Star Trek. Selezione di libri sulla serie originale

Star Trek è serie di fantascienza più famose non dalla storia della televisione, ma da tutti i tempi. Creato da Gene Roddenberry e con una moltitudine di versioni e più serie nel corso degli anni, il i produttori di dolciumi resti il più iconico. E oggi e il giorno successivo 26 il compleanno di I loro protagonisti: William Shatner, che raggiunge i 90 anni, e Leonard Nimoy, morto nel 2015 e che avrebbe raggiunto anche quella cifra. Capitano James Tiberio Kirk e il signor spockTuttavia, saranno già immortali. Quindi, entro in modalità trekking e ce n'è uno selezione del titolo —Delle centinaia che ci sono— di libri su di loro e sulla serie. Lunga vita e prosperità.

Star Trek: A Generation's Journey - Doc Pastor

Il titolo pubblicato dalla casa editrice Dolmen, è dei più recenti e si concentra principalmente sul serie originale (rilasciato tra il 1966 e il 1969) e il 6 film dell'equipaggio della nave stellare originale affari (girato tra il 1979 e il 1991). Capitanata da James T Kirk, quell'equipaggio è composto dal suo primo ufficiale, il vulcaniano Mr. Spock, il dottore Leonard Le ossa McCoy, l'ufficiale delle comunicazioni Uura, l'ufficiale ingegnere ingegnere Scott e gli ufficiali Chekov e Sulu. Sette nomi che hanno già trasceso il genere in tutte le sue forme: televisione, letteratura, fumetto o cinema.

Questo libro risponde ad alcuni dei domande più basilari su di lei dai suoi inizi ai suoi diversi franchise che raggiungono oggi. E il tutto accompagnato da dettagli e dichiarazioni di tanti nomi che ancora ne fanno parte.

Star Trek. L'ultima frontiera - Carlos Díaz Maroto e Luis Alboreca

Molto completo, ci racconta anche di lui sia stato creato della serie, mentre gli autori esaminano titolo per titolo ogni episodio. Commentano anche la serie animata, i film o i film della troupe originale, oltre a discutere di enorme fenomeno di fan che ha generato e continua a generare, con le convenzioni negli anni o il merchandising in giro.

La Bibbia di Trekkie - Ramón dalla Spagna, Jordi Sánchez, Sergi Sánchez e Antonio Trashorras

È stato pubblicato nel 1995 ed è un file guida di base per non perdersi nell'infinità di aspetti che la serie ha e racchiude: dai segreti del suo successo, accresciuto dopo la fine della sua trasmissione, i suoi personaggi e momenti più gloriosi, il suo salto al cinema e le sue inesauribili versioni in qualsiasi formato.

Sono Spock - Leonard Nimoy

Non poteva mancare uno autobiografia dell'attore che ha interpretato il personaggio più iconico dalla serie, quel signor Spock che lo ha già trasceso. È stato pubblicato qui nel 2009 ed è la traduzione dell'originale Sono Spock 1995. Nimoy racconta il suo primi contatti con l'interpretazione nella sua infanzia e poi Si concentra su Star Trek dove è stato anche regista.

Conta anche cosa lo coinvolse nella creazione di Spock e il suo rapporto con lui, che si svolge nei dialoghi. Ricercato contatore la visione che ha stampato nella sua precedente autobiografia, che aveva pubblicato 30 anni prima con il titolo di Non sono Spock, dove aveva lasciato l'impressione che negato del personaggio.

La fisica di Star Trek - Lawrence Krauss

Scritto nel 1995 da Lawrence Krauss, scienziato e dottore in Fisica Teorica, presenta un'introduzione dello stesso Stephen Hawking. E rifletti e metti in discussione il possibilità scientifiche mostrato nell'universo di Star Trek. Eccolo nel 2012, basato sulla versione aggiornata dall'autore nel 2007.

Ricordi di Star Trek - William Shatner e Chris Kreski

E per coloro che sono incoraggiati dall'inglese, questi non possono essere persi memorie di Willian Shatner, che firma anche diversi libri sul mondo Trekkie. L'attore canadese, nonostante più carriera televisiva in altre serie successive Star Trek, non smetterà mai di essere il capitano Jim Kirk. E va avanti più di attivo nei social network. In questo titolo, uscito nel 1993, ci racconta il suo storie e visione personale sulle serie e sui film, dentro e fuori la videocamera.

Leonard: una vita - William Shatner

Infine, se sei un trekking pro, come non ottenere questo titolo, dove Shatner ci dice il suo rapporto sia professionale che personale con Leonard Nimoy. Entrambi erano d'accordo come attori sul set della serie L'agente CIPOL (The Man from UNCLE), nel 1964. Non immaginavano che due anni dopo si sarebbero visti in una nuova serie nei panni dei personaggi principali che avrebbero già segnato il resto della loro vita. Allo stesso tempo, anche quel rapporto professionale è diventato un amicizia personale sarebbe durato per 50 anni.

In un modo molto emozionante Shatner ci racconta la storia di quell'amicizia, con molti aneddotica e altri non sapevano delle loro vite dentro e fuori dai set. E componi uno di quelli omaggi che si verificano raramente tra gli attori.

Fonte: Memory Alpha Fandom


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.