I problemi di Ildefonso Falcones con il Tesoro

1473276180_660823_1473276358_noticia_normal

Fotografia di Ildefonso Falcones nel Museo di Storia Marittima di Barcellona.

Una settimana fa i media lo hanno fatto eco l'Audiencia de Barcelona ha riaperto il caso Falcones e la sua presunta frode fiscale derivante dalla pubblicazione del suo romanzo "La cattedrale del mare". Apparentemente, secondo «El País«, Il caso era stato archiviato a febbraio ma con questa decisione lo scrittore dovrà affrontare nuovamente un grave problema che lo accompagna da tempo e che, a quanto pare, continuerà ad accompagnarlo fino a quando il caso non sarà definitivamente risolto .

Secondo El País, lui e la moglie sono accusati di aver frodato 1,4 milioni di euro al tesoro e la giustizia li imputa, per questo, tre reati. La questione nasce dal "copyright" dei suoi romanzi e dalla creazione, da parte di Falcones e di suo fratello, di una struttura imprenditoriale in paesi con poca tassazione al fine di ottenere, così, vantaggi fiscali inesistenti in Spagna.

Le associazioni che ruotavano attorno a questa struttura erano, quindi, quelle che possedevano i diritti sui romanzi di Falcones. coprendo così il vero beneficiario, lo stesso scrittore.

Questa è la tesi che sostiene l'accusa e quindi dovremo vedere come si evolverà la questione e se Falcones, finalmente, riuscirà a dimostrare la sua innocenza di fronte a questo presunto complotto.

paradossalmente, questa notizia coincide con la pubblicazione del suo nuovo romanzo, "Gli eredi della Terra". Prima di cio. siamo, senza alcun dubbio, in tempi agrodolci per lo scrittore che vede, con questo caso, macchiata la presentazione della sua nuova e tanto attesa opera.

Questa situazione è ancora curiosa da allora  di solito non vediamo scrittori coinvolti in questi casi tortuosi. Nonostante il fatto che in Spagna ci siano molti che, in un modo o nell'altro, cercano di frodare il tesoro, non è normale o non è così frequente che un noto autore venga alla ribalta su questo tema. Una notizia che, dunque, ai seguaci del mondo della letteratura ci interessa e ci sorprende.

Da parte nostra, non abbiamo altra scelta che goderci le sue opere e, senza entrare per il momento in valutazioni in materia, tenere d'occhio il raggiungimento dei fatti.

 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

3 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   RICHARD suddetto

    Bene per pagare siamo tutti uguali, poi dirà che è stato un fallimento e il Tesoro lo ha inseguito Non ho mai comprato i suoi libri e ora con più motivo per ladro di chorizo

    1.    alex martinez suddetto

      Ciao Richard,

      Come dici tu, se questa accusa è finalmente provata, lascia che paghi come facciamo tutti. Vedremo quale ripercussione avrà questa notizia tra i suoi lettori e se alla fine influenzerà il numero di vendite dei suoi libri. Vedremo cosa succederà.
      Saluti.

  2.   FELISUCO suddetto

    lo spagnolo KEN FOLLET Non ho comprato un libro, più un chorizo ​​BEN LAVORO SIGNORE MINISTRO MONTORO che paga tutto il debito