La lettera che non era di Gabriel García Márquez

Gabriel García Márquez

A metà del 2001 una lettera attribuita a Gabriel García Márquez in cui ha detto addio alla vita prima della presunta diagnosi di cancro linfatico.

La lettera non era stata scritta da lui. Premio Nobel, quello prima di lui agitare chi era formato doveva venire in primo piano per affermare che la lettera non era sua, che era in buona salute ... e che gli faceva male che la gente pensasse che scriveva così male.

La verità è che Marquez scrive molto meglio ... ma il file lettera Non è affatto male, soprattutto per il contenuto positivo del suo contenuto. Qui lo lasciamo per te in modo che tu possa godertelo:

«Se per un momento Dio si è dimenticato che sono un burattino di pezza, e me ne ha dato un pezzo vida, forse non direi tutto quello che penso, ma alla fine penserei tutto quello che dico. Apprezzerei le cose, non per quello che valgono, ma per quello che significano.

Dormirei poco, sognerei di più, capisco che per ogni minuto che chiudiamo gli occhi, perdiamo sessanta secondi di luce. Camminava quando gli altri si fermavano, si svegliava quando gli altri dormivano. Ascolterei quando gli altri parlano e come mi divertirei gelato al cioccolato!

Se Dio mi desse un pezzo di vita, mi vestirei semplicemente, mi getterei faccia prima al sole, esponendo non solo il mio corpo, ma la mia anima. Mio Dio, se avessi un cuore, scriverei il mio odio sul ghiaccio e aspetterei il sorgere del sole. Dipingerei un sogno di Van Gogh sulle stelle una poesia di Benedetti, e una canzone di Serrat sarebbe stata la serenata che avrebbe offerto loro alla luna. Innaffiavo le rose con le mie lacrime, per sentire il dolore delle loro spine e il bacio rosso dei loro petali ...

Mio Dio, se avessi un pezzo di vita ... non lascerei passare un solo giorno senza dire alle persone che le amo, che le amo. Convincerei ogni donna o uomo che sono i miei preferiti e vivono innamorato d'amore.

Dimostrerei agli uomini quanto hanno torto a pensare che smettono di innamorarsi quando invecchiano, senza sapere che invecchiano quando smettono di innamorarsi! Darei le ali a un bambino, ma lascia che impari a volare. Lo insegnerei ai vecchi muerte Non arriva con la vecchiaia, ma con l'oblio.

Tante cose che ho imparato da voi uomini ... le ho imparato che tutti vogliono vivere in cima alla montagna, non sapendo che la vera felicità è nel modo di scalare il ripido pendio. Ho imparato che quando un neonato stringe per la prima volta il dito di suo padre con il suo piccolo pugno, lo ha intrappolato per sempre. Ho imparato che un uomo ha il diritto di guardare un altro dall'alto in basso solo quando deve aiutarlo ad alzarsi.

Sono tante le cose che ho potuto imparare da te, ma davvero non serviranno a molto, perché quando mi terranno dentro quella valigia, purtroppo lo sarò sta morendo».

Dì sempre quello che senti e fai quello che pensi .. Se sapessi che oggi è l'ultima volta che ti vedrò dormire, ti abbraccerei forte e pregherei il Signore di essere il guardiano della tua anima. Se sapessi che questa è stata l'ultima volta che ti ho visto uscire dalla porta, ti darei un abbraccio, un bacio e ti richiamerei per darti di più. Se sapessi che questa è l'ultima volta che ascolterò la tua voce, registrerei ciascuna delle tue parole in modo da poterle sentire più e più volte indefinitamente. Se sapessi che questi sono gli ultimi minuti che ti vedo direi «Ti amo" E non penserei scioccamente che tu lo sappia già

C'è sempre un file mattina e la vita ci dà un'altra possibilità di fare le cose per bene, ma nel caso mi sbagli e oggi sia tutto ciò che ci resta, vorrei dirti quanto ti amo e che non ti dimenticherò mai. Il domani non è assicurato a nessuno, giovane o vecchio. Oggi potrebbe essere l'ultima volta che vedi le persone che ami. Quindi non aspettare ancora, fallo oggi, perché se domani non arriva mai, rimpiangerai sicuramente il giorno in cui non ti sei preso il tempo per un sorriso, un abbraccio, un bacio e che eri troppo occupato per esaudire loro un ultimo desiderio .

Tieni le persone che ami vicino a te, sussurra quanto ne hai bisogno, amale e trattale bene, prenditi del tempo per dire "mi dispiace", "perdonami", "per favore", "grazie»E tutte le parole d'amore che conosci. Nessuno ti ricorderà per i tuoi pensieri segreti.

Chiedete al Signore la forza della saggezza per esprimerli. Mostra il tuo Amici quanto ti importa?

Maggiori informazioni - Aneddoti di scrittori

Foto - Micro Magazine

Fonte - Curiosa Literatura


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)