Rosa Riba. Intervista all'autore di The Good Children

Fotografia di Rosa Ribas. Profilo Twitter.

Rosa Ribas è il creatore di Cornelia Weber-Tejedor en Tra due acque, la trilogia anni '50 (già a quattro mani con la scrittrice Sabine Hoffman) composta da Dono delle lingue, il grande freddo e il blu navy, tutto nero tagliato. Ma anche segno Pension Leonardo, Il detective miope, Miss Fifty o La luna nelle miniere. E ora ha il Hernandez, una famiglia di detective che recitano Un affare fin troppo familiare familiar y bravi figli, uscito quest'anno.

ti ringrazio molto questa intervista che mi hai dedicato, la tua gentilezza e attenzione. In esso ci racconta un po' di tutto, dal suo primo influenze, passando per loro autori preferiti e nuovi progetti che hai pianificato, oltre a dare un'occhiata al panorama editoriale generale.

Rosa Ribas - Intervista 

  • NOTIZIE DI LETTERATURA: Ricordi il primo libro che hai letto? E la prima storia che hai scritto?

ROSA RIBAS: Non ricordo con certezza il primo libro. Mi vengono in mente due copertine: Il corsaro nero di Emilio Salgari, un libro che ancora conservo e conservo come un tesoro. Non so quante volte ho avuto modo di leggere questo libro. E un altro di Enid Blyton, Tutti e cinque sono nei guai, Penso che fosse.

La prima storia che ricordo l'ho scritta quando avevo circa dieci anni. era uno storia terribilmente sentimentale e drammatica di un toro che non voleva morire in piazza. Ricordo che lo scrissi in classe (la maestra me lo faceva scrivere per stare un po' in silenzio) e poi dovetti leggerlo davanti a tutta la classe. La cosa migliore è stata vedere che il ragazzo che mi piaceva (Ciao, Quique!) si è asciugato di nascosto una lacrima alla fine della lettura.

  • AL: Qual è stato il primo libro che ti ha colpito e perché? 

RR: Se ricordo bene, un libro di racconti di Poe, che forse ho letto troppo presto e che mi ha causato molti incubi notturni.

  • AL: Un capo scrittore? Puoi sceglierne più di uno e di tutte le epoche. 

RR: John Irving. Uno dei miei scrittori preferiti. Non mi piacciono i romanzi molto lunghi, ma con Irving potrei andare avanti per cento o duecento pagine in più.

  • AL: Quale personaggio in un libro ti sarebbe piaciuto incontrare e creare? 

RR: Mi sarebbe piaciuto incontrare i coraggiosi soldato Schwejk, di Jaroslav Hasek e bevi qualche birra con lui. E crea, Ripley, da Highsmith.

  • AL: Qualche abitudine o abitudine speciale quando si tratta di scrivere o leggere? 

RR: Scrivo a mano e matita. Poi lo passo al computer

  • AL: E il tuo luogo e momento preferito per farlo? 

RR: Prima della pandemia, ho iniziato a scrivere in un bar. Ora ho imparato a iniziare a lavorare su la mia scrivania.

  • AL: Altri generi che ti piacciono? 

RR: Non ho preferenze. sono un lettore piuttosto caotico e aperto a tutti i tipi di letture.

  • AL: Cosa stai leggendo adesso? E la scrittura?

RR: L'ho sempre fatto più libri contemporaneamente. sto leggendo Il pugile polacco di Eduardo Halfon, Natura mortadi Louise Penny e Aberteurliche Reise durch mein Zimmerdi Karl-Markus Gauss. Ein questi momenti Sto recensendo un breve romanzo. Ma di più non posso contare.

  • AL: Come pensi che sia la scena editoriale per tanti autori quanti sono o vuoi pubblicare?

RR: Complicato, anche se forse non è che ci siano più autori, ma più persone che rendono pubblico il loro interesse per l'editoria. Il che, d'altra parte, corrisponde al fatto che ci sono anche più opzioni per la pubblicazione. 

  • AL: Il momento di crisi che stiamo vivendo è difficile per te o sarai in grado di mantenere qualcosa di positivo per i romanzi futuri?

RR: Beh, a causa della mia professione, sono abituato all'isolamento, a passare molte ore in una stanza a lavorare. Ma è sempre stato un confino volontario. Ora, dopo tanti mesi di pandemia, Noto la stanchezza che condividiamo tuttiPer sapere se otterrò qualcosa di positivo da questo, mi manca ancora la prospettiva.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.