La controversia de I versi satanici di Salman Rushdie

Versetti satanici.

Versetti satanici.

Versetti satanici è un romanzo epico di realismo magico scritto dall'autore indiano nazionalizzato britannico, Salman Rushdie. Alla sua pubblicazione nel 1988, è diventato uno dei libri più controversi della storia recente a causa del suo uso stravagante dell'Islam. In realtà, l'autore ha cercato di fare un'interposizione del Corano esposto nella biografia del profeta Maometto elaborata da Hunayn Ibn Isḥāq (809 - 873).

Circa l'autore, Salman Rushdie

Ahmed Salman Rushdie è nato in una ricca famiglia del Kashmir a Bombay, in India, il 19 giugno 1947. Dopo aver compiuto 13 anni è stato mandato nel Regno Unito per studiare presso il prestigioso collegio della Rugby School. Nel 1968 ha conseguito un master (specializzazione in materie islamiche) in storia al King's College, Università di Cambridge.

Prima di dedicarsi alla scrittura, Rushdie ha lavorato nella pubblicità. Il suo primo romanzo, Grimus (1975), ha segnato l'inizio di una carriera tanto brillante quanto controversa. Il suo secondo romanzo, Figli di mezzanotte (1980) lo catapultò al successo letterario e gli valse premi importanti. Ad oggi, Rushdie ha pubblicato undici romanzi, due libri per bambini, a storia e quattro testi di saggistica.

fonte Versetti satanici

Miguel Vila Dios (2016) spiega in I versi satanici e la storia delle tre dee menzionate nel Corano, l'origine del titolo. "Il termine è stato coniato da William Muir a metà del diciannovesimo secolo per designare due versi presumibilmente inclusi da Muhammad nel sura 53 o di La distribuzione… Ma, poi sostituito dal Profeta prima del rimprovero di Gabriele, l'Angelo dell'Apocalisse ”.

Questo incidente è noto nella tradizione islamica come qiṣṣat al-garānīq, la cui traduzione più accettata è "la storia delle gru". Vila la ridefinisce come "la storia delle sirene", perché gli uccelli hanno la testa delle donne. La maggior parte degli storici indica Ibn Hišām (morto nel 799) e Al-Tabarī (839-923) come le principali fonti di Ibn Isḥāq nel suo racconto all'interno della biografia del Profeta Muhammad.

L'argomento dei detrattori dell'incidente

La biografia del Profeta Muhammad di Ibn Isḥāq è stata trasmessa solo oralmente, poiché nessun manoscritto è stato conservato. Pertanto, la condizione orale del suo passaggio da una generazione all'altra aumenta la difficoltà per i ricercatori di monitorare l'accuratezza del racconto. Quanto è cambiato rispetto alla narrazione originale? È quasi impossibile determinarlo.

L'incidente fu respinto da quasi tutti gli studiosi musulmani tra il IV e il XIII secolo; una posizione ricoperta fino ad oggi. L'argomento più frequente nei detrattori è il principio musulmano ortodosso di infallibilità dei ritratti biblici nella trasmissione della Rivelazione divina. Di conseguenza, l'incidente era quasi completamente scomparso finché Rushdie non riaccese il dilemma con il suo romanzo.

La polemica di Versetti satanici

Patricia Bauer, Carola Campbell e Gabrielle Mander, descrivono nel loro articolo (Britannica, 2015) la sequenza di episodi scatenati dopo la pubblicazione del romanzo. Perché la narrativa satirica esposta da Rushdie ha fatto infuriare milioni di musulmani in tutto il mondo, che hanno definito l'opera blasfema. A tal punto che l'ayatollah Ruhollah Khomeini dell'Iran ha esortato i suoi seguaci a uccidere l'autore ei suoi collaboratori editoriali.

Attacchi terroristici e interruzione delle relazioni diplomatiche

Violente manifestazioni si sono verificate in paesi come il Pakistan. Copie del romanzo furono bruciate in molti paesi islamici, incluso il Regno Unito, e l'opera fu vietata in molti paesi. Ci sono stati persino attacchi terroristici contro librerie, editori e traduttori in paesi come Giappone, Inghilterra, Stati Uniti, Italia, Turchia e Norvegia.

