Sapevi dell'esistenza di borse di studio per la creazione letteraria?

Recentemente ho letto un pezzo di opinione letteraria. Volevo condividerlo con voi, perché ero letteralmente "a scacchi", gioco di parole, quando ho saputo che ci sono banche che pagano "scrittori" per scrivere e finire un libro. L'articolo in questione lo ha scritto Alberto Olmo en "Il confidenziale"e puoi leggerlo qui.

La cosa peggiore è che a quanto pare è stato fatto per diversi anni! E come dice giustamente, quando ti offrono dei soldi prima di iniziare un libro e devi finirlo, è piuttosto una "seccatura" farlo ... Dov'è l'arte di scrivere un libro per l'hobby di farlo? Dov'è la creazione letteraria da parte dello scrittore che deve dare il meglio di sé per farla vendere e piace ai lettori?

Sì, è vero, che sono pochissimi gli scrittori che si guadagnano da vivere unicamente con quest'opera, e che i vantaggi che un libro può darti dalla sua vendita, purché funzioni bene, si aggirano tra i 1.000 e i 10.000 euro, molto lontano dal fino a 50.000 di euro che viene offerto in queste borse di studio (l'importo varia a seconda della banca o dell'ente di appartenenza), ma dov'è il rischio della creazione letteraria? Inoltre, quando inizi un libro non sai nemmeno se lo finirai; tuttavia, con questa borsa di studio sei obbligato a completarla. E, una volta scritto, che piacere trai da quel libro se sei già stato pagato prima di farlo? Chi ti dice che questo libro è buono e che hai talento come scrittore? La cosa peggiore di tutte, e più logica d'altra parte, è che la banca ti dà i soldi come borsa di studio, e se per qualsiasi motivo non finisci il libro, devi restituire quella cifra. Un bel lavoro! Più responsabilità, meno credibilità come scrittore, meno creazione letteraria e meno piacere artistico.

Se qualcuno vede il vantaggio di questo tipo di progetto creativo (e non sono i soldi in sé), dimmelo, per favore.

Ricevere una borsa di studio per la creazione letteraria non garantisce che il tuo libro sarà buono; Non significa nemmeno che tu sia uno scrittore o uno scrittore di talento; non significa, purtroppo, che la letteratura o la lettura siano incoraggiate tra i giovani. Siamo seri! La scrittura è un'arte, non un obbligo o qualcosa di meccanico.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.