Risorse stilistiche in letteratura

risorse-stilistiche-letterarie

Gli scrittori hanno sempre cercato di catturare l'attenzione dell'autore che legge (o ascolta, con gli audiolibri) le loro opere. Per ottenere ciò, ricorrono a due metodi di base e principali: creare un file storia sexy svegliati interesse del pubblico di lettura e usa il lingua in un modo speciale che è attraente e fa desiderare al lettore di continuare a leggere il tuo lavoro.

È per questo motivo che ci sono un gran numero di risorse stilistiche in letteratura, che sebbene molte siano state interrotte o almeno non siano viste così frequentemente, esistono ancora e sono state utilizzate in letteratura per secoli. Se vuoi avere un riassunto di tutte le risorse stilistiche, eccolo qui. Li differenziamo in tre categorie a seconda degli aspetti della lingua che colpisce.

Risorse foniche

Queste risorse vengono utilizzate per utilizzare il suono alla lingua con un senso estetico ed espressivo, provocando una certa sensazione nel lettore:

  • Allitterazione: Ripetizione sistematica di un suono per produrre determinati effetti sensoriali. Nell'esempio seguente, alcuni suoni vengono ripetuti per dare una sensazione di movimento regolare.
  • Onomaiopea: Imitazione di un vero suono. Onomayopeya a volte si ottiene attraverso l'allitterazione. Nei versi seguenti, ad esempio, la ripetizione della "s" evoca il ronzio delle api.

Risorse morfosintattiche

Si verificano aggiungendo, eliminando o ripetendo parole o alterando l'ordine delle parole nella frase:

  • Epiteto: Consiste nell'usare un aggettivo che esprime una qualità del sostantivo a cui è attaccato.
  • Sinonimo: È un'enumerazione di termini che hanno un significato comune.
  • Asyndeton: Consiste nell'omettere le congiunzioni per produrre un effetto di velocità.
  • Polysyndeton: È la risorsa opposta a quella menzionata in precedenza. Consiste nella ripetizione di congiunzioni non necessarie; produce un effetto di solennità, intensità o lentezza.
  • Ellisse: Consiste nella cancellazione dei termini così come si intendono intesi.
  • Anafora: Consiste nella ripetizione di una o più parole all'inizio di più versi o frasi.
  • Parallelismo: È la ripetizione di costruzioni simili in due o più versi o frasi.
  • Hyperbaton: Consiste nell'alterare l'ordine logico delle parole nella frase.

risorse-stilistiche

Risorse semantiche

Queste risorse sono ciò che fa cambiare il significato delle parole nel testo:

  • La paradosso: Figura in cui sono correlati due idee o concetti che sembrano opposti o contraddittori ma che in un senso più profondo non lo sono.
  • La antitesi: Consiste di parole opposte o frasi di significato opposto.
  • La ironia: Consiste nell'implicare l'opposto di ciò che viene detto. Il vero significato deriva dal contesto.
  • El similitudine: È il confronto tra due parole o idee.
  • La iperbole: È un'esagerazione.
  • La metafora (tropo): Consiste nel nominare una realtà con il nome di un'altra con cui l'autore stabilisce un'identificazione per la sua somiglianza.
  • La metonimia (tropo): Consiste nel nominare una realtà con il nome di un'altra con cui mantiene uno stretto rapporto, come quello tra l'autore e la sua opera, il contenuto e il contenitore, il luogo e il prodotto che ne deriva, eccetera.
  • La sineddoche: È un particolare tipo di metonimia che consiste nel designare la parte per il tutto o il tutto per la parte. Esempio: "Ha raccolto più di trecento teste."

Classificazione delle risorse stilistiche di natura semantica

Le risorse stilistiche semantiche viste in precedenza sono classificate a loro volta in tre diverse categorie, suddivise come segue:

  • Risorse semantiche basato sull'opposizione delle idee: In questi entrerebbero l'ironia, il paradosso e l'antitesi.
  • Risorse semantiche basato su relazioni di somiglianza: In questa divisione ci sarebbero le risorse della metafora (che vedremo più e meglio spiegata più avanti), dell'immagine e della similitudine.
  • Risorse semantiche basato su relazioni di contiguità: Questi includerebbero le risorse della metonimia e della sineddoche.

Risorse basate sulla somiglianza

La metafora è un dispositivo letterario basato sulla somiglianza. Esempio: «Prendi dalla tua gioiosa primavera / il dolce frutto, prima del maltempo / ricopri di neve la bella vetta» (versi di Garcilaso de la Vega). In questo caso, inoltre, si può parlare di a allegoria perché il discorso presenta un sistema di metafore che lavorano insieme per esprimere la stessa idea: "La gioiosa primavera" in questo caso sarebbe la giovinezza; "Il dolce frutto"Sarebbe il presente presente; "Tempo arrabbiato o inverno" rappresenterebbe la vecchiaia; «La neve, i capelli grigi e la bella vetta» sarebbe la testa. Tuttavia, la metafora non è l'unica risorsa semantica che viene creata in risposta a questo tipo di relazione. Il similitudine e della immagine hanno anche queste caratteristiche. Di seguito, con un esempio delle chiamate "Greguerías" di Ramón Gómez de la Serna possiamo vederlo:

  • Esempio simile: La lava sembra un coccodrillo che avanza / Le rane vengono gettate nello stagno come se fossero appostate.
  • Esempio di un'immagine o metafora impura: 8 è la clessidra dei numeri / Il cacciatore è il cucchiaio di scarpe.

È importante notare che mentre nella metafora un termine (capelli grigi) è sostituito da un altro (neve), nella similitudine e nell'immagine vengono nominate le due realtà simili (lava, coccodrillo, 8, clessidra).

Come possiamo vedere, ci sono molti concetti che vengono attribuiti a risorse stilistiche, quindi, il modo migliore per apprenderli, ricordarli e identificarli è selezionare una poesia o un testo antico e analizzarlo.

Articolo correlato:
Background e forma in letteratura. Cosa diciamo e come lo diciamo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

6 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Mario Liera suddetto

    Ciao. Se sono così gentili da correggere la tua scrittura. Hanno scritto "onomayopeya" invece di "onomatopea".

  2.   YossTop suddetto

    Quanto male ho ottenuto 3 nel test questo NON MI SERVE ..... NAH bugia ho ottenuto una buona pagina 10

  3.   BRYAN suddetto

    Ripeto solo l'anno po kulpa de eto, tutto è sbagliato ezto !!!!!

    1.    yo suddetto

      per come scrivi ne dubito

  4.   tubo suddetto

    Spero di trascorrere l'anno con questo = D

  5.   Ctrl + W suddetto

    Non è il massimo, ma non è nemmeno il peggiore, mi è piaciuto 🙂