Recensione: "Il cuore del condor", di Francisco Núñez Roldán

Recensione: "Il cuore del condor", di Francisco Núñez Roldán

Il cuore del condor (Edizioni Altera) collega due delle grandi tragedie che hanno scosso la Spagna e l'Europa nella prima metà del XX secolo - la Guerra Civile Spagnola e la Seconda Guerra Mondiale - e ci porta alla caduta del Muro di Berlino. Questo romanzo, narrato in prima persona dal punto di vista di due persone che stavano dalla parte dei "perdenti", è una storia intima, che analizza non solo i fatti storici, ma anche i sentimenti delle persone coinvolte, le diverse politiche europee ideologie, evoluzione e maturità del pensiero.

In questo romanzo di Francisco Núñez Roldán troviamo il punto di vista della guerra vissuta da due persone trascinate dal conflitto: una ragazza bombardata dai tedeschi nel 1937 e uno dei giovani soldati che sganciarono quelle bombe. Come queste vite si intrecciano è il filo conduttore di una storia che riflette le sciocchezze che la guerra ha per chi la subisce e per chi la combatte, in una storia che porta alla luce la peggiore delle ideologie politiche, in una storia che anche parla di cambiamento, evoluzione, pentimento, comprensione e perdono.

Ci sono molte cose che mi sono piaciute di questo libro. Prima di tutto, vorrei evidenziare il file punto di vista da cui si racconta la storia. L'autore utilizza una strategia davvero interessante attraverso i suoi personaggi principali e co-protagonisti, Kurt e Rosario, che narrano la loro visione della storia separatamente in prima persona in modo alternativo, nello stesso momento e dal proprio punto di vista, in la loro situazione specifica, che non c'entra niente finché non si incontrano. Ma i personaggi non raccontano la storia come se fosse un diario. L'autore non solo mostra ciò che accade loro, ma anche i loro pensieri, le loro riflessioni, le loro preoccupazioni, i loro dubbi, cosa pensano del loro passato, cosa si aspettano dal futuro, il loro dialogo interno.

Mi è piaciuto molto anche il file esposizione della storia, che inizia alla fine nella scena finale, in mezzo alla caduta del muro di Berlino, per poi andare all'inizio di tutto, il bombardamento che la Legione Condor, dell'esercito tedesco, lanciò su Jaén il 1 aprile, 1937 Da qui in poi, ciascuno dei protagonisti racconta i propri viaggi e riflette sul proprio destino e su quello di coloro che li circondano in diversi momenti chiave della storia della Spagna e della storia dell'Europa, nonché momenti chiave nel processo di maturazione dei personaggi , che ci raccontano la loro ideologia e pensiero politico, ma anche le loro relazioni personali, la loro sessualità, le loro aspirazioni e frustrazioni.

Non posso non sottolineare il modo in cui Núñez Roldán collega, come se fosse una metafora, il romancero spagnolo e della storia del Cid con tutta questa storia, e come fa emergere importanti opere letterarie. Né voglio dimenticare di sottolineare la ferocia con cui Núñez attacca ogni azione o pensiero politico, né come riesce a ottenere il peggio da ogni approccio o dalla sua messa in scena, e non solo dalle ideologie perdenti, ma da quella che è stata imposto di quelli che sono emersi dopo e sono ancora in vigore oggi.

Questo libro mi ha fatto pensare e riflettere su molte cose. Mi ha commosso la storia personale dei protagonisti, il modo in cui vivono ciò che è accaduto loro e soprattutto il modo in cui affrontano la loro "soluzione finale".

Il giorno in cui ho preso in mano il libro, sono rimasto affascinato e ho pensato: "Lo mangerò in quattro momenti". Ma doveva andare piano. Ogni momento, ogni scena, ogni parte della storia ti costringe a fermarti. Ci sono tante sensazioni e dati di cui avevo bisogno per andare piano, digerire la storia, una storia che mi ha accompagnato in queste settimane. È stata un'esperienza davvero favolosa. Non intendo dire che non si possa leggere "dall'altra parte" in pochi giorni, che si possa, ma che vale la pena leggerlo con calma.

Disegnare

Vorresti che ti diamo una copia di Il cuore del condor? Per gentile concessione di Ediciones Áltera, ti regaliamo una copia di questo meraviglioso romanzo di Franciso Núñez Roldán.

Partecipare è molto semplice.

Prima di tutto, devi essere un follower dell'account Twitter di Actualidad Literatura. Se ancora non ci segui, puoi farlo utilizzando il seguente pulsante.


Secondo, basta pubblicare un tweet usando l'hashtag #ALiteraturaCorazonCondor o usando il pulsante qui sotto.


A ogni persona che pubblica un tale tweet verrà assegnato un numero nel sorteggio. Tra tutti i partecipanti selezioneremo in modo casuale il numero del vincitore tramite lo strumento random.org

L'estrazione sarà aperta fino a mercoledì 5 gennaio 2015 alle 23:59. Il giorno successivo, Three Kings Day, effettueremo l'estrazione. Il vincitore del libro verrà pubblicato in questo post e lo contatteremo per inviarti la copia totalmente gratuita di El corazón del Cóndor. È essenziale che il vincitore risponda al messaggio che gli invieremo privatamente tramite Twitter entro 15 giorni dall'estrazione.

Inoltre, è necessario che i profili dei partecipanti siano pubblici per poter esaminare i tuoi tweet, altrimenti non conteranno per il sorteggio.

Vuoi una copia di El Corazón del Condor per te o come regalo? Da non perdere e partecipa. Fortunato!


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.