I libri di Lope de Vega

Ritratto di Félix Lope de Vega.

Lo scrittore Félix Lope de Vega.

Felix Lope de Vega Carpio era uno scrittore spagnolo nato il 25 novembre 1562 a Madrid. Ha iniziato a produrre materiale letterario fin dalla giovane età, dedicato ai suoi amori falliti e ad altre esperienze. I libri di Lope de Vega rappresentano un'eredità notevole per la letteratura spagnola. La scrittura era tutta la sua vita, e smise di produrre lettere solo nei momenti prima della sua morte, il 25 agosto 1635.

Lope de Vega era una parte importante dell'età dell'oro, che è considerata la fase più fruttuosa delle lettere e delle arti spagnole. Durante la sua esistenza lo scrittore ha prodotto centinaia di opere, tra cui poesie, commedie, epiche, sonetti e persino piccoli romanzi.

Un giovane scrittore

Lope si è distinto dall'inizio del suo processo di apprendimento; all'età di cinque anni sapeva leggere anche in spagnolo e latino il piccolo ha scritto le sue prime poesie durante i suoi anni di innocenza. Nella sua prima adolescenza, Vega ha prodotto commedie in quattro atti; una delle sue prime opere di questo tipo si intitolava Il vero amante.

Lope si distingueva notevolmente dal resto, al punto che per la sua grande attitudine artistica, la scuola Vicente Espinel gli ha dato l'onore di studiare presso le sue strutture. Il cavaliere di Illescas Era un'altra delle sue commedie e decise di dedicarla a Espinel, perché ammirava.

Studiò il liceo nella facoltà pedagogica della Compagnia di Gesù - divenuta poi collegio imperiale -, lì conobbe i gesuiti. Nel 1577 continuò la sua formazione presso l'Università di Alcalá, Colegio de los Manriques. Tuttavia, Lope non ha terminato il ciclo di istruzione superiore, quindi non ha ottenuto alcuna laurea.

L'innamorato Lope

Elena Osorio è stata la sua prima moglie, e significava molto per lui. Questa relazione si è conclusa perché ha iniziato una relazione per interessi finanziari con un nobile. Lope de Vega è stato devastato e ha dedicato alcuni versi contro Elena e i suoi parenti. Il contenuto delle sue strofe era forte e umiliante e in quei tempi questo era un crimine verso l'onore, così fu mandato in prigione e bandito per un po '.

La Dorotea era un romanzo dedicato a Elenae, curiosamente, l'opera vide la luce pubblica nel 1632, pochi anni prima della morte dello scrittore. Tuttavia, quando scrisse quest'opera, Lope aveva una nuova donna di nome Isabel de Alderete con il quale si sposò il 10 maggio 1588.

Isabel morì nel 1594, settimane dopo il parto, e Lope si dedicò L'Arcadia, un romanzo in cui ha introdotto alcuni versi poetici. La sua terza moglie si chiamava Antonia Trillo e furono accusati di concubinato, che a quel tempo era anche un crimine. nel 1598 si innamora di Juana de Guardo, figlia di un uomo con molti soldi; ma aveva molti amanti, tra cui Micaela de Luján.

Nonostante tutti i figli illegittimi e le relazioni che aveva Lope de Vega, ha dovuto lavorare molto. Le migliaia di scritti di paternità spagnola sono stati derivati ​​da questa fase, molte delle poesie, commedie e romanzi non erano finiti, hanno errori e la velocità con cui Lope ha dovuto produrli è evidente.

Frase di Lope de Vega.

Citazione di Lope de Vega - Ofrases.com.

Progressi della tua opera letteraria

All'inizio del XVII secolo de Vega riuscì a modificare la maggior parte dei suoi racconti e cercava un modo per proteggere i suoi lavori da copyright. Molte delle sue commedie furono usate senza permesso, il che preoccupò Lope; tuttavia non ha ottenuto i diritti ma gli è stato permesso di modificare le proprie produzioni. Per la diversità e la fecondità del suo lavoro, è stato chiamato «La fenice dello spirito ».

Nel 1609, all'Accademia di Madrid, l'autore tenne il suo saggio come discorso Nuova arte di fare commedie in questo periodo, un'opera scritta in versi. Attraverso quest'opera, contenente più di trecento versi, l'autore ha fatto conoscere i suoi diversi momenti di gioia e tristezza.

Lope de Vega, il prete

Nel 1611 ci fu un attentato contro di lui e il suo amico e sua moglie morirono negli anni successivi. Questa serie di eventi segnò molto il poeta, che attraverso il sacerdozio cercò rifugio nella religione, aspirazione che finalmente gli venne nel 1614.

Lo scrittore ha deciso di catturare tutti questi sentimenti ed emozioni in un'opera intitolata Rime sacre. In questi versi Lope ha applicato alcune delle sue conoscenze acquisite nella Compagnia di Gesù attraverso il libro Esercizi spirituali, testo che ha cercato di rafforzare le credenze cattoliche attraverso la meditazione e altre azioni mentali.

Nel suo tempo di prete, Lope de Vega si interessò a Marta de Nevares, ma poiché si era ordinato alla sua nuova fede, non poté esprimerle il suo amore e decise di dedicarle diverse produzioni poetiche con queste caratteristiche.

Frammenti di alcuni libri di Lope de Vega

Ecco alcuni frammenti di alcune opere di Lope de Vega:

Fontana di Ovejuna

Maestro: —Mi vedrai a cavallo oggi, mentre preparo la lancia.

Laurencia: —Più di quanto io sia mai tornata qui!

Pascuala: —Beh, pensavo che quando te ne avessi parlato, ti avrei dato più rimpianto.

Laurencia: —È in paradiso che non la vedo mai a Fuente Ovejuna! ”.

Canta Amaryllis

"Amarilis canta e la sua voce si alza

la mia anima dal globo della luna

alle intelligenze, che nessuno

il suo così dolcemente imita.

Dal tuo numero poi ho trapiantato

all'unità, che di per sé è un… ”.

Temi dei libri di Lope de Vega

Più i suoi scritti e le sue opere avevano a che fare con storie di affetto, passione e amore, la trama di queste storie è ciò che ha tenuto in vita l'autore. Alcuni lavori che hanno questo tema sono: Ama senza sapere chi, Il cavaliere miracoloso, L'acciaio di Madrid y L'amante discreto.

Tra le centinaia di testi che l'autore ha scritto ci sono molti argomenti diversi, filosofia e commedia erano la chiave del lavoro letterario dell'autore. A quel tempo c'erano abusi da parte delle persone della classe alta nei confronti dei più bisognosi o della classe operaia, per questo Lope protestò in opere come: Fontana di Ovejuna, Il miglior sindaco y Il cavaliere di Olmedo.

Varie opere di Lope de Vega.

Diversi libri di Lope de Vega.

De Vega, il protagonista delle sue opere

L'autore non ha fatto esplicito riferimento a se stesso nei suoi racconti; tuttavia Lope de Vega ha creato un personaggio che lo rappresentava e portava il nome di Belardo. Lo scrittore ha raccontato la storia d'amore di quest'uomo, il suo desiderio di corteggiarlo e la sua sofferenza per non averla.

Legacy

Sebbene fosse un uomo donnaiolo nella sua giovinezza, mentre maturava si è affermato come uno degli scrittori di maggior talento in Spagna. Se qualcosa lo caratterizzava, quello era quello Lope si è dedicato alla scrittura per la gente. L'autore diceva di avere la capacità di produrre una commedia in ventiquattr'ore, si dice che scrisse anche all'ora dei pasti. La frase "è di Lope" divenne popolare e continuò ad essere usata per riferirsi al materiale letterario della sua paternità.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)