Scrittori spagnoli contemporanei

Carlos Ruiz Zafon.

Carlos Ruiz Zafon.

Gli scrittori spagnoli contemporanei sono stati notati per essere molto prolifici. Negli ultimi decenni il Paese ha visto nascere diverse rinomate penne che continuano ad arricchire la sua letteratura. Pertanto, questi autori possono essere considerati degni eredi dell'eredità lasciata da Cervantes, Lope de Vega, Lorca, Quevedo, Bécquer, Pérez Galdós, tra gli altri "eroi".

Attraverso diversi generi, questi scrittori hanno affascinato il loro pubblico a livello nazionale e internazionale. Alcuni di loro hanno persino raggiunto figure editoriali milionarie, come nel caso di Carlos Ruiz Zafón (1964-2020) e Arturo Pérez-Reverte. Allo stesso modo, va notato il lavoro di giovani di talento come Nacho Carretero o Francisco Javier Olmedo. Successivamente, un elenco con una parte di questi scrittori.

Arturo Pérez-Reverte

Il 25 novembre 1951, la città spagnola di Cartagena vide la nascita di Arturo Pérez-Reverte Gutiérrez. Si è laureato in giornalismo presso l'Università Complutense di Madrid, carriera nella quale ha esercitato dal 1973 al 1994. Allo stesso modo, La sua copertura più importante è stata la guerra delle Falkland, la guerra in Bosnia e il colpo di stato in Tunisia..

Anche se il suo primo lavoro come scrittore è stato il romanzo Ussaro (1986), le opere che gli diedero davvero la notorietà furono La tavola delle Fiandre (1990) y Il Dumas club (1993). Tre anni dopo ha pubblicato il romanzo storico Capitano Alatriste (1996). Questo titolo Ha venduto milioni di copie ed è stato il primo di una saga di 7 libri.

Dal 2003 Arturo Pérez-Reverte fa parte del gruppo di personaggi illustrati dell'Accademia reale spagnola (RAE), dove occupa la poltrona T. Nel 2016 ha creato il sito per i libri "Zenda" e presentato Falco, la prima puntata di una trilogia di successo successivamente completata con Eva (2017) e Sabotage (2018). Nel 2020 sono arrivati ​​i suoi lavori più recenti: Linea di fuoco y La grotta dei ciclopi.

Carlos Ruiz Zafon

Il 25 settembre 1964, presso la Clinica Del Pilar di Barcellona, ​​nasce Carlos Ruiz Zafón. I suoi primi studi furono effettuati presso il Colegio de los Jesuitas de Sarria. Fin da giovanissimo ha mostrato il suo interesse per la scrittura; Ho creato piccole storie di 3 pagine tra temi horror e alieni. A soli 15 anni, ha terminato il suo primo romanzo dal titolo: Il labirinto di Arlecchino.

Durante il suo primo anno in Scienze dell'Informazione (Università Autonoma di Barcellona), ha ricevuto un'offerta di lavoro nel campo della pubblicità. Ha collaborato con le rinomate aziende: Ogilvy, Dayax, Tandem / DDB e Mc Cann World Group. Realizzato diverse campagne pubblicitarie per Volkswagen, compreso quello di Golf e il suo slogan: "arrivare prima non è importante, ma qualcuno deve farlo".

Nel 1992 Ruiz Zafón ha lasciato il campo pubblicitario per dedicarsi completamente alla letteratura. Un anno dopo ha pubblicato il suo primo romanzo, Il principe della nebbia. Questo titolo ha rappresentato un esordio letterario di buon auspicio, in quanto è stato il vincitore del Premio Edebe. Inoltre, la sua storia è stata continuata con Il palazzo della notte (1994) y Luci di settembre (1995) per completare il Fog Trilogy.

Il suo lavoro più eccezionale è apparso nel 2000, L'ombra del vento. Con questa pubblicazione, lo scrittore spagnolo ha ottenuto la categoria di "bestseller", grazie ai suoi oltre 15 milioni di copie commercializzate. Carlos Ruiz Zafon è deceduto il 19 giugno 2020 nella città di Los Angeles, Stati Uniti, dopo aver lottato per due anni con il cancro al colon.

