The Ultimate End of Creation, di Tim Willocks. Revisione

Tim willocks (Stalybridge, 1957) è psichiatra y scrittore British, con 6 romanzi pubblicati, tocca qualsiasi genere - dice che non ce ne sono, ci sono solo buone storie - ei suoi titoli più noti sono Il fine ultimo della creazione (romanzo giallo) y L'ordine (romanzo storico). È uno dei miei autori più idolatrati, forse per quello che non è meritatamente conosciuto ma straordinario Che cos'è. Questo è il mio recensione di una storia tanto dura quanto potente, non adatta a stomaci delicati.

La fine ultimo della creazionedi Tim Willocks (1994)

Sinossi

Green River è il nome di una prigione del Texas che è piuttosto il inferno sulla terra. Diretto dal direttore John hobbes, un maniaco di manuale, in esso sono stipati prigionieri di tutte le condizioni come assassini, stupratori o spacciatori di droga, che fanno la loro proprie guerre di territori e tra razze.

"E che diavolo te ne importa" è il motto di Ray Klein, un chirurgo, accusato dalla sua ex ragazza di uno stupro che non ha commesso. Il giorno in cui inizia il romanzo, finalmente otterrà il file libertà condizionale. Ma ci vorrà molto tempo e sarà il peggiore della tua vita quando scoppia una rivolta e la follia prende tutti.

Perché non importa quanto provi a seguire quel motto, non avrai altra scelta che metterti in gioco se vuoi sopravvivere e, soprattutto, che lo facciano anche quelli a cui tieni. Tra loro, Earl (Toad) Coley, il suo collega in infermeria dove si prendono cura soprattutto dei malati di AIDS; Juliette Devlin, psichiatra esterno e innamorato di Klein, che lavora con loro ed è in visita quel giorno; Claude / Claudine Toussant, un trans perso in una crisi di identità e la principale causa della rivolta; Y Henry abbott, uno schizofrenico omicida che si rivela essere il più potente - e affascinante - alleato di Klein.

Bloccato in infermeria Coley e Devlin dovranno affrontare un gruppo di prigionieri, guidato da uno psicopatico crudele e spietato. Mentre, Klein e Abbott dovranno arrivare raggiungili entrare in ogni angolo, corridoio e fogna non solo delle mura di Green River, ma anche dal più oscuro dei suoi menti e spiriti.

A Green River, l'anima era un pericoloso inconveniente, una camera di tortura personale che solo masochisti o idioti avrebbero visitato.

Tim willocks

Tim Willocks è uno psichiatra e scrittore, specializzato in trattamento de pazienti con problemi di tossicodipendenza. Quindi, nei suoi libri i riferimenti al medicina e arti marzialidal momento che è cintura nera primo dan karate shotokan. È anche sceneggiatore.

Ha scritto sei romanzi di cui ne ho letti quattro. Qui ne hanno pubblicati solo due, sebbene sia arrivato anche il primo, Città di fiele. Ma i più famosi sono questo e L'ordine, un monumentale romanzo storico, con una continuazione, I dodici figli di Parigi, anche magnifico, ma non è arrivato.

reseña

Ma senza alcun dubbio Risorgimento del fiume verde o Il fine ultimo della creazione (titolo in spagnolo tratto da una citazione di Kant con cui inizia) è il più noto e il più speciale. Si svolge in un solo giorno ed è strutturato in due parti:

  • in prima ci mostra il contesto e introduce i personaggi e le loro diverse situazioni prima dell'inizio della rivolta;
  • e la secondo si scatena l'intera spirale di violenza e caos.
  • Poi c'è un file epilogo dove, con molta più ironia e umorismo, ci viene detto cosa succede ai personaggi che riescono a scappare - o sopravvivere - all'inferno.

Deve essere chiaro che non adatto a liquori delicati o modesti, che di solito sono etichettati come osceni e sporchi per il suo linguaggio molto grafico, esplicito e violento. Tuttavia, distilla anche a profondità e bellezza quasi poetico. Ci sono frasi, passaggi e, soprattutto, immagini caricate sensibilità e vasta conoscenza di qualcuno dedito ad approfondire ed esplorare le menti più intricate, contorte e alterate dalla malattia o dalla natura umana stessa.

Colpi

Così, primo colpo: Il rechazo prima che la lingua cruda abbia il stessa forza che ammirazione che può anche causare. Nel mio caso particolare, è stata un'ispirazione durante la scrittura del mio romanzo Marie. In esso l'ho usato senza complessi né e come catarsi. Perché questo è ancora un altro dei fini proposti da Willocks.

La cosa più importante è creare e utilizzare un file realtà alternativa —Quello di una prigione— tipo metafora perfetta di quella mente ristretta sia per il male causato che per il ricevuto. In esso mostra una galleria di caratteri che sono semplicemente i molti esempi di come il tuo connessioni diverse: L' identità sessuale ei suoi conflitti, l'uso del sesso stesso come pagamento, umiliazione, sopravvivenza o dono, il violenza innato o acquisito, il follia transitorio o prodotto della malattia, il potenza immenso entrambi i amor come l' odio. E quei personaggi riescono ad essere tanto cliché quanto assolutamente unici.

Quello è lui secondo colpo e forse il più fondamentale che ricevo da tutto ciò che ho letto su Willocks: il suo linea perfetta di stereotipi e storie tanto pure quanto cinematografiche e, allo stesso tempo, con loro bordi imperfetti. La capacità di empatizzare con loro, o il eroe innamorato, coraggioso e pronto per qualsiasi cosa Ray klein, O disturbato più letale e, allo stesso tempo, più fedele, leale e riconoscente come Henry abbott, l'enorme prigioniero che ha ucciso tutta la sua famiglia a colpi di martello e che finisce per essere un angelo vendicatore.

I due formano il file Coppia ideale in un'altra metafora del equilibrio completamente equilibrato Tra il bene e il male. Ecco perché entrambi impongono lo stesso rispetto tutti, gli uomini più onesti e deboli e i parassiti più abietti. piccolo da equanimità e della diplomazia e Abbott semplicemente dal paralizzante terrore che causa. E ancora ...

"Klein ..." gli disse Abbott. Era la prima volta che non lo chiamava "dottore". Nessuno mi ha amato più di te. Klein voleva distogliere lo sguardo, ma quegli occhi ardenti lo costrinsero a continuare a guardarlo. Nessuno ha mai avuto un amico migliore. Sei venuto al mio fianco quando ero distrutto e sei rimasto con me. Mi hai guarito.

Con loro, alcuni ragazzi nella loro versioni più disumane come Hector Grauerholz, o più profondamente umano come Conte Coley. Perché scatenano sia la loro follia e il loro istinto più primitivi e selvaggi, sponsorizzati da quell'universo restrittivo, sia la generosità più altruista e il sacrificio più devoto. È così fisicamente rinchiuso, perché se lo meritano, perché sono i peggiori. Ma solo quello.

Anche chi li custodisce e li punisce viene rinchiuso, contagiato da quell'aria putrefatta di malattia, male e squilibrio mentale. Il I funzionari come il capitano Bill Cletus o la guardia Victor Galindez, la croce e la faccia della stessa moneta. O Juliette Devlin, personaggio femminile unico, coraggioso e disinibito, che anche lui si lascia prendere la mano e che, per caso e anche per un forte desiderio, è rimasto intrappolato in prigione.

In breve

Willocks ti spinge semplicemente a pensarci prima e poi te lo mostra Cosa potresti fare in un inferno pieno di bestie umane. E sappiamo tutti che quelli sono i peggiori. Quindi, per avere una piccola idea, è meglio avventurarsi e leggerlo.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)