Di conseguenza, gli ambasciatori della Comunità economica europea hanno ritirato i loro ambasciatori dall'Iran (e viceversa). La tensione si è allentata solo nel 1998 dopo che l'Iran ha sospeso il fatwa nel mezzo di un processo di normalizzazione delle relazioni diplomatiche con il Regno Unito. Nonostante ciò, ad oggi Rushdie ha evitato di viaggiare in paesi dove il suo libro è stato bandito e la sua situazione personale non si è mai completamente normalizzata.

Salman Rushdie.

Salman Rushdie.

La posizione di Salman Rushdie in mezzo alla tempesta

In un'intervista con il New York Times (pubblicato il 28 dicembre 1990), lo scrittore indiano ha dichiarato:

“Negli ultimi due anni ho cercato di spiegare che il ruolo di Versetti satanici non è mai stato offensivo. La storia di Gabriel è un parallelo a come un uomo può essere distrutto dalla perdita della fede.

Rushdie aggiunge,

"... i sogni in cui il così rumoroso < > hanno luogo, sono ritratti della loro disintegrazione. Sono esplicitamente indicati nel romanzo come punizioni e retribuzioni. E che le figure dei sogni che tormentano il protagonista con i loro attacchi alle religioni siano rappresentative del suo processo iniziatico. Non sono rappresentazioni del punto di vista dell'autore ”.

La discussione generata da Versetti satanici, È giustificato?

È molto difficile imbattersi in affermazioni completamente oggettive nella ricerca con un background religioso. Nel tuo articolo Ciò che turba i musulmani riguardo ai versi satanici, Waqas Khwaja (2004) descrive l'ambiguità e la complessità del soggetto. Secondo Khwaja, “… è importante chiedersi perché la maggior parte dei musulmani non è in grado di vedere Versetti satanici unicamente come opera di fantascienza ”.

Probabilmente è impossibile per i musulmani vedere il confine tra la narrativa satirica di Rushdie e l'abuso. In ogni caso sorgono domande le cui risposte variano a seconda della formazione educativa e / o spirituale del lettore. A chi è rivolto il libro? Una differenza culturale è la causa di una percezione comica e satirica in un gruppo di lettori, mentre per altri è ridicola ed eretica?

Risposte divergenti in una società multiculturale

L'articolo Lettura dell'accoglienza mista: il caso dei Versetti satanici di Alan Durant e Laura Izarra (2001) sottolinea i punti chiave del caso. Gli studiosi sostengono: “… conflitti sociali sul significato che sorgono come risultato di risposte divergenti fatte da diversi gruppi culturali in una società multiculturale. Oppure da varie pratiche di lettura in un contesto di media sempre più globalizzati ”.

Le strategie di marketing del libro potrebbero anche aver contribuito ad alimentare la disputa Versetti satanici. Perché le case editrici si sforzano di posizionare i loro prodotti a livello internazionale come parte di una circolazione globale di beni culturali. Tuttavia, la fantascienza avrà sempre connotazioni diverse per i lettori a seconda delle loro circostanze sociali, nonché delle impostazioni e dei valori successivi.

Riepilogo e analisi di Versetti satanici

La trama complessa e stratificata si concentra su due protagonisti indiani musulmani che vivono a Londra, Gibreel Farishta e Saladin Chamcha. Gibrieel è un attore cinematografico di successo che ha subito un recente attacco di malattia mentale ed è innamorato di Alleluia Cone, uno scalatore inglese. Saladin è un attore radiofonico noto come "l'uomo dalle mille voci", con un rapporto travagliato con suo padre.

