Peter Ustinov, molto più di un attore. I suoi libri e le sue opere

Foto di Peter Ustinov: (c) Allan Warren.

Peter Ustinov non era solo un attore, ma a artista completo. Sebbene il cinema gli ha dato l'eternità incarnando personaggi eterni come l'imperatore Nerone de Quo Vadis (nessuno può immaginarlo con un'altra faccia), lo era anche Ustinov regista, sceneggiatore, pittore, musicista e scrittore sia teatro, romanzi e racconti. Inoltre, ha scritto due autobiografie ed è stato molto attivo nel suo lato più solidale. Questo è un rivedere alla sua vita e all'opera più letteraria in questo luglio cinematografico che ho.

Peter Ustinov

È nato a Londra il 16 per aprile 1921, a Swiss Cottage, nel quartiere di Hampstead. A partire dal genitori russi che è fuggito quando la rivoluzione del 1917, si è laureato presso il Scuola di Westmintere quindi si è iscritto al Studio teatrale londinese. Ma prima di finire i suoi studi in arte drammatica, agito nelle stanze facendo imitazioni personaggi conosciuti.

Ha debuttato all'età di 19 anni come attore in un lavoro che aveva scritto e, allo stesso tempo, lavorava per la stampa e la radio. Servito in Seconda Guerra Mondiale dove era agli ordini di un ufficiale di nome David Niven, per il quale scrisse la sua prima sceneggiatura più tardi nel 1952.

Un anno prima aveva dato vita a Ustinov Nerone en Quo Vadis, raggiungendo il successo globale che lo ha sempre accompagnato. Ha vinto due Oscar per il suo indimenticabile Lentulo Batiatus spartacus e da Topkapi. E ha scritto script programmi televisivi, oltre a saggi y articoli di temi sociologici. Era anche molto degno Hercule Poirot.

Era anche regista di cinema e opera, di cui era appassionato, nonché pittore e grande attivista di cause solidali che lo hanno portato ad essere ambasciatore di buona volontà per l'Unicef.

La vita è un'operetta

Compilazione di storie.

  • La vita è un'operetta è una visione acuta di un mondo che sta sempre collassando, sebbene i suoi personaggi si siano reincarnati attraverso tutte le epoche.
  • I confini del mare. Ambientato in una città costiera spagnola, è interpretato da due uomini opposti, un vecchio pescatore analfabeta e un albanese naufrago, che instaurano uno stretto rapporto senza parole ma attraverso il mare.
  • Sogni di Papua è un'incisiva satira sul culto della mediocrità e della difesa aggressiva americana.
  • Gli assassini Si tratta di una banda di vecchi innocui che annunciano ciò che intendono fare per essere fermati.
  • Cane dotato ci porta nella classe alta inglese per descrivere il loro modo di vivere e gli atteggiamenti, in particolare, nei confronti del matrimonio.
  • Per finire, Dio e le ferrovie dello stato Il pugnale di seta continuano ad approfondire i ritratti psicologici profondi della condizione umana che Ustinov ha visto e analizzato.

Krumnagel

Bart Krumnagel è il protagonista di questo romanzo che si svolge in una grande città dove si trova el capo superiore della polizia. Persegue senza fine i criminali e coloro che cercano di corrompere o deviare stili di vita consolidati. Il tutto in un modo piuttosto innocente ma implacabile che, alla fine, si trasforma in violenta vendetta. contro la corruzione.

Il vecchio e il signor Smith

Premessa interessante in questo viaggio di coppia più incredibile che potrebbe essere immaginato: Dio e diavolo. Entrambi devono eseguire un file studio del tempo presente. Il problema è che essere immortali li fa non adattarsi bene a questi tempi.

Quindi, rapidamente, vengono fermati dalla polizia quando arrivano in Nord America, accusati di aver introdotto valuta contraffatta. Ovviamente la loro fuga sarà facile e continueranno il loro volo attraverso il mondo. E in quelli avatar condivisi avrà anche il tempo di mostrare il proprio sentimenti più umani e perdona rancori eterni.

Il perdente

L'eroe più improbabile ma stranamente comprensivo di questo romanzo è Hans winterschild, nato giusto in tempo per diventare un uomo negli anni del Hitler. Hans si innamorerà di un prostituta di 16 anni turbata e triste, che influenzerà la tua vita per sempre.

Mio caro me e la mia Russia

Sono loro autobiografie pubblicato nel 1977 e nel 1983.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)