Ramón de la Cruz. L'Illuminismo e i sainetes

Ramon de la Cruz è nato a Madrid il 28 marzo 1731 ed è un fedele rappresentante del tempo di Carlo III con il Illustrazione nel mezzo. E, in particolare, è stato l'ideatore di una nuova forma di sainete, dove un vivido ritratto del La società madrilena del suo tempo. Passiamo in rassegna la sua figura e il suo lavoro.

Ramon de la Cruz

Castizo da ora chiamato Barrio de las Letras, fu battezzato nella chiesa di San Sebastián e i suoi genitori vivevano in via Prado, vicino al Teatro del Príncipe. Ha avuto una grande attività come traduttore di commedie, soprattutto francesi. Ha anche tradotto e adattato opere italiane ed è stato autore di tonadillas e zarzuelas.

Informazioni sull'illustrazione

Ci sono opinioni contrastanti di alcuni critici sul suo atteggiamento nei confronti dell'Illuminismo. Alcuni parlano di cosa? non aveva l'approvazione o l'amicizia di altri autori illustrati, per esempio, Moratín Sr., che lo considerava rappresentante di un teatro popolare di scarso gusto. E altri dicono che è stato illustrato a modo suo, anche se finì per dedicarsi solo ai sainetes.

Ma ci sono anche critici che hanno trovato a rapporto Tra gli scopi proposti da quelli illustrati e quelli di Ramón de la Cruz, poiché i suoi sainetes, con il tocco didattico e moralizzante che ha dato loro, erano il metodo migliore per fare questa critica ai vizi e agli altri costumi del XVIII secolo.

Inoltre, quando Ramón de la Cruz raccolse tutte le sue opere aveva tra i suoi seguaci ad alcuni degli autori più rilevanti come Gaspare Melchor de Jovellanos o Andare via.

Sanneti

Fanno parte di quella linea popolare che ebbe tanto successo nel XVIII secolo. Come genere, e in linea di principio, significavano lo stesso degli antipasti, e da quelli di Ramón de la Cruz si seguono i loro parametri. In generale, hanno un trama breve, senza una trama molto bloccata, con un dialogo tra personaggi con elementi comici appartenenti alla classe medio-bassa. Certo, quella commedia non rimuove il tono più o meno moralizzante. E il suo valore sta nel fatto che si tratta di un documento realista sociale dell'epoca.

I sainetes di Ramón de la Cruz, che scrisse circa 350, rientrano per la maggior parte tra quelli classificati come critici o costumi. Descrittivi e con una trama poco elaborata, non approfondiscono i personaggi e si concentrano maggiormente sulla realtà del momento che stanno raccontando. Il merito più grande sta in questo, prendere la realtà e trasferirla sui tavoli.

I caratteri che usa di solito si ripetono anche nella maggior parte delle sainetes. Quindi sono:

  • Il fop o il fop: colui che mette con tutti i costumi francesi, borghese, senza valori e che ridicolizza sempre.
  • Il majo e il maja: opposto al precedente, rappresenta la tradizione autoctona e i valori dell'uomo autentico, detto anche ruffiano, altezzoso e vanaglorioso.
  • ha usato: il signore del tempo.
  • Corteggiamento: o quel rubacuori spensierato che corteggia sempre le signore.
  • l'abate: una figura dal tocco effeminato che appare circondata da signore e che è anche pigra e vive degli altri.
  • La pagina: un osservatore del resto dei personaggi.

Il Manolo

Forse il più noto e rappresentativo della sainete parodica, poiché la sua tecnica consiste nel supplicare i personaggi: Zio Matute, sua moglie, Manolo, La Primilgada, ecc. E mette quel contrasto tra lo stile retorico e lo stile popolare, perché tutti fanno discorsi usando termini volgari che si mescolano al ritmo dell'endecasillabo.

Contrasta anche la figura dell'eroe con l'immagine del protettore nel suo protagonista, Manolo, e il suo scopo principale è schernire il concetto di onore.

altri sainetes

Anche Ramón de la Cruz le fece derivare dalla sua controverso con altri illustrati come Qual è il tuo nemico? o Il poeta noioso. O da figure, concepito per censurare i vizi del tempo, come L'ospedale o gli sciocchi o Il negozio della sposa.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)