Tipi di narratori

tipi di narratori

Vuoi scrivere una storia, un racconto, un romanzo? La verità è che non hai bisogno di addestramento per liberare la tua immaginazione e metterla sulla carta. Ma uno degli aspetti più importanti di un'opera, che le dà significato e fa capire al lettore cosa sta succedendo, è la figura del narratore. E sapevi che ci sono diversi tipi di narratori? E che ognuno di loro ha delle caratteristiche? Spesso questi non sono noti ed è il motivo per cui si commettono errori durante la scrittura.

Se non hai mai pensato prima che ci siano diversi narratori (al di là di quello che potresti pensare, che c'è scritto in terza o prima classe), e vuoi sapere se ce n'è uno che si adatta meglio al lavoro che hai pensato, qui è parliamo dei tipi di narratori, caratteristiche e quando è meglio utilizzarle. Questo servirà da guida durante la scrittura.

Cos'è un narratore

Cos'è un narratore

Ma prima che ti dica i tipi che esistono, sai davvero cos'è un narratore? Sai qual è la sua funzione in uno spettacolo?

Possiamo definire il narratore come quel "personaggio" che ha la funzione di dare un senso alla storia, spiegare quegli eventi o parti del lavoro che, senza di essi, il lettore sarebbe perso. In altre parole, stiamo parlando di una figura che funge da "scrittore" poiché ciò che fa è dirigere la storia in modo che il lettore sappia tutto ciò che ha bisogno di sapere in ogni momento.

Senza quella cifra, puoi immaginare un libro? L'unica cosa che avresti sarebbe un dialogo senza significato, che non darebbe una buona visione della storia. D'altra parte, il narratore ha il compito di mettere la situazione, di spiegare tutto ciò che è intorno alle diverse scene, di ciò che accade, è successo o accadrà man mano che la storia procede.

Tipi di narratori

Considerato quanto sopra, non c'è dubbio che il narratore di una storia, di un romanzo o di una storia sia una figura molto importante, e la verità è che, in se stesso, ha la "voce cantata" di tutto ciò che accade. Ma questo narratore può essere di molti tipi.

All'inizio potresti Distingui solo due tipi di narratori, in terza persona o in prima persona. In effetti, quasi tutti gli scrittori iniziano a scrivere in prima persona, dal momento che entrano nel ruolo principale e il loro libro, la storia ... si basa sulla cattura di ciò che quel personaggio vive. Ma ci sono quelli che non sono abbastanza per mostrare solo ciò che una persona pensa; hanno bisogno di coprire di più, che è ciò che fa la terza persona.

Eppure ci sono più tipi di narratori. Vi diciamo tutto.

Tipi di narratori: prima persona

Tipi di narratori: prima persona

Cominciamo con il narratore in prima persona. Potremmo definirlo così personaggio che racconta la storia, il suo punto di vista. Normalmente, questo è il protagonista, di cui si occupa l'intera narrazione, quindi entra in empatia con quella figura perché vedi, senti, vivi tutto ciò che lo colpisce.

Ora, ha uno svantaggio, e questo è Con questo narratore, non puoi "toccare" ciò che senti, lunga vita ... a un altro personaggio. Ad esempio, immagina di aver scelto un personaggio principale, ma ha un migliore amico e c'è una situazione importante che devi raccontare; il problema è che devi raccontarlo dal punto di vista del protagonista, non del migliore amico, e anche, ogni volta che è presente.

Quali sono le cause allora? Bene, ci sono molte cose che dovrebbero essere ignorate, anche quando sono importanti, perché non si adatterebbero a quel personaggio.

All'interno del narratore in prima persona, si possono distinguere anche due tipi di narratori:

Narratore principale

È quello che ti abbiamo definito prima, la figura principale è quella incaricata di raccontare la storia, con un punto di vista personale e, sempre, soggettivo. È il suo modo di pensare, di essere, di analizzare ... Esempi chiari possono essere la saga di Twilight, i libri, dove il personaggio di Bella Swan è colui che guida la storia.

Narratore testimone

In questo caso, e sebbene questo tipo di narratore sia poco utilizzato, il personaggio che racconta la storia non è esattamente il protagonista, ma qualcuno che gli è molto vicino, solitamente un personaggio secondario che, allo stesso tempo, influenza ciò che accade. . Ancora, è soggettivo e ha un punto di vista personale, ma non nei confronti del protagonista (cosa sente, cosa pensa, ecc.) ma in un certo senso è più un testimone di ciò che accade, quindi quella soggettività si basa anche su un'oggettività, perché si presta a informare su ciò che accade a una persona, ma senza andare ulteriori.

Anche all'interno di questo narratore se ne possono trovare tre differenti: l'impersonale, perché si limita a narrare, senza che la sua soggettività influenzi ciò che accade; e il faccia a faccia, perché c'era e faceva parte della storia.

Un esempio? Potrebbe essere Sancho Panza, di Don Chisciotte. Racconta la storia del suo "Signore" ma non è il protagonista. O nei romanzi di Sherlock Holmes, dove non è il protagonista a narrare, ma un personaggio a lui molto vicino.

Tipi di narratori: terza persona

Tipi di narratori: terza persona

Il narratore in terza persona è uno dei più scelti da molti autori. E, con esso, puoi racchiudere più personaggi, poiché questa figura è solo un semplice spettatore, qualcuno che non esiste, ma si limita a far conoscere la storia e ciò che accade in essa.

Ora, all'interno di questo ci sono tre modi per farlo:

Narratore onnisciente

Si chiama così perché È considerato un Dio, qualcuno che sa tutto, e che può esprimere sia i sentimenti che un personaggio prova sia i pensieri di un altro.

Pennellate della storia portando il lettore verso la fine, ma creando di per sé una base solida per conoscere quei personaggi, soprattutto quelli principali.

Narratore selettivo o equivoco

Questa cifra può quasi essere interpretare come un narratore in prima persona. Ed è che ti racconterà la storia ma solo dal punto di vista di un personaggio, non entrerà negli altri. E cosa lo differenzia dal primo? Da un lato, il modo di scrivere e di esprimersi; e dall'altra la conoscenza di alcuni dettagli difficili da conoscere in prima persona.

Narratore quasi onnisciente

In questo caso, questa cifra è simile alla prima, ma non può approfondisci i sentimenti dei personaggi di cui parli. Quindi, è solo un semplice spettatore che racconta ciò che vede ma non i pensieri o ciò che quei personaggi possono sentire o decidere nella trama.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.