6 dei migliori amici letterari a quattro zampe

Sono i migliori amici, i più fedeli e leali. Sono stati con noi da quando il mondo è mondo. Ci accompagnano nelle nostre avventure e disavventure, nei nostri viaggi, nei drammi e nelle gioie, in ogni cosa. Inspiegabilmente c'è chi non li ama o ne ha paura. Ma coloro che non hanno avuto cani non sapranno mai quali sentimenti ispirano.

Lord Byron li preferiva alle persone. Lui aveva ragione. Possono darti tutto solo guardandoti. Oppure chiedi a te. E di certo non hanno bisogno di parlare. Sono incondizionati al loro padrone, nel bene e nel male, nel bene e nel male. Nella realtà e nella finzione. I cani scrivono anche pagine e pagine di avventure senza precedenti. Quindi, con l'affetto incondizionato che professo per loro, oggi scrivo di alcuni di quei cani letterari. Un ricordo anche per chi è passato nella mia vita.

Bene vediamo. Inizierò con gli antenati di tutti i bastardi che sono nel mondo, cioè i lupi. E finirò con una debolezza.

Akela

Il maschio alfa della mandria Seeonee, da Il libro della giungladi Rudyard Kipling. Akela è colui che prende la decisione di accettare Mowgli come uno dei tuoi. Anche è il lupo più saggio e coraggioso. E sei molto dispiaciuto per la sua morte nella battaglia del Jaros Dogs.

fantasma

Temo che i milioni di lettori e seguaci di Game of Thrones scuoiami vivo se lo lascio. Quindi, ovviamente. Impossibile non nominare il file White Wolf del famoso Jon Snow. Intelligente e astuto, Ghost ha quel tocco soprannaturale che permea la famosa saga di George RR Martin.

Jumble e Tim

Jumble e Tim sono i cani della mia infanzia, insieme a quello che avevamo in carne e ossa. Se leggi i libri su quelle copertine, hai già la mia età. E altro ancora. Ma non ci sono età o nuove edizioni che cambiano in Guillermo Brown oa I cinque. Né i suoi inseparabili compagni a quattro zampe. Instancabili e sempre pronti all'avventura, Jumble e Tim sono sicuramente i cani che tutti volevamo avere bambini.

Siamo andati tutti da gli emarginati una volta e siamo andati tutti in giro a svelare i misteri Jorge e i suoi cugini. Ma sapevamo anche di avere il occhio vigile o corteccia di avvertimento di Jumble e Tim. Ci avrebbero messo in guardia in modo che non fossimo scoperti dai nostri imbrogli o dall'uomo malvagio di turno che ci stava perseguitando proprio mentre stavamo risolvendo quel mistero.

Dollaro

Non puoi perderti il protagonista indimenticabile di Il richiamo della natura, di Jack London. Uno dei personaggi canini più importanti nella storia della letteratura. Il tuo è uno dei Top esempi di tutti i valori cagnolini che esistono e che Londra sapeva descrivere in modo magistrale. Chi non ama i cani dovrebbe incontrare un Buck.

Bullseye (accurato)

Alla fine, quello che è stato detto, una debolezza. Forse per essere il più antieroe, maltrattato e perdente. E quelli sono i miei personaggi preferiti. Preferisco il suo nome originale in inglese, più sonoro. Ed eccolo con il suo proprietario nell'immagine di intestazione di questo articolo.

De Oliver, il musical del 1968. È una delle tante versioni cinematografiche di Oliver Twist, il classico di Diavolo. E, tra gli altri, ha recitato il grande Oliver Reed, nato proprio per incarnare i personaggi più inquietanti, inquietanti e malvagi. Così ha ricamato il Bill Sikes crudele e spietato, uno dei miei preferiti di tutto il lavoro di Dickens.

Sikes è sempre accompagnato da Bullseye, un bull terrier bianco con una macchia sull'occhio destro. Bullseye è il file esempio perfetto che i cani possono essere come i loro padroni nel migliore e nel peggio. Ed è odioso quanto Sikes, ma come tutti i cani, di totale lealtà nonostante i continui soprusi che gli dà il suo padrone. Tant'è che alla fine muore cercando di salvarsi la vita. E leggendo o guardando la scena pensi sempre che quello che merita la morte peggiore sia Sikes, perché Voglio sempre salvare Bullseye.

Comunque, Ce ne sono molti altri ma lo lascio qui. Aggiungi anche quelli che si verificano.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.