Celebrando San Martín con alcuni maiali letterari

Oggi è l'11 novembre. San Martin. E sai già: questo giorno arriva per ogni maiale. Anche in letteratura. Dò un'occhiata a questi 6 libri dove i maiali sono protagonisti direttamente o indirettamente, o allegoricamente o reali. Sono storie dai toni e dagli autori così diversi Bioy Casares, Tusset o George Orwell e il suo Napoleone, senza dubbio il maiale più famoso della letteratura.

Il maiale. Storia di un cugino molto amato - Michel Pastoureau

Michel Pastoreau è un prestigioso storico francese meglio conosciuto per i suoi libri e monografie sul colori, simboli animali o araldica. In questo libro né più né meno osa dirci il storia dei suini, chiamato in mille modi. Li abbiamo così vicini e allo stesso tempo ne siamo del tutto inconsapevoli, quindi Pastoreau li rivendica qui.

Sempre relegato alla sua peggiore immagine come simboli di sporcizia e gola, sembrava indegno di attenzione per la storia. Ma non più. In realtà tutti gli animali possono essere protagonisti e la storia del maiale alla fine si rivela punto d'incontro di tante discipline e percorsi. Pertanto, questo libro è abbastanza curioso e divertente e vale la pena dare un'occhiata.

Margherita tra i maiali - Pedro Badran

Pubblicato in 2017, questo libro racconta nove polizieschi e storie nere scritto dallo scrittore colombiano Pedro Badrán. Il suo protagonista è il detective Ulise Lopera, marginale e dipendente pubblico di una procura corrotta. Ma non è il tipico detective, quasi come un eroe, che ragiona e calcola bene i suoi movimenti, ma piuttosto a uomo contraddittorio chi è in balia del male e vi cade anche lui. E questo suscita anche simpatia ed empatia da parte dei lettori.

In nome del maiale - Pablo Tusset

Tusset è diventato un best seller con La cosa migliore che possa capitare a un cornetto. Questo romanzo è protagonista di lei Commissario Pujol, che sta per andare in pensione, deve indagare su morte di una donna massacrata e massacrata come al macello. Un pezzo di carta ha trovato nella sua bocca alcune parole in stampatello: NEL NOME DEL MAIALE. Il mistero e anche ironia sono mescolati in una narrazione impressionante che cerca di catturare il lettore sia per la trama ben costruita che per quel modo di narrare.

Le super fantastiche avventure di Yo Pig - Emer Stamp

Emer Stamp vive a Londra e lo è scrittore e illustratore. È l'autore di questi libri illustrati che include anche L'incredibile diario top secret di Pig. Ideale per pubblico infantile o non così infantile. In questa storia Pig ci chiede aiuto perché si considera il più stupido del mondo e i suoi amici, Anatra, Mucca e Pecora, sono persi in un posto molto strano che a loro non piace. Ci chiede anche di non raccontare a nessuno quello che stiamo leggendo perché è pieno del suo segreti indicibili.

Diario di guerra dei maiali - Adolfo Bioy Casares

Bioy Casares era uno dei grandi scrittori argentini contemporanei. Amico intimo di Jorge Luis Borges, tra i suoi libri abbiamo diversi romanzi come L'invenzione di Morel o Piano di fuga, a cui si aggiungono racconti, saggi e libri gialli scritti con Borges.

In questo titolo abbiamo il pensionato Isidore Vidal che un giorno scopre che c'è violente bande giovanili che minacciano gli anziani senza ragioni apparenti o comprensibili. Una lotta tra generazioni sotto forma di fantasia pessimistica ma con un tocco di vita quotidiana e modi.

La fattoria degli animali - George Orwell

E finisco con forse il maiale più famoso della letteratura, Napoleone, il protagonista di questa satira della rivoluzione russa e del trionfo dello stalinismo, scritta da George Orwell nel 1945. Punto di riferimento della cultura contemporanea, è uno dei libri più graffianti di tutti i tempi.

La ribellione degli animali della fattoria del maniero è tutto un tRiferito come filtrano i semi del totalitarismo nella sua apparentemente ideale organizzazione che guida la festa dei maiali con in testa il suo carismatico condottiero Napoleone e anche con l'altra sua faccia del più crudele oppressore. Il suo la lettura è sempre consigliata, ed è molto di più in questi tempi in cui viviamo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.