Bussola d'oro di Phillip Pullman

La bussola d'oro.

La bussola d'oro.

La bussola d'oro (1995) è il primo titolo della serie Materia oscura, creato dallo scrittore inglese Phillip Pullman. Incorniciato nel genere della letteratura fantasy, è un libro con personaggi molto profondi e ben realizzati, attorno ai quali si sviluppano diversi temi esistenziali. In quest'opera nulla è assolutamente bianco o nero e la coscienza del lettore è chiamata a giudicare la natura di certe questioni elementari.

La bussola d'oro —Chi è il nome originale Aurora boreale- ha guadagnato a Pullman la Medaglia Carnegie 1995. Inoltre, questo libro è diventato un grande bestseller ed è stato ben accolto dalla critica letteraria. Il titolo è stato anche trasformato in un film nel 2007 con il nome di La bussola d'oro (The Golden Compass), in un lungometraggio diretto da Chris Weitz e interpretato da star di fama mondiale come Dakota Blue Richards, Nicole Kidman e Daniel Craig, tra gli altri.

Chi l'Autore

Phillip Pullman è nato a Norwich, in Inghilterra, il 19 ottobre 1946. È il figlio di Audrey Merrifield e Alfred Outram. Una tragedia familiare ha segnato la sua infanzia, poiché suo padre era un pilota della RAF morto in un incidente aereo. Si è laureato all'Exeter College di Oxford (1968) e attualmente lavora all'Università di Oxford. Le sue maggiori influenze provengono dalla letteratura britannica classica, dalla mano di autori come John Milton o William Blake.

È conosciuto a livello internazionale per la serie di libri di Materia oscura, i cui volumi sono: Aurora boreale (1995) Pugnale (1997) Il cannocchiale laccato (2000) Oxford di Lyra (2003) y C'era una volta nel nord (2008). In precedenza questo autore aveva creato un'altra serie chiamata I romanzi di Sally Lockhart. Questa sequenza è composta da La maledizione del rubino (1985) Sally e l'ombra del nord (1986) Sally e la tigre del pozzo (1990) y Sally e la principessa di latta (1994).

Pullman è uno scrittore di lunga data, il suo primo libro, La tempesta infestata (La tempesta incantata) risale al 1972. Ha anche pubblicato alcune commedie, tra le quali spiccano Frankenstein y Sherlock Holmes e l'orrore di Limehouse (entrambi del 1992). Tra le sue opere sono annoverati anche diversi romanzi polizieschi, come Gialli (1998) e "Chi è?"(2007).

Pullman Si è anche avventurato nel mondo delle storie illustrate con titoli come La meravigliosa storia di Aladino e la lampada incantata (1993) y Puss in Boots (2000). Le sue pubblicazioni più recenti includono Il buon Gesù e Cristo, i malvagi (2009) Due abili criminali (2011) y La bellezza selvaggia (2017). Quest'ultima è la prima puntata di una nuova serie: Il libro delle tenebre.

Filippo Pullman.

Filippo Pullman.

L'universo parallelo della bussola d'oro

L'affinità di Phillip Pullman per John Milton è evidente in La bussola d'oro. Questo è evidente nel mondo fantastico che viene presentato al lettore. In questo spazio illusorio l'anima delle persone mostra una forma fisica, separata dal corpo e una sagoma animale (i demoni). Un'altra delle peculiarità di questo universo è il suo sviluppo culturale e tecnologico: l'energia elettrica è chiamata "ambarica" ​​e la fisica è conosciuta come "teologia sperimentale".

D'altra parte, il trasporto aereo è costituito da dirigibili e mongolfiere. La più alta autorità governativa si chiama "Magisterium" e ci sono orsi corazzati parlanti molto intelligenti (anche se non mostrano demoni). Ci sono anche streghe capaci di vivere centinaia di anni e un popolo nomade che vive sulle navi (raramente si trovano in un luogo diverso dal mare): i “Giziani”.

Un elemento chiave della trama è la fede nella leggenda che prevede l'arrivo di una ragazza il cui ruolo è fondamentale nella guerra che ha in sospeso questo universo.. Inoltre, si è diffusa una voce terribile: è iniziato il rapimento di ragazzi e ragazze portati a nord per sottoporli a terribili esperimenti. Quest'ultimo aspetto della narrazione ha portato alla proibizione del libro in alcuni paesi d'America, perché molte associazioni di genitori lo consideravano una lettura “scandalosa” per i minori.

Sviluppo e analisi della trama

Luogo di eventi e primi eventi

La storia si svolge principalmente al Jordan College di Oxford. Qui, Lyra Belacqua, la protagonista, è una ragazzina di undici anni coinvolta in una situazione scomoda. Dal nulla cominciano a venire alla luce notizie sfavorevoli per l'uomo. Inoltre, Roger, il suo migliore amico, è scomparso quando ne ha più bisogno, perché ha tutto il paese contro e sa di essere osservato ovunque vada.

Così che, Nonostante mostri un mondo completamente fantastico, molte delle situazioni narrate da Pullman mettono il lettore a confronto con problemi di attualità, come la privacy e la crudeltà dell'umanità nel XXI secolo. Allo stesso modo, ci sono dilemmi su diverse questioni esistenziali come la conoscenza di sé, il libero arbitrio e la profondità delle emozioni umane.

Alleanze Lyra

Per raggiungere i suoi obiettivi, Lyra cerca alleanze in tre esseri molto diversi.: Sarafina, una dolcissima strega che incarna una figura materna e aiuta la protagonista a scoprire il suo scopo nella guerra imminente; Lee Scoresby, un aerostato texano indurito dalla battaglia con un carattere caldo e volatile di misure simili; e Lorek Byrnison, un orso corazzato emarginato con il quale Lyra crea un legame speciale, permettendole di essere ancora più grande, più forte e più audace di lei.

Femminismo intrinseco

Pullman mostra anche un messaggio femminista molto potente riflettendo in una ragazza tutte le qualità e i valori ammirevoli. Lyra è descritta come una persona integra con abbastanza coraggio da opporsi al potere rappresentato dal Magistero. Allo stesso modo, l'autore capovolge lo stereotipo comune della protagonista femminile che deve essere salvata.

Citazione di Philip Pullman.

Un parallelo con l'Inquisizione

La messa in scena fa diretto riferimento a L'Inquisizione e all'uso della paura come doppio strumento di controllo sulla popolazione. C'è anche una generazione costante di disinformazione da parte degli oppressori. Molti degli orrori descritti sono giustificati dalla premessa del "bene comune" e le strutture di potere sono affrontate solo da Lyra. È lei che rompe lo stigma della femminilità obbediente rompendo costantemente i divieti che la limitano.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

bool (vero)