Farishta e Chamcha si incontrano durante un volo Bombay - Londra. Ma l'aereo viene abbattuto da un attacco di terroristi sikh. Successivamente, si scopre che i terroristi hanno fatto esplodere accidentalmente la bomba che ha fatto precipitare l'aereo. All'inizio del libro, Gibreel e Saladin appaiono come gli unici sopravvissuti all'incidente aereo nel mezzo del Canale della Manica.

Due percorsi diversi

Gibreel e Saladin raggiungono le coste inglesi. Poi si separano quando il secondo viene preso in custodia (anche se afferma di essere cittadino inglese e sopravvissuto al volo), accusato di essere un immigrato illegale. Al povero Chamcha sono cresciute protuberanze grottesche sulla fronte ed è oggetto di imprecazioni da parte degli ufficiali. È percepito come un'apparizione del male e trattato come feccia.

Al contrario, Gibreel - avvolto in un'aura angelica - non è stato nemmeno messo in discussione. Saladino non dimentica che Gibreel non è intervenuto per lui, quindi ne approfitta per scappare mentre era ricoverato in ospedale. Sfortunatamente, la sfortuna sembra perseguitarlo, poiché viene licenziato dal suo lavoro. Tutto sembra andare terribilmente storto fino a quando l'intervento di Gibreel non ripristina completamente la sua forma umana.

I sogni di Gibreel

Mentre Gibreel discende, viene trasformato nell'angelo Gabriele e ha una serie di sogni. Il primo è una storia revisionista della fondazione dell'Islam; sono i dettagli di questo segmento che sono più inaccettabili per molti musulmani. Uno dei passaggi più istrionici delle visioni racconta il pellegrinaggio di un gruppo di fedeli musulmani dall'India alla Mecca.

Presumibilmente, Gabriel avrebbe dovuto separare le acque affinché i devoti di Allah continuassero sulla loro strada, invece, sono tutti annegati. In un altro sogno, il personaggio di nome Mahound - basato su Maometto - cerca di fondare una religione monoteista nel mezzo di una città politeista, Jahilia.

La leggenda apocrifa di Mahound

Mahound ha una visione in cui gli è permesso adorare tre dee. Ma, dopo aver confermato (dopo una disputa con l'Arcangelo Gabriele) che questa rivelazione è stata inviata dal diavolo, ritratta. Un quarto di secolo dopo, uno dei discepoli smette di credere nella religione Mahound.

Citazione di Salman Rushdie.

Citazione di Salman Rushdie.

Anche se, ormai, la gente di Jahilia (in realtà, è un'analogia con la Mecca) è completamente convertita. Inoltre, le prostitute in un bordello prendono i nomi delle mogli di Mahound prima di essere chiuse. Più tardi, quando Mahound si ammala e muore, la sua visione finale è quella di essere una delle tre dee. Ovviamente, questa è un'altra sezione molto offensiva per i musulmani.

Litigi e riconciliazioni

Alla fine, Gibreel si riunisce con Alleluia. Tuttavia, un angelo gli ordina di lasciare la sua amata e predicare la parola di Dio a Londra. Poi, quando Farishta sta per iniziare il suo lavoro, viene investito dall'auto di un produttore cinematografico indiano, che desidera assumerlo per un ruolo da protagonista come arcangelo. Più tardi, Gibreel e Saladin si incontrano di nuovo a una festa e iniziano a complottare l'uno con l'altro.

Le liti sono finalmente risolte quando, avendo l'opportunità di lasciarlo morire, Gibreel decide di salvare Saladin da un edificio in fiamme. In precedenza, Saladin aveva anche ignorato varie possibilità di assassinare Farishta. Dopo gli alterchi, Chamcha torna a Bombay per riconciliarsi con suo padre morente.

Karma?

Il padre di Saladino gli lascia in eredità un'enorme somma di denaro. Quindi, Chamcha decide di trovare la sua vecchia ragazza per riconciliarsi con lei. In questo modo, scambia il suo ciclo dispettoso con un cerchio di perdono e amore. In parallelo, Anche Gibreel e Alleluia si recano a Bombay. Lì, nel mezzo di un impeto di gelosia, la uccide e alla fine si suicida.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)