Streghe, Guerriere e Dee: Kate Hodges e Harriet Lee Merrion

Streghe, guerrieri e dee

Streghe, guerrieri e dee

Streghe, guerrieri e dee: le donne più potenti della mitologia -o Guerrieri, streghe, donne, dal titolo originale inglese, è un'antologia di storie mitologiche e femministe scritte dall'autrice britannica Kate Hodges e illustrate dalla sua connazionale Harriet Lee Merrion. L'opera è stata pubblicata dalla casa editrice Libros del Zorro Rojo nell'ottobre 2020.

Dal suo lancio, Questo titolo è diventato uno degli standard culturali per le femministe moderne.. È stato così anche per tutti coloro che sono curiosi di conoscere l'origine di alcuni archetipi generalmente associati alle donne, come gli epiteti "streghe", "arpie", "demoni", "vipere", tra gli altri.

Sinossi di Streghe, guerrieri e dee

Struttura, tema e stile narrativo dell'opera

Streghe, guerrieri e dee racconta la storia di 50 icone femminili provenienti da varie mitologie e culture. I loro culti si sono diffusi nel corso degli anni, dando origine non solo a credenti, ma anche a stereotipi che sono stati inquadrati nei confronti di vari personaggi femminili.

il libro si trova suddiviso in cinque capitoli: «Streghe», «Guerrieri», «Portatori di sventure», «Spiriti Elementali» e «Spiriti Benefattori». 'Bruges» parla di donne sagge, cartomanti e guaritrici. Warriors racconta di combattenti, strateghi e vigilantes.

Portatori di sventura racconta le leggende di coloro che sono considerati distruttivi, devastanti e inquietanti. Spiriti Elementali parla dei lanciatori di fulmini e dei creatori del pianeta. Finalmente, spiriti benevoli Esamina apparizioni magnanime, spiriti generosi e dee domestiche.

Breve contesto sui primi tre capitoli di Streghe, Guerriere e Dee

"streghe"

Il primo capitolo ha come protagoniste Ecate, Morgana, Circe, Baba Yaga, Cassandra, Pythia, Perchta, White Buffalo Woman e Rhiannon. La maggior parte di questi nomi sono comuni nella cultura popolare, altri provengono da terre ancestrali per insegnare un altro punto di vista sulla magia, la stregoneria, la stregoneria e la femminilità. È anche possibile comprendere come queste divinità siano state rappresentate, e come le donne moderne possano identificarsi con ciascuna di esse.

Il primo ad apparire è Ecate o Ecate. La sua origine è incerta. Tuttavia, è abbastanza Conosciuto per essere stato uno dei titani più potenti dell'antica Grecia. Si dice che aiutò gli Dei dell'Olimpo durante l'epica battaglia avvenuta contro gli altri titani, e che, grazie alla sua buona volontà, divenne una divinità rispettata da Zeus, che le concesse la capacità di vivere in solitudine con le sue creature. .

“Guerrieri”

Da parte sua, il capitolo “Guerrieri” presenta l'amata e terribile Artemide, Anath, Divoká Šárka, Freyja, le Furie, Cihuateteo, Kali, Yennenga e Jezebel. Come nella sezione precedente, queste rappresentazioni femminili appartengono a diverse regioni del mondo.

Tuttavia, Condividono un obiettivo comune: il senso di lotta, la giustizia e un senso logico altamente sviluppato, che permetteva loro di affrontare i nemici in battaglia.

Uno dei personaggi più interessanti di questa lista è Kali, noto anche come Kālī, Kalika o Shyama. È la dea indù della distruzione e dell'ira. Di solito è rappresentata con diverse braccia, vestita con pelli di animali e collane di teschi.

Esistono diverse versioni sull'origine di Kali. Uno di loro dice che è nato dalla dea Durga. Altre varianti affermano che sia la moglie di Shiva e che sia la parte "oscura" di Parvati, l'incarnazione del sole nascente e della femminilità.

“Portatori di sventure”

I portatori di sventura Tendono a provocare un grande rifiuto tra la popolazione. Questo perché, come indica il loro nome, sono destinati ad essere di cattivo auspicio per chi li sente, li vede o li sente.

Eppure, Streghe e dee guerriere amplifica molto di più questo concetto, per offrire al lettore una panoramica più ampia delle sue vere origini e finalità. I protagonisti di questa sezione sono: Hela, Morrigan, le Valchirie, Pontianak, Baobhan Sith, Lilith, Loviatar, le Arpie, Medusa, La Llorona, la Banshee e Futakuchi Onna.

In questa sezione, Il libro salva uno dei miti più terrificanti e sorprendenti del popolo giapponese. Vale a dire: Futakuchi Onna, uno yokai che ha una bocca dietro la testa. Secondo Kate Hodges, questa seconda cavità orale rappresenta il rifiuto di donne Le donne giapponesi devono preservare il decoro, la passività e il silenzio che ci si aspetta da loro.

All'inizio Futakuchi Onna viene presentata come una bellissima donna. Tuttavia, mantiene un terribile segreto: una grande bocca affamata con tentacoli come forchette.

Icone discusse nei capitoli 4 e 5 di Streghe, Guerriere e Dee

“Spiriti Elementali”

Queste sono quelle entità che erano creatori dei loro rispettivi mondi., o che collaborarono alla creazione di regni e tradizioni. Tra loro ci sono: Tiamat, Mami Wata, Pelé, Selkie, Mari, Lady of Lake Llyn e Fan Fach, Rainbow Serpent, Mazu ed Eglė.

“Spiriti benefattori”

Ultimo ma non meno importante, abbiamo le dee generose e benevoli, che danno tutto per il loro popolo, la tua terra o un bene più grande. All'interno di questo capitolo è possibile incontrare: Tara, Madderakka, le Parche, Brigid, Erzulie dantor ed Erzulie Freda, Bona Dea, Ame-No-Uzume, Innana, Ma'at, Liêu Ha.Nh e Maman Brigitte.

Informazioni sugli autori: Kate Hodges e Harriet Lee Merrion

Kate Hodges

Questo autore britannico ha studiato giornalismo all'Università di Westminster. Ha anche più di 25 anni di esperienza nella scrittura per i principali media, come The Face, Bizarre, Just Seventeen e Sky. Allo stesso modo, ha collaborato con programmi radiofonici e televisivi e ha lavorato con Eurotrash, nonché con una società di marketing per marchi di lusso come Noir Luxe e P For Production Films.

Altri libri di Kate Hodges

  • Piccola Londra: giornate all'aperto a misura di bambino e cose divertenti da fare (2014);
  • Londra in un'ora (2016);
  • Londra rurale (2017);
  • Conosco una donna: le connessioni stimolanti tra le donne che hanno plasmato il nostro mondo (2018);
  • In una notte stellata: cose divertenti da fare dal tramonto all'alba (2020);
  • Sasso, carta, forbici: attività semplici, parsimoniose e divertenti per intrattenere la tua famiglia tutto l'anno (2021);
  • Le sorelle ribelli: le tre streghe di Macbeth riemergono nella Scozia del 1780 in questo avvincente romanzo di ossessione e tradimento (2023).

Harriet Lee Merrion

È un'illustratrice britannica. Ha studiato alla Falmouth University e, da anni, è noto per la creazione di pezzi fatti a mano, che vengono successivamente digitalizzati per la produzione di massa. Il suo lavoro prende riferimenti da xilografie e incisioni giapponesi, arte surreale e toni pastello.

Nel corso della sua carriera ha collaborato con diversi editori e autori., come Die Zeit, Bild, The New York Times, The Guardian, Marie Claire France e Le Pan en Hong.


Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.