le proteste continuavano il loro corso a Kiev.

La rivista Index on Censorship ( 'Indice di censura”In spagnolo), che ha pubblicato un estratto dalla prima traduzione inglese nella sua ultima rivista, lo ha detto la storia proveniva originariamente da un blog nel 2010. In esso, l'autore scherzava sulla speranza che ci fossero dei radicali pronti ad assassinare l'allora presidente dell'Ucraina, Viktor Yanukovich. A causa di queste voci, Shynkarenko è stato successivamente interrogato dai servizi di sicurezza e hanno trovato le voci che aveva pubblicato sul suo blog eliminato. L'autore ritiene che ciò sia stato soppresso dai servizi di sicurezza.

Successivamente l'autore è tornato su una nuova piattaforma, Facebook, per raccontare la sua storia di a futuro post-apocalittico, che fa eco alla violenza delle proteste “Euromaidan” nel 2013 e 2014 in frammenti composti da 100 parole.

Lo scrittore, che ora lavora per l'Unione dei diritti umani dell'Ucraina Helksinki a Kiev, ha trasformato la storia in un romanzo, chiamato Kaharlyk, la cui pubblicazione è prevista dalla Kalyna Language Press.

Il traduttore Steve Komarnychyj scrive in un'introduzione a Index on Censorshyp, prima dell'apertura dell'estratto:

"Kaharlyk racconta la storia di un uomo che ha perso la memoria a causa dell'uso del cervello da parte dell'esercito russo per controllare i satelliti".

Da parte sua, l'estratto inizia come segue:

 “Il vento soffia con nonchalance attraverso ogni fessura. Viaggiando a Keiv sulla strada principale, due identici edifici di 26 piani sono visibili in lontananza dalla strada. Combattono, gli ultimi due denti in una mascella. In questo modo si sdraia il cadavere della città, con la testa rivolta a sud. Il suo unico abitante è un mummificato di 45 anni che indossa occhiali da elefante ".

L'editor della rivista Index on Censorship Rachel Jolley ha commentato:

"Quando Maidan Square era piena di pneumatici in fiamme e manifestanti, Shynkarenko ha iniziato a scrivere alcune piccole riflessioni sull'Ucraina del futuro. Ha scarabocchiato questi pensieri sui post di Facebook che ha condiviso con i suoi amici dopo che i suoi post personali sul blog sono stati spaventati, probabilmente dai censori ufficiali ".

“Facebook è uno spazio libero e meno aperto ai capricci delle autorità. Alcune delle scene che ha scritto riflettevano la violenza che stava accadendo, e quello che era successo intorno a lui ... Il mondo oscuro che l'autore ha creato è, senza dubbio, tratto dalle paure degli abitanti di Oleh sul futuro del loro paese dove vede che le restrizioni alla libertà vengono applicate sempre più più forte "


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)