Presentazione del Premio Carmen Martín Gaite 2017: Pukata, di Men Marías.

MenMarías e Ana_Lena Rivera nella presentazione di Pukata, Pescados y Mariscos.

MenMarías e Ana_Lena Rivera nella presentazione di Pukata, Pescados y Mariscos.

Giovedì 12 aprile è stato presentato il romanzo Pukata, pesce e frutti di mare, di Men Marías, vincitore di Premio Carmen Martin Gaite 2017, presso la libreria La Central a Callao.

L'evento è stato presentato dalla vincitrice del Torrente Ballester Award 2017, Ana Lena Rivera, e ha visto la partecipazione del sindaco e dell'assessore al turismo di El Boalo, città in cui si trovano la Fondazione Carmen Martin Gaite e la sua residenza di famiglia, nel che attualmente vive la sorella Ana, sua sorella minore, che all'età di 93 anni collabora attivamente alla diffusione della cultura e al premio da loro sponsorizzato.

L'opera vincitrice dell'ultimo concorso,  Pukata, pesce e frutti di mare è un lavoro che si legge tutto d'un fiato, che riprende dal primo capitolo.

El Pukata è un ristorante di pesce situato sulla Playa del Frescachón, nella città immaginaria di Alhibí, sulla costa mediterranea dell'Andalusia. Vi lavorano i protagonisti, provenienti da diversi paesi,  che soffrono e ballano con la stessa intensità. Il protagonista, Gabino, un cameriere colombiano che racconta la sua storia dal carcere, lavora al Pukata.

«Quando siamo arrivati ​​in Spagna ci siamo sentiti tutti uguali, ci siamo percepiti come estranei, non ci siamo riconosciuti. Il suo Paese, finalmente, ci appare davanti agli occhi dopo anni e anni passati a sentirlo, a sognarlo, e, all'improvviso, si capisce che da quel preciso momento passerà il resto della sua vita a sognare di tornare in Colombia. lei, sentendosi una straniera per sempre »

Costumbrismo del XXI secolo:

Pukata ritrae il mondo degli immigrati che lasciano il proprio paese e la propria famiglia e accettano lavori poco qualificati. Questa storia parla della sua vita, dei suoi sentimenti, dei suoi problemi, dei suoi fallimenti e dei suoi successi. È un romanzo in cui le disgrazie vanno di pari passo con le gioie, ei grandi momenti hanno un'aura di tristezza.

«Mentre Perlita gli spiegava come prendere una donna per la vita, Don Rafael gli ha quasi rotto il collo dalle risate e Dona Cristina ha incoraggiato la baldoria ... Mi sentivo triste. Non ti capita a volte che tutto intorno a te sia perfetto e ti piacerebbe parteciparvi? Voglio dire, per essere parte dello spettacolo, per le risate, per l'allegria ... Per essere parte della gioia. Eppure non possono, si considerano spettatori o spettatori ".

Pukata, Pesce e frutti di mare, usanze del XNUMX ° secolo.

Pukata, Pesce e frutti di mare, usanze del XNUMX ° secolo.

Il protagonista di Pukata, Pescados y Mariscos, ha una figlia di 10 anni in Colombia che non conosce. Quando ha lasciato il paese, sua moglie gli ha nascosto la gravidanza e Gabino ha lottato per dieci anni per conoscerla.

Hanno figli? Non averli. Credimi, non c'è più dolore lancinante in questa vita »ripete Gabino in ogni capitolo della storia.

Gabino racconta la sua vita nel Pukata, ma lo fa dal carcere.

Vuoi che ti dica una cosa? Posso avere il consiglio di un prigioniero che, non importa quanto in prigione, è innocente? Quello di non è mai tardi non è vero. A volte è tardi. In effetti, di solito è tardi. Perché il tempo non torna. Quel giorno in cui l'ho guardata attraverso il vetro, non tornerà mai più. Non quel giorno o qualsiasi altro. Ovviamente è troppo tardi. "

Pukata, una dose di realtà sociale e un inno alla speranza:

Sebbene il protagonista non se ne accorga, la sua storia riflette esattamente l'opposto, è un inno alla speranza, a "non è mai troppo tardi" perché accada qualcosa di buono. Perché alla fine Chi decide cos'è la felicità più di se stessi?

Realizzare la tua vocazione è l'unico modo per trovare la felicità, una felicità che, allo stesso tempo, è afflitta dalla sofferenza, perché non pensare che questo non sia difficile. È. E molto. Ma come un figlio ... che importanza ha la sofferenza quando hai un figlio tra le tue braccia.

Pukata è un romanzo con ritmo e di facile lettura, ma questo non dovrebbe trarci in inganno: Il background di Pukata ritrae le realtà che ancora oggi la nostra società non ha superato: Omosessualità, machismo, stereotipi e tanti tabù sociali.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)