Nacho Carter

Nacho Carter.

Nacho Carter.

Nel 1981, la città spagnola di La Coruña ha visto la nascita di Nacho Carretero Pou. Fin da bambino è stato motivato a scrivere dalla nonna. Ha studiato cinema alla TAI University School of Arts. Dopo, ha iniziato la sua carriera giornalistica a Radio Coruña, Cadena SER. Parallelamente, ha lavorato come redattore per le riviste Annotare, Xl Weekly, Orsai y Che cosa!, tra l'altro. Inoltre, faceva parte del giornale Il Mondo.

Durante la sua carriera giornalistica, ha realizzato reportage impressionanti a livello internazionale. Tra questi, il genocidio in Ruanda, il virus Ebola in Africa, il traffico di droga in Galizia e la guerra civile in Siria. Nel 2015 ha pubblicato il suo primo libro: Fariña, che si è rapidamente posizionata come numero 1 nelle vendite. Successivamente l'opera è stata adattata in una serie TV di Netflix, dove ha goduto di un vasto pubblico.

Un'altra delle opere più importanti di Nacho Carretero è Nel braccio della morte (2018), basato sul controverso caso di Pablo Ibar. (Un anno dopo Movistar Plus Metto in onda l'omonima serie). Nel 2018 ha presentato A noi sembra meglio, un testo molto emozionante sulla storia della squadra di calcio del Deportivo La Coruña. Infine, nel 2019 è stata rilasciata la commedia Fariña, con un tour di successo della Galizia.

Fernando Aramburu

Fernando Aramburu Irigoyen è nato nel 1959 nella città di San Sebastián (capoluogo della provincia di Guipúzcoa), Paesi Baschi. Nel 1983 si è laureato in Filologia Ispanica presso l'Università di Saragozza. Durante la sua giovinezza ha fatto parte dei fondatori del Gruppo CLOC, un'esperienza che ha riflesso nel suo primo romanzo: Fuochi con il limone (1996), vincitore del Premio Ramón Gómez de la Serna.

Nel 1985 si trasferisce in Germania, dove inizialmente si dedica all'insegnamento di corsi di lingua spagnola a parenti di emigranti. Dopo, ha presentato il primo libro del Antibula Trilogy, Occhi vuoti (2000). Questo titolo è stato continuato da Il trombettista di Utopia (2003) y Bami nessuna ombra (2005). Nel 2009 abbandona l'insegnamento per occuparsi solo di letteratura.

Oggi, Fernando Aramburu è un famoso scrittore, romanziere, poeta e saggista.. Tra i suoi testi più noti ci sono Il pesce dell'amarezza (2006), vincitore del Premio RAE, tra molteplici e importanti riconoscimenti, e Patria (2016). Quest'ultimo romanzo è stato degno del Premio Nazionale di Letteratura.

Francisco Javier Olmedo Vasquez

Lo scrittore di Cordoba nato nel 1980, è attualmente uno dei principali rappresentanti dei generi thriller e fantascienza. Fin da giovanissimo ha dimostrato la sua straordinaria immaginazione, a volte con temi oscuri e irreali. Nonostante il suo interesse per la letteratura, nel 1998 ha deciso di studiare Ingegneria Informatica, non sapendo che questo avrebbe cambiato per sempre la sua vita.

Da quando nella sua prima settimana di lezioni ha "incontrato" (tramite un amico) Howard Phillips Lovecraft, uno dei migliori esponenti del terrore. I racconti dello scrittore americano hanno aiutato Olmedo a dirigere tutte quelle idee intrappolate nella sua immaginazione fin dall'infanzia. Nel 2016, ha onorato il suo "mentore" nel suo primo libro, Vestigia di un mondo dimenticato.

Tra le opere più famose di Olmedo Vásquez ci sono: Sotto i nostri piedi (2017) y Bastardo (2019). Entrambi sono stati vincitori del Forolibro Award (miglior romanzo rispettivamente nelle edizioni 2018 e 2020). I suoi post più recenti sono Figli della nebbia (2019) y Il quarto apostolo (2020).


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Rafael Lopez Flores suddetto

    In Spagna, le donne attualmente non scrivono? Saluti