Miguel de Cervantes e i suoi primi versi

miguel-de-cervantes-juan-lopez-de-hoyos

Conosciamo molti episodi della sua vita su Miguel de Cervantes, tuttavia, a volte non gli diamo tutto il riconoscimento che merita, potendo scrivere molto di più su di lui e sulla sua vita "raccapricciante".

Nonostante quello che si crede, Miguel de Cervantes Non ha avuto un'infanzia idilliaca e super felice. La sua famiglia si trasferì frequentemente a causa dei numerosi debiti che avevano qua e là a causa della cattiva gestione del padre di famiglia, Rodrigo. Sua madre, LeonorEra un po 'più "ingegnosa" e flessibile, ed è stata lei a portare avanti la famiglia in più di un'occasione di difficoltà. Potremmo continuare a parlare dell'infanzia e dell'adolescenza che ha dovuto vivere lo scrittore, ma in questo articolo ci occuperemo principalmente di quelli che erano i primi versi di Cervantes ea chi dobbiamo, forse, conoscere così tanto l'autore oggi.

In una di quelle avventure ...

In una di quelle avventure da giovane, Cervantes conta già 20 anni, è dove si è incontrato Juan Lopez de Hoyos, insegnante di Madrid, di formazione umanista, che l'anno precedente aveva diretto l'Estudio de la Villa. Sebbene Miguel non fosse uno studente regolare di quell'istituto, poiché i suoi corsi erano tenuti principalmente a giovani di 17 o 18 anni (Cervantes stava per compiere 21 anni), attraverso il suo rapporto con il professor López de Hoyos, ha perfezionato il suo conoscenza della letteratura latina e latina (Seneca, Ovidio, Cicerone, ecc.) E approfondì anche il pensiero di Erasmo, una delle chiavi del rinnovamento europeo dell'epoca.

miguel-de-cervantes

El erasmismo, è all'origine della grande tendenza satirica emersa in Spagna a metà del XVI secolo, e l'Università di Alcalá de Henares fu uno dei suoi centri più attivi per la sua diffusione. Ecco perché l'importanza del maestro López de Hoyos nella vita dello scrittore. Grazie anche alla stessa maestra, per la quale oggi il sonetto che contiene i primi versi di Cervantes, di cui esiste traccia scritta.

Non erano versi genuini e molto brillantiLetteralmente parlando, ma hanno ricevuto "lodi" dal maestro, che a quel tempo rappresentava l'umanesimo più illuminato a Madrid. Grazie a López de Hoyos, Cervantes ha potuto vedere i suoi versi pubblicati all'età di 22 anni. Non vedrei nient'altro pubblicato le sue spese 20 anni dopo,

Allora, potremmo dire che grazie al maestro López de Hoyos, Cervantes ci ha dato l'opportunità di leggere "Don Chisciotte de la Mancha"? Beh, forse ...


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.