Juan Tranche. Intervista all'autore di Spiculus

Fotografia: Juan Tranche. profilo Twitter.

Juan Tranche Mi occupo da tempo del settore editoriale, con un particolare interesse e focalizzato sullo studio di Antigua Roma e il mondo classico. Ora che è uscito sul mercato con un romanzo che racconta la storia di un leggendario gladiatore, Spicolo. Apprezzo molto il tuo tempo, dedizione e gentilezza per questo intervista dove parla di lei e di molti altri argomenti.

Juan Tranche - Intervista 

  • LETTERATURA CORRENTE: Spicolo è il tuo romanzo d'esordio nel genere storico. Cosa ci racconti a riguardo e da dove nasce l'idea?

Per anni Sento qualcosa di inspiegabile per il mondo dei gladiatori e Spiculus è stato uno dei migliori di tutti i tempi. Ha sempre attirato la mia attenzione come tutti abbiano sentito parlare di questi combattenti che hanno lasciato le loro vite nell'arena, ma nessuno conosce nessuno che sia realmente esistito. spartacus, il più famoso di tutti i tempi, lo fece per aver guidato una ribellione di schiavi, non per essere un buon gladiatore. In una società in cui amiamo misurare il successo assegnando premi e decorazioni per quasi tutto, almeno l'ho trovato curioso. ne ho approfittato pochi dati che abbiamo di lui e la passione che provo per quel tempo di raccontare, non solo la sua storia, ma anche di far conoscere questo meraviglioso mondo dalla mano di due amici che si fronteggiano nella Roma dell'imperatore Nerone. 

  • AL: Puoi tornare al primo libro che hai letto? E la prima storia che hai scritto?

Il primo libro che ricordo a scuola è stato una storia di Pompei raccontata per bambini dove la protagonista si chiamava Sofia. Quel libro mi ha segnato perché siamo riusciti ad avere un incontro con l'autore. A parte l'obbligo di leggere nella fase educativa, il primo libro che ho letto di mia iniziativa è stato I pilastri della terra. Mi è piaciuto. Da allora non ho mai smesso di leggere e cerco di trasmettere la mia passione alle mie figlie.

A proposito di scrittura. L'unica cosa che ho scritto in tutta la mia vita, fino a quando ho deciso di raccontare la storia di Spiculus, è stata lettere d'amore con quindici anni che oggi è mia moglie. Non avevo mai scritto una storia, o cose del genere, ma spero di non abbandonare mai questo hobby che è diventato una passione. 

  • AL: Un capo scrittore? Puoi sceglierne più di uno e di tutte le epoche. 

Starei sicuramente con Ken follet perché i suoi libri mi hanno fatto amare il romanzo storico. Anche Santiago Posteguillo in questo genere e, naturalmente, Juan Eslava Galán, poiché adoro il mondo romano grazie ai suoi libri. In altri generi che mi appassionano anche io, come i thriller oi romanzi polizieschi, mi piacciono molto Santiago Diaz e Carmen Mola

  • AL: Quale personaggio in un libro ti sarebbe piaciuto incontrare e creare? 

Sila, un protagonista generale del romanzo Gladiatoridi Roger Mouge. Mi chiedo ancora come penserebbe questo personaggio in situazioni diverse o come si comporterebbe in situazioni diverse. Sì, lo so che suona un po' strano. Mi sarebbe piaciuto anche creare, non tanto da sapere, Alice Gould il protagonista di Le linee storte di Diodi Torcuato Luca de Tena. 

  • AL: Qualche abitudine o abitudine speciale quando si tratta di scrivere o leggere? 

Nell'aspetto della scrittura, la musica di colonne sonore come Max Ritcher, Hans Zimmer e sempre in base alla scena che sto sviluppando. Inoltre, non può mai mancare caffè e cioccolato. Per quanto riguarda la lettura, nessuno. ho la capacità di concentrazione molto alta e non importa quanto rumoroso ci sia intorno a me o quanto siano rumorose le mie figlie, la televisione entra in scena mentre leggo.

  • AL: E il tuo luogo e momento preferito per farlo? 

Scrivere, come ho detto, di notte e sul tavolo in soggiorno. Leggere Amo la poltrona nella camera di mia figlia, il divano in soggiorno, la camera da letto, la cucina, il terrazzo. In sintesi, non mi interessa il sito perché mi appassiona la lettura. Ma, se dovessi restare con un momento specifico, sceglierei in estate, su un'amaca con il rumore del mare in sottofondo. 

  • AL: Ci sono altri generi che ti piacciono? 

Ho letto quasi tutto. Amo il romanzo Storia e il romanzo nero e lo combino con saggi. Penso che l'unico genere che non ho mai letto sia un romanzo rosa, ma non lo escludo nemmeno. 

  • AL: Cosa stai leggendo adesso? E la scrittura?

In questo momento ho appena finito: Non ci sono più giungle in cui tornare, di Carlos Augusto Casas, che mi è piaciuto molto. Ho appena iniziato a leggere: L'alanodi Jose Zoilo Hernández.

Scrivo, sto finendo il mio secondo romanzo cosa ne pensi riguardo a donne gladiatori

  • AL: Come pensi che sia la scena editoriale e cosa ti ha deciso di provare a pubblicare?

Oggi c'è più offerta che mai e, fortunatamente, è possibile acquistare libri a qualsiasi prezzo. Questa è un'ottima notizia perché permette alla cultura di essere disponibile per tutte le tasche e per tutti i gusti. Ci sono anche possibilità che prima non esistevano grazie al autopubblicazione che ha permesso agli scrittori alle prime armi, che prima pensavano fosse impossibile realizzare il loro sogno, la possibilità di modificare le loro opere. Ci ho provato perché non avevo niente da perdere e tutto da guadagnare e, senza dubbio, ho preso la decisione giusta poiché, da quando ho scritto SpicoloÈ incredibile quanto mi abbia arricchito. 

  • AL: Il momento di crisi che stiamo vivendo è difficile per te o riuscirai a mantenere qualcosa di positivo per le storie future?

La verità è questa non lo so. Spicolo È venuto alla luce solo pochi mesi fa, quindi ho conosciuto solo questo momento. Quindi tutto ciò che porto con me è molto, molto positivo. Se quello che sta arrivando è meglio, non vedo l'ora di viverlo. 


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.