Recensione di "Llamadme Cabrón", un romanzo di Javier Fornell Fernández

cab3

Il libro Chiamami bastardo è stato pubblicato nel 2011. Da allora ha piovuto molto e il suo autore sta per pubblicare una seconda parte, basata sulle avventure di un personaggio emblematico come Pedro Hernández Cabrón, recuperato da Javier Fornell per il popolo di Cadice, in modo che il loro le storie sono apprezzate da chiunque di qualsiasi estrazione culturale, in formato romanzo.

E questo è qualcosa che onora questo storico di Cadice. In fondo, la ricerca che Javier Fornell ha dovuto compiere per recuperare questo personaggio emblematico e il suo nome pittoresco non poteva che essere propria di un bravo storico.

Questo romanzo a prezzi accessibili ci porta in un viaggio di trasformazione di Fernán Garcés, figlio di un uomo d'affari di Cadice che è rimasto affascinato da un primo incontro con Cabrón. Tanta è la sua ammirazione che finisce per diventare amico e braccio destro del pirata. La storia sarà raccontata da questo personaggio, che introduce così sottilmente Javi Fornell nel suo lavoro.

Insieme vivranno una moltitudine di avventure. Perché nonostante la durezza di alcune scene, questo è un libro d'avventura vecchio stile. Le passioni umane si intrecciano in questo romanzo storico che almeno crea dipendenza, almeno nel modo in cui vengono presentate le battaglie più locali e in luoghi della provincia di Cadice con una grande storia, come Arcos o la foce del fiume. Guadalquivir, così come altri meno locali come l'isola di La Gomera a Gran Canaria. El Macho Cabrío, emerge come un emblema prima della necessità di uno storico di scrivere un romanzo storico, con molta storia da trasmettere.

Le scene d'azione sono raccontate molto bene. La narrazione crea dipendenza, come ho commentato prima. Inoltre, nasce la necessità di saperne di più su Cabrón, e questa è un'ottima cosa per un romanzo che potrebbe avere più parti.

Chiamami bastardo È un romanzo che dovrebbe andare oltre Cadice per essere mostrato al mondo intero, in altre lingue e pubblicato in altri paesi. Uno di quei piccoli tesori della letteratura, di quelli che nascono dall'umiltà e dalla necessità di esprimere un sentimento tanto legittimo quanto è quello di sopportare e far durare altri ricordi della storia.

Sinossi

Pirata, corsaro, mercante e conquistatore, Pedro Hernández Cabrón era un uomo medievale, pio e crudele allo stesso tempo, temuto per la sua violenza e rispettato per la sua intelligenza in guerra. Nacque e visse a Cadice, e da lì assalì navi e portò il terrore sulle coste aragonesi. Ha partecipato a numerose battaglie contro gli infedeli, combattuto nelle guerre padronali andaluse, ha vinto il perdono dei monarchi cattolici e ha preso parte alla conquista delle Isole Canarie. Javier Fornell Fernandez ci svela il personaggio storico, con una vita pericolosa degna di essere ricordata, che si nasconde dietro il peso del suo nome. Con illustrazioni di Jesús Méndez.

Biografia dell'autore

Javier Fornell È laureato in Storia presso l'Università di Cadice. Ha guidato i suoi passi nel mondo medievale di Cadice, specializzandosi in famiglia e società medievale. Fa parte del gruppo di ricerca "Medievalismo Gaditano" Hum-182 e del "Seminario Agustín de Horozco". Ha collaborato all'edizione dei libri "Magia, stregoneria ed esoterismo nella storia", "Storia della città di Xerez de la Frontera e dei primi re che la dominarono sin dalla prima fondazione" y "Compilazione delle ordinanze del consiglio di Xerez de la Frontera. Silgos XV-XVI" ed è l'autore del capitolo "Intervento del popolo di Cadice nei conflitti dinastici del tardo Medioevo: Juan Sánchez de Cádiz e Antón Bernal"in Emarginati, dissidenti e dimenticati nella storia.

È responsabile del montaggio Storia di Puerto de Santa María: dalla sua incorporazione nei domini cristiani nel 1259 fino all'anno 1800. Nel 2010 ha pubblicato Lignaggi di Cadice nel tardo Medioevo.È autore di numerose pubblicazioni su riviste specializzate e vincitore del I e ​​II Hades Research Awards, (2006 e 2008 rispettivamente, nel secondo caso per due opere) promossi dall'Università di Cadice, dal Comune di Cadice e da Cemabasa.

Ha sempre avuto preoccupazioni letterarie, che hanno finito per riflettersi nel suo blog Catanduro, dove sono apparse varie storie e altri scritti. Collabora regolarmente a programmi televisivi Popolo di Cadice y La lanterna (OndaCádiz TV), in cui parla di storia e leggende locali.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.