Memoria totale. David Baldacci inizia una nuova serie.

David Baldacci crea un nuovo personaggio in Total Memory.

David Baldacci crea un nuovo personaggio in Memoria totale.

Non molto tempo fa stavo parlando David Baldacci e della secondo romanzo dalla sua trilogia sull'agente John Puller. Quasi contemporaneamente alla pubblicazione di questo nuovo titolo, Memoria totale, con cui inizia lo scrittore americano un'altra serie che promette. Grande del genere e molto prolifico, le sue idee e le sue trame sembrano inesauribili.

El protagonista che ci presenta è totalmente diverso dal super-agente Puller, un prototipo quasi di supereroe. Nella sua giovinezza, Amos Decker subisce una ferita molto grave. Da quel momento in poi diventerà ipertimesico e ovviamente non sarà più lo stesso. Ma hai il file la peggiore tragedia. Ancora una volta una storia che si legge in un sospiro.

Di cosa si tratta

Amos Decker è stato l'unico giovane di Burlington, la sua città natale, a diventare un calciatore professionista. Ma la sua carriera è finita prima di iniziare. UN violento colpo alla testa contro quella di un rivale lo lasciò quasi morto e lo allontanò per sempre dal gioco. Ma gli ha anche lasciato alcune conseguenze molto particolari: il ipertimesia (non posso dimenticare nulla) e il file Sinestesia (vedi a colori).

Vent'anni dopo, soffre una grande tragedia. è ispettore di polizia e quando torna a casa una notte trova ucciso suo cognato, sua moglie, sua figlia. Il trauma è così grande che Decker lascia la polizia, entra in una profonda depressione e perde tutto, compresa la sua casa. Quasi che vive indigente, riesce a malapena ad accettare lavori occasionali come investigatore privato.

Ma poco più di un anno dopo, uno si arrende alla Polizia e confessa di essere l'autore dei crimini. Allo stesso tempo, un massacro di studenti e insegnanti in una scuola superiore di Burlington. L'ex capo di Decker ti chiederà di collaborare con loro. Decker vede anche un'opportunità per scoprire cosa è realmente accaduto alla sua famiglia.

Personaggi

Mentre finisce, mi sembra che sia così Amos Decker Non sarà l'unico protagonista della serie, ma è sicuramente il più interessante. Molto alto, corpulento, barbuto e troppo grasso. A quarantadue anni, sembra più vecchio di dieci anni, come dice lui stesso, per aver smesso di preoccuparsi dopo la tragedia che ha subito. Di tanto in tanto il narratore in terza persona si mescola alla tua voce in prima persona e ci avvicina a lui.

Le sue capacità acquisite, come variante del sindrome del savantismo, hanno anche influenzato il comportamento e, in un certo senso, ha perso l'empatia. Perde quasi anche la voglia di vivere e lo vediamo considerando il suicidio in un paio di occasioni. In altre parole, per quelli di noi che hanno un debole per i personaggi feriti, Amos Decker è un altro dei nostri antieroi meritevoli di attenzione. Colpisce il fondo, ma come ogni buon protagonista toccato dal dramma, gran parte del genere, combatterà per cercare la redenzione. E sicuramente ti afferra.

Con lui, il suo ex socio, il detective Lancaster, ricama anche le caratteristiche secondarie del lusso, leale e coraggioso. E si uniscono il capo comprensivo cambio, un agente dell'FBI con cui Decker avrà i suoi vantaggi e svantaggi, ma con il quale alla fine formerà una buona squadra. Y il giornalista che si intrufola sulla scena, attratto dalla personalità di Decker e dal collegamento tra la sua tragedia e il massacro della Burlington High School.

Perché leggerlo

Perché Baldacci conosce bene la formula del successo e qui la fa funzionare di nuovo. Ritmo veloce e trama fantastica in una marcia ben costruita. E a killer originale, i cui messaggi a Decker mantengono la suspense e sono sorprendenti finché non trovano il collegamento tra tutti.

Se devo mettere un file ma, Sarebbe quello Volevo di più. Quello lui finale Sarò un po 'zoppo, con una sensazione di troppo investito. Ma per il resto la lettura è facile, è un romanzo molto divertente Ho già adottato Amos Decker come un altro dei miei personaggi preferiti dell'anno.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.