Romanzo gotico

romanzo gotico

Il romanzo gotico è strettamente legato al terrore. Oggi è uno dei più conosciuti, che non si trova solo nella letteratura, ma anche nel cinema. Abbiamo molti riferimenti a romanzi di questo genere, il primo è Il castello di Otranto.

ma, Qual è il romanzo gotico? Quali caratteristiche ha? Come si è evoluto? Vi parleremo di tutto questo e di molto altro di seguito.

Qual è il romanzo gotico

Qual è il romanzo gotico

Il romanzo gotico, chiamato anche narrativa gotica, è un genere letterario. Alcuni esperti lo considerano un sottogenere, perché è strettamente correlato al terrore e ritengono che entrambi siano difficili da separare, anche confondendosi. In effetti, una delle affermazioni più ampiamente dette è che il romanzo dell'orrore come lo conosciamo oggi non esisterebbe senza l'orrore gotico.

La la storia del romanzo gotico ci porta in Inghilterra, e precisamente alla fine del XVIII secolo dove cominciarono ad emergere storie, racconti e romanzi che avevano una caratteristica peculiare: l'inserimento nella stessa ambientazione di elementi magici, horror e fantasmi, dove facevano sì che il lettore non fosse in grado di distinguere realmente ciò che era reale da ciò che non lo era.

Tenendo conto che il diciottesimo secolo è stato caratterizzato dal fatto che l'essere umano è stato in grado di spiegare tutto ciò che non capiva usando la ragione, che la letteratura ha dato una sfida alle persone, quando si cercava di spiegare con ragione quello che è successo (e molte volte è stato impossibile).

Esatto, il romanzo gotico fu imposto dal 1765 al 1820, anni in cui molti autori iniziarono a guardare a questo genere letterario e mossero i primi passi (molte delle storie di fantasmi che si conservano sono di quel periodo).

Chi è stato il primo scrittore di romanzi gotici

Vuoi sapere chi ha scritto il primo romanzo gotico? Ebbene lo era Horace Walpole, lo scrittore de Il castello di Otranto, pubblicato nel 1764. Questo autore decise di provare a combinare gli elementi del romanzo medievale con il romanzo moderno poiché riteneva che, separatamente, entrambi fossero rispettivamente troppo fantasiosi e realistici.

Così, creò un romanzo basato su un romanzo italiano medievale pieno di misteri, minacce, maledizioni, passaggi nascosti ed eroine che non sopportavano quell'ambientazione (motivo per cui svenivano sempre, un'altra caratteristica del romanzo).

Certo, è stato il primo, ma non l'unico. Nomi come Clara Reeve, Ann Radcliffe, Matthew Lewis ... sono anche legati al romanzo gotico.

In Spagna abbiamo alcuni riferimenti a questo genere in José de Urcullu, Agustín Pérez Zaragoza, Antonio Ros de Olano, Gustavo Adolfo Bécquer, Emilia Pardo Bazán o José Zorrilla.

Caratteristiche del romanzo gotico

Caratteristiche del romanzo gotico

Ora che sai qualcosa in più sul romanzo gotico, vorrai sicuramente sapere cosa lo caratterizza. Ed è quello, il qualificatore "gotico" è stato imposto perché nella maggior parte delle storie dell'orrore che apparivano l'ambientazione risaliva al medioevo, posizionare i protagonisti, o in una villa, o in un castello, ecc. Inoltre, corridoi, spazi vuoti, stanze vuote, ecc. hanno fatto creare agli autori le ambientazioni perfette. Ecco da dove viene quella parola per questo genere.

Ma cosa caratterizza il romanzo gotico?

Un ambiente cupo

Come vi abbiamo detto prima, stiamo parlando di un periodo medievale o di luoghi come castelli, dimore, abbazie che davano un'aria abbandonata, devastata, cupa, incantata ...

Ma non sono gli unici posti. Foreste, sotterranei, strade buie, cripte ... Insomma, qualsiasi luogo in cui l'autore è riuscito a creare un'atmosfera che avrebbe fatto paura reale.

Elementi soprannaturali

Un'altra delle caratteristiche fondamentali della letteratura gotica sono, senza dubbio, quegli elementi soprannaturali, come fantasmi, non morti, zombi, mostri ... Sarebbero personaggi fantastici, sì, ma sempre dalla parte del terrore, quelli che quando si incontrarli ti danno molta paura. In questo caso, anche i vampiri potrebbero rientrare nel genere.

Personaggi con passioni

Per ambientare al meglio le storie, molti autori usavano personaggi intelligenti, belli, rispettati ... Ma, in fondo, con un segreto che li divora, ossessionati dalle loro passioni, quelle che non vogliono far uscire e che, nel corso della storia, quello che sta accadendo fa trasparire il loro vero volto. Inoltre, questi personaggi, per dare loro quella sfumatura "esotica ed elegante", avevano nomi stranieri e molto fioriti.

In questo caso, quasi sempre nei romanzi troviamo un triangolo: un nobiluomo malvagio, che sarebbe pericolo, terrore, paura; la ragazza innocente; e infine l'eroe, che cerca di salvarla da quella paura. E sì, c'è anche un passo per l'amore, dal più morbido, a quelli più sviluppati.

situazioni

Viaggi nel tempo, storie in cui sono stati raccontati tempi antichi, il mondo dei sogni (di sogni e incubi), ecc. sono alcuni degli scenari che vengono utilizzati anche nel romanzo gotico, facendo sì che, a volte, il lettore potesse per allontanarsi dal suo presente e correre così uno spesso velo di enigma e suspense, in alcuni casi inducendo la persona a ripensare se è realmente accaduto nella realtà.

Come è stata la tua evoluzione

Come è stata la tua evoluzione

Se ora pensiamo a un romanzo gotico dell'epoca, sicuramente non vedremo molte somiglianze con quanto vi abbiamo detto. Ed è qualcosa di normale poiché, con il passare del tempo, questo genere si è evoluto.

Infatti, iniziò a farlo a partire dal 1810 circa, quando il gotico lasciò il posto al terrore moderno, caratterizzato dal terrore psicologico. Cioè, ha iniziato a prendere forma, non solo l'aspetto di fantasmi o esseri spettrali, ma per entrare nella mente del lettore per generare paura direttamente in lui, per rendere le "paure" non così prevedibili, ma piuttosto che le svolte , situazioni, ecc. Genereranno una sensazione di ansia, di sopraffazione ... al punto da sentirsi avvolti in quell'aura di mistero e stupore.

Per questo motivo, il romanzo gotico stesso è quello che è stato scritto alla fine del XVIII secolo e all'inizio del XIX secolo. Oggi le storie che si possono leggere, sebbene appartengano a quel genere, si sono evolute e non hanno più molte delle antiche caratteristiche che definivano questa letteratura.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.