Noelia Yellow. Intervista all'autore del romanzo rosa

Foto: Noelia Amarillo. Profilo Twitter.

Noelia Yellow è uno degli autori di romanzo romantico ed erotico con più esperienza e realizzazioni del panorama attuale. Madrileña, ha scritto romanzi e storie, tra gli altri titoli quelli di Svegliati con te, Resta al mio fianco, o una serie di Baci (Baci proibiti, baci rubati) o Bite, Dream, Lick, con quest'ultimo Morditi le labbra su lenzuola di seta. In questa intervista ci racconta un po 'di tutto. Apprezzo molto il tuo tempo e la tua gentilezza.

Noelia Amarillo - Intervista

  • NOTIZIE DI LETTERATURA: Ricordi il primo libro che hai letto? E la prima storia che hai scritto?

NOELIA AMARILLO: Uffa, che difficoltà ... leggo da quando avevo quattro anni, impossibile ricordare il primo libro, anche se era sicuramente una delle favole di Esopo che ho ancora in casa (e tengo come l'oro su un panno).

La prima storia che ho scritto seriamente è stata una storia breve con cui ho partecipato a un concorso nella mia scuola, avevo circa 14 o 15 anni, ed ero un errore patetico in cui ha dotato un'auto di sentimenti, più esattamente la Renault di mio padre, e lo ha fatto partire per avventure nel mio quartiere. Ero secondo.

  • AL: Qual è stato quel libro che ti ha colpito e perché?

NA: Ce ne sono così tanti che mi hanno colpito che è difficile sceglierne uno. Forse uno di Terry prattchet, La verità o Dei minori, per il modo in cui, basato su un mondo inventato (Discworld), ricrea la vita sul nostro pianeta con acidità e non poco sarcasmo, capovolgendola e facendoci pensare e vedere le cose in modo diverso.   

  • AL: E uno scrittore preferito? Puoi sceglierne più di uno e di tutte le epoche.

N / A: Susan Elizabeth Phillips È la mia scrittrice preferita al mondo e di tutti i tempi, seguita da vicino da Terry Prattchet, Sarah MCclean, Sandra Brown, Alejandro Dumas ... e innumerevoli altri.

  • AL: Cosa troviamo nel tuo ultimo romanzo, Morditi le labbra sulle lenzuola di seta?

NA: Alcuni personaggi molto forti, con un passato alle spalle e che, nonostante siano molto diversi e le loro circostanze siano radicalmente diverse, si adattano perfettamente. Ne troverai molti sfide, un grande senso dell'umorismo, scene appassionate, caratteri diversi da quelli che leggiamo abitualmente e situazioni inaspettate.

  • AL: Quale personaggio del romanzo rosa ti sarebbe piaciuto incontrare e creare?

NA: Jericho Barrons, dalla serie Febbre de Karen marie moning. Mi sembra un personaggio rotondo, pieno di spigoli, con un mondo interiore super ricco e molto ben disegnato.

  • AL: Qualche abitudine o abitudine speciale quando si tratta di scrivere o leggere?

NA: Mi piace scrivere sul mio computer desktop (odio i laptop). Ho sempre una penna Bic in mano (o in bocca, perché di solito rosicchio il tappo mentre penso alle scene, ancora di più da quando ho smesso di fumare). E nel browser devono essere aperti la RAE e la bacheca Pinterest con i personaggi e i luoghi del libro. Ovviamente, Scrivo vestito da mendicante. Se è inverno, chiedere l'elemosina al Polo Nord (strati su strati di vecchi vestiti orribili, ma super comodi). E se è estate, come un mendicante da spiaggia, ah ah ah ah!

  • AL: E il tuo luogo e momento preferito per farlo?

NA: A casa mia, nella mia stanza / ufficio. L'ora ... se è durante la settimana, nel pomeriggio, se è nel fine settimana, per tutto il giorno.

  • AL: Quali altri generi letterari ti piacciono?

NA: Fantasy epico, fantascienza, suspense. Odio il genere bellico e il terrore mi spaventa (ma un lotooo), quindi non mi avvicino nemmeno a quei due.

  • AL: Cosa stai leggendo adesso? E la scrittura?

NA: Beh, ho finito ieri Io e te nel cuore di Brooklyn e oggi inizierò Ruckus di LJ Shen.

  • AL: Come pensi che sia la scena dell'editoria generale per tanti autori quanti sono o vuoi pubblicare?

NA: Penso c'è spazio per tuttiOra, inoltre, siamo in un momento in cui tutte le porte sono aperte e ci sono migliaia di opportunità se ci provi e lavori. Gli scrittori in questo momento lo hanno fatto migliaia di opzioniDal lavoro con gli editori all'autopubblicazione, sono tutti fantastici e hanno il loro pubblico.

  • AL: Qual è il momento di crisi in cui viviamo assumendoti? Puoi rimanere con qualcosa di positivo o utile per le storie future?

Questa crisi / pandemia mi ha così stufato, così stanco di vedere sempre la stessa cosa in televisione ... Con gli stessi cervelli irresponsabili che fanno ciò che non dovrebbero, gli stessi inutili che salutano il "e tu di più" che invece di fornire soluzioni si dedicano a pubblicizzare e pasticciare con il contrario ...

In positivo, questa crisi mi ha insegnato che siamo più forti di quanto pensiamo, e anche più fragile. Che stare a casa a guardare le serie con le tue figlie è meraviglioso e che andare al cinema o al teatro può diventare un evento degno sul tappeto rosso tanto quanto noi. Che non devi andare lontano per goderti la vita e che tutti abbiamo bisogno di tutti.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

3 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Noelia suddetto

    Grazie!! Felicissimo di aver condiviso con voi questo poco tempo !!

    1.    Mariola Diaz-Cano Arevalo suddetto

      Grazie a te, Noelia.

  2.   Prof. Luis R. Rivera-Rodríguez suddetto

    Ottima intervista. Ottimo per incontrare scrittori che non abbiamo ancora letto. Grazie.