Le migliori saghe di libri

Le migliori saghe di libri

Sebbene il concetto di "saga" risalga al Medioevo in Islanda, un paese che coltivava l'arte di raccontare più storie incentrate sullo stesso personaggio o ambientazione, il concetto più contemporaneo si riferisce a quei set di libri integrati nello stesso universo. Un concetto di successo (e redditizio) sfruttato da questi seguenti migliori saghe di libri che hanno servito legioni di lettori negli ultimi anni.

Foundation Series, di Isaac Asimov

Negli anni Quaranta, quando la scienza stava iniziando a decollare, Asimov lasciò la sua visione particolare del futuro tecnologico attraverso il suo famoso Serie Foundation, un compendio di diversi romanzi e racconti scritti tra il 1942 e il 1957 in cui un autore così visionario ricorreva il robotico come grande alleato della società del futuro e risorsa narrativa per opere come Yo, robot o Las vavedas de acero, oggi considerate grandi classici della letteratura fantascientifica. Il prequel, Preludio alla Fondazione, è stato pubblicato negli anni '80.

Le cronache di Narnia, di CS Lewis

Nel 1950, Lewis ha sorpreso il mondo con uno dei primi riferimenti alle saghe letterarie contemporanee. Ha scelto aspetti della mitologia greca, temi cristiani e fiabe che girano la trama ambientata in un mondo di Narnia governato da animali parlanti tra i quali troviamo il leone Aslan, guida principale dei quattro fratelli Pevensie che trovano un mondo magico passando per un armadio. Formato da sette libri e adattato al cinema nel 2005, Le cronache di Narnia è senza dubbio uno dei migliori saghe di libri della storia.

Il Signore degli Anelli, di JRR Tolkien

Dopo aver scritto il romanzo Lo Hobbit, Tolkien prese in considerazione la possibilità di scrivere un sequel che lo colse di sorpresa quando la trama fu pubblicata per tre volumi. Dopo la pubblicazione di Compagnia dell'Anello Nel 1954, niente era più lo stesso per alcuni lettori di Letteratura fantastica che ha divorato l'avventura di Frodo Baggins attraverso una Terra di Mezzo di hobbit, elfi e uomini che portano l'Anello del Potere ambito dal Signore Oscuro Sauron. Icona delle saghe letterarie, le tre puntate sarebbero state adattate al cinema nel 2001, 2002 e 2003 dal neozelandese Peter Jackson contribuendo ulteriormente all'epica rinascita della trilogia.

La Torre Nera, di Stephen King

Composta da otto romanzi, la saga con la quale il "Re del Terrore" si è immerso in un amalgama di generi che, nelle mani di un altro scrittore, avrebbe potuto essere un disastro, è diventata nel tempo una delle opere più ammirate dall'autore. Contando su ispirazioni da Il buono, il brutto e il cattivo, Tolkien o un'opera di Robert Browning nella cui poesia "Childe Roland to the Dark Tower Came" l'idea dell'opera è consolidata, La torre oscura Presenta un uomo armato di nome Roland Deschain che parte per il mondo alla ricerca di una famosa torre in cui convergono tutti i punti dell'universo. Lo spettacolo comprendeva un adattamento cinematografico meno interessante con Matthew McConaughey e Idris Elba.

Discworld di Terry Pratchett

Un mondo piatto sorretto da quattro elefanti che a loro volta poggiano sul guscio della tartaruga stellare La Grande A 'Tuin diventa teatro di una saga fino a 40 volumi che consolidò la carriera di Pratchett dopo la pubblicazione del primo libro, Il colore della magia, nel 1983. Ed è che il file Universo Discworld Non solo diventa una vetrina perfetta in cui sbirciare alla ricerca di satira e ironia su eventi politici, sociali o persino opere di Shakespeare o Tolkien, ma in puro intrattenimento dalla mano di personaggi diversi come la Morte o lo stregone Scuotivento, rappresentanti letterari di una realtà dalla quale scappare tra le pagine di questo fantastico fantastico lavoro.

A Song of Ice and Fire, di George RRMartin

Nel 1996, Martin ha lanciato Game of Thrones, il primo volume di una trilogia che è stata estesa a cinque volumi pubblicati a cui vanno aggiunti altri due titoli, Venti d'inverno e Sogno di primavera, apparentemente in fase di sviluppo. Una saga che ha guadagnato fama mondiale dopo la premiere della serie HBO Game of Thrones nel 2011, che adatta il viaggio di Daenerys Targaryen Dirigendosi verso un regno di Westeros dove intende recuperare il Trono di Spade che gli è stato rubato. A differenza della serie, la saga è narrata dalla prospettiva di ogni personaggio, una risorsa utilissima quando si cerca di entrare in un mondo in cui né i buoni sono così buoni né i cattivi così cattivi.

Harry Potter di JK Rowling

C'è stato un tempo in cui JK Rowling era una madre appena divorziata che scriveva storie sui tovaglioli nei caffè di Edimburgo in attesa di un'offerta di lavoro per bussare alla sua porta. Era in una situazione così desolante che la nascita di Harry Potter e la pietra filosofale, primo titolo di una serie di libri ambientati nella Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts dove un giovane apprendista mago e i suoi amici si sono innamorati di noi durante altre otto puntate che non hanno fatto altro che consolidare il potenziale della saga letteraria più venduta della storia.

The Hunger Games, di Suzanne Collins

A metà degli anni 2000 e alimentato dal successo di Harry Potter, il letteratura giovanile ha raggiunto il suo massimo splendore affrontando storie di ogni genere. Tuttavia, il genere distopico sarebbe il più ricorrente tra gli adolescenti, essendo la trilogia di The Hunger Games il miglior esempio di questa febbre. Ambientato in un futuro in cui il Campidoglio è una potenza che domina gli altri dodici stati poveri di Signore, il romanzo rivela una gara crudele a cui compaiono diversi giovani per proclamarsi vincitore sconfiggendo il resto degli avversari. Il successo dopo la pubblicazione delle opere nel 2008, 2009 e 2019 è stato esteso dal trionfo della saga cinematografica che ha lanciato alla celebrità per Jennifer Lawrence, attrice che interpretava l'eroina Katniss Everdeen.

Quali sono le migliori saghe di libri che hai letto?


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

3 commenti, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   JL MENDOZA ZAMORA suddetto

    SENZA DUBBIO, MANCAVA DUNE DI F HERBERT !!!!!

  2.   Alexis Vermil suddetto

    Mancava la saga di Gerald De Rivia di Andrzej Sapkowski !!! 7 volumi che sono un lusso per l'occhio e la fantasia ... il finale è memorabile.

  3.   Ivan chapman suddetto

    La saga del cavallo di Troia di JJ Benítez era scomparsa!