Leone Filippo. Anniversario della sua morte. Alcune poesie

Leon Felipe, poeta di Zamora tra la generazione di 98 e quella di 27, deceduto un giorno come oggi a Città del Messico nel 1968. E se c'è una poesia che mi piace molto sulla mia terra e sul nostro eterno Chisciotte, è In ritardo. Quindi, in sua memoria, va questo selezione di poesie Delle sue opere.

León Felipe - Selezione di poesie

In ritardo

Attraverso la pianura della Mancia
la figura si vede di nuovo
Passo Don Chisciotte.

E ora inattiva e ammaccata l'armatura va sul nero,
e il signore se ne va ozioso, senza pettorale e senza schiena,
è carico di amarezza,
che lì ha trovato una tomba
la sua amorevole battaglia.
È carico di amarezza,
che "c'era la sua fortuna"
sulla spiaggia di Barcino, di fronte al mare.

Attraverso la pianura della Mancia
la figura si vede di nuovo
Passo Don Chisciotte.
È carico di amarezza,
il cavaliere, sconfitto, torna al suo posto.

Quante volte, don Chisciotte, su quella stessa pianura,
In ore di scoraggiamento ti guardo passare!
E quante volte ti grido: fammi un posto nella tua cavalcatura
e portami a casa tua;
fammi un posto in sella,
cavaliere sconfitto, fammi un posto sulla tua cavalcatura
che sono anche caricato
di amarezza
e non posso combattere!

Mettimi sulla schiena con te,
cavaliere d'onore,
mettimi sulla schiena con te,
e portami per stare con te
Pastore.

Attraverso la pianura della Mancia
la figura si vede di nuovo
Pass Don Chisciotte ...

Come dovrebbe essere la tua voce?

Abbi una voce, donna
che può
dì i miei versi
e può
diventa senza rabbia, quando sogno
dal cielo alla terra...
Abbi una voce, donna
che quando mi sveglio non mi fa male...
Abbi una voce, donna, che non guasta
quando mi chiedi: cosa ne pensi?
Abbi una voce, donna
che può
quando sto contando
le stelle
dimmi in questo modo
Che cosa succede?
che quando rivolgo i miei occhi a te
Crea
cosa è successo contando
di una stella
a
un'altra stella.
Abbi una voce, donna, lascia che sia
cordiale come il mio verso
e chiaro come una stella.

Spagnolo

Spagnolo dell'esodo di ieri
e spagnolo dall'esodo di oggi:
ti salverai come uomo,
ma non come lo spagnolo.
Non hai un paese o una tribù. Si, puoi,
affonda le tue radici e i tuoi sogni
sotto la pioggia ecumenica del sole.
E alzati ... Alzati!
Che forse l'uomo di questo tempo ...
è l'uomo mobile della luce,
dell'esodo e del vento.

Conosco tutte le storie

Non so molte cose, è vero.
Dico solo quello che ho visto.
E ho visto:
che la culla dell'uomo è cullata di storie,
che le grida di angoscia dell'uomo le annegano di storie,
che il pianto dell'uomo è coperto di storie,
che le ossa dell'uomo le seppelliscono con storie,
e che la paura dell'uomo ...
ha inventato tutte le storie.
Non so molte cose, è vero,
ma mi hanno dormito con tutte le storie ...
E conosco tutte le storie.

Nessuno era ieri

Nessuno era ieri
né va oggi,
né andrà domani
verso dio
lungo questo stesso percorso
che sto andando.
Per ogni uomo risparmia
un nuovo raggio di luce il sole...
e una strada vergine
Dios.

Come te

Questa è la mia vita
pietra,
come te. Come te,
piccola pietra;
come te,
pietra chiara;
come te,
Io canto cosa ruote
lungo le strade
e lungo i marciapiedi;
come te,
umile ciottolo delle autostrade;
come te,
che nei giorni di tempesta
affondi
nel fango della terra
poi
luccichi
sotto i caschi
e sotto le ruote;
come te che non hai servito
non essere una pietra
da un mercato del pesce,
nessuna pietra da un pubblico,
né pietra da un palazzo,
nessuna pietra da una chiesa;
come te,
pietra avventura;
come te,
che forse hai finito
solo per una fionda,
piccola pietra
y
leggero ...

corazón mio

Il mio cuore,
Come ti trovo abbandonato!
Il mio cuore,
sei uguale a quelli
palazzi disabitati
e piena di misteriosi silenzi.
Il mio cuore,
vecchio palazzo,
palazzo smantellato,
palazzo del deserto,
palazzo muto
e piena di misteriosi silenzi...
Non più una rondine
vai a cercare la tua grondaia
e fanno solo il loro rifugio
nei tuoi buchi i pipistrelli.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)