James Ellroy, Premio Pepe Carvalho al BCNegra. Io e il cane pazzo

Parte della mia libreria di Ellroy.

L'ultimo giorno 1 lo scrittore americano James ellroy ricevuto il Premio Pepe Carvalho in Festival del romanzo nero di Barcellona che finisce oggi. Uno dei più importanti scrittori mondiali del genere, Ellroy è anche un personaggio in sé per il quale la definizione di «Cane rabbioso" Non sta andando apposta. Adesso a nuova edizione di I miei angoli buiLa sua autobiografia così oscura o più di quei romanzi contorti, densi e più che neri che scrive.

Chi mi conosce sa della mia storia d'amore con lui, risalente all'inizio di questo millennio. A lui devo buona parte della mia assoluta passione per il genere nella sua versione più cruda, violenta e viscerale. Gli dovevo poche parole da molto tempo, quindi oggi c'è un articolo molto molto personale.

Il cane pazzo

Mi piace il linguaggio volgare, i poliziotti che picchiano un detenuto ...

Sono il re del romanzo poliziesco.

Non me ne frega niente del presente.

James Ellroy, Barcellona, ​​febbraio 2018

Con Ellroy non c'è via di mezzo. O appassionato o ripugnante in egual misura, come scrittore o come persona. Ma se sei appassionato in entrambe le sfaccettature, PASSIONE. Se tuo Rete letteraria di sangue, crimini, corruzione della polizia e rozza dissezione della natura umana più abominevole, è già difficile scappare. Se sei ipnotizzato da lei stile così unico di telegrafia e taglio del collo senza anestesia, sarai infettato senza rimedio. E se sei affascinato da una galleria di personaggi anche unica, ognuno in più criminale, disturbato, canaglia, brutale o corrottoe ancora, umano, non avrai più la salvezza.

Ellroy, un devoto Angelo della sua città natale che non ha voluto contare il tempo (né gli interessa) oltre il 1972, È un personaggio tanto o più di quelli dei suoi romanzi. Irriverente, istrionico, provocatorio, incendiario nelle sue idee e con le sue parole, narcisista e presumibilmente disturbato o inquietante. In questi giorni, senza andare oltre, lascia perle politicamente scorrette come le precedenti. Perché se qualcosa è Ellroy, è proprio così errato in tutti i modi. E questo, in questi tempi, è sia un'audacia che una conquista.

La sua personalità supera la sua cruda letteratura o meglio lo riflette. Sii il protagonista di a terribile storia personale nell'infanzia, com'era il non ha mai risolto lo stupro e l'omicidio di sua madre, segna sicuramente l'esistenza di chiunque. Come ha fatto a Ellroy può essere visto in grande dettaglio senza censura nel suddetto I miei angoli bui. Ma per esplorare il mondo in cui vive è meglio leggere i suoi romanzi. Ci sono ancora pochi autori del suo genere che lo mettono in ombra e lui ha lasciato il segno in molti.

Con Jo Nesbø a Barcellona, ​​San Jordi, 2015 (Foto di La Vanguardia). Con Don Winslow in questo BCNegra, 2018 (foto di Eva Cuenca su Twitter).

Io e il cane pazzo

Le note indicavano un uomo limitato che cercava le stelle e le raggiungeva quasi tutte. Limiti superati con furiosa perseveranza. Giustizia assoluta, anonima, senza promozioni né gloria. […] Wendell Bud White visto per la prima volta.

James ellroy - LA Confidenziale (1990)

La mia caduta negli inferi di Ellroy è successo all'inizio di questo millennio. Era per LA Confidenziale, di Curtis Hanson (1997), che allora non avevo visto al cinema, ma nel 2000. Da allora ho perso il conto di quante volte ci sono stato. Ma è stata soprattutto colpa sua:

Bud bianco

Se l' interpretazione quello allora sconosciuto Russell Crowe White non intendeva lo sparo al cuore che mi ha letteralmente spezzato fino ad oggi, in questo momento non scriverei queste parole. Né la mia anima sarebbe stata completamente devastata quando l'ho "visto" nella sua creazione originale di carta. Il signor Crowe è il responsabile di così tante passioni nella mia vita. La cosa più straordinaria è stata prestare il suo viso e il suo corpo a un personaggio letterario che è in cima alla lista dei dieci che mi hanno toccato di più nelle profondità letterarie.

Bud White è il mio epitome del personaggio letterario maschile che può attrarmi di più e cattura. Quella piena di spigoli, ccontrasto perfetto di brutalità e violenza su uno sfondo tormentato e sentimenti contrastanti, che ispira la più grande delle mie fascinazioni. Perché negarlo, sono un lettore e uno scrittore politicamente scorretto. Non posso farci niente. Abbiamo tutti il ​​nostro lato oscuro e il mio non poteva evitare di dedicarsi un romanzo in tono fan fiction che gira a disposizione del personale.

Ma è anche ...

che dopo aver letto LA Confidenziale, tutti gli altri caddero, seguiti e compulsivamente, perché ero preso da quel modo di raccontare Ellroy, quello stile così goffo a volte, soffocante, mitragliatrice che spara proiettili a distanza ravvicinata. Uno stile che può travolgerti, quasi stordito, travolgerti con la complessità della sua narrazione. Non adatto a tutti i pubblici, nemmeno a tutti gli appassionati del genere. Ed ovviamente non adatto a stomaci delicati. A ciò si aggiungono le mille trame e sottotrame, i mille personaggi reali e fittizi che interagiscono in un arazzo con l'epicentro della città più cinematografica affinché si verifichino quegli ambienti corrotti, falsi o superficiali.

Gli anni '40 e loro Dalie nere, 50 e Il Natale sanguinante dell'Onnipotente LAPD con il suo leggendario capo, William H. Parker. Gli anni '60 e la stessa aura di santità e corruzione di JFK. L'FBI di EJ Hoover, il magnate Howard Hughes, mafiosi Sam Giancana, Mickey Cohen, Santo Trafficante o Jack Dragna. El Hollywood dorata E piene di scandali, le liste nere del senatore McCarthy, la crisi dei missili, le missioni segrete in Cuba dei mercenari della CIA ... Il meglio del peggio del XX secolo nordamericano raccontato più e più volte in una fissazione ossessiva sulla sua storia, come quella di Ellroy.

E sono anche ...

il detective Marrone Fritz, gli agenti di polizia Bucky Bleichert e Lee Blanchard, Sargeant Lloyd Hopkins, il temibile Pete bondurant, il diabolico capitano Dudley Smith, l'agente Dwight holly, la regina Rossa, il divino Veronica Lake nello sguardo della prostituta Lynn bracken, l'odioso assassino dell'autostrada. E tanti altri, perché ci sono migliaia di grandi personaggi creati da questo enorme cane letterario da una città piena di angeli caduti.

Ma soprattutto, che se uno si vanta di essere un lettore di genere nero, Ellroy è uno degli elementi essenziali. Puoi iniziare con la struttura e lo sviluppo più classici, come il primo. La trilogia del sergente Hopkins non è un brutto inizio. Ma anche, ovviamente, La dalia nera. E ovviamente il LA Quartet I titoli più, diciamo, imbarazzanti o difficili per me: L'assassino dell'autostrada o Sei dei grandi.

I suoi romanzi

  • Requiem per Brown. fieno Adattamento cinematografico 1998 interpretato da Michael Rooker.
  • Clandestino
  • L'assassino dell'autostrada
  • Notti a hollywood 
  • Ondata di crimini
  • Destinazione: l'obitorio
  • Pazzi per donna
Trilogia di Lloyd Hopkins
  1. Sangue sulla luna
  2. A causa della notte
  3. Suicide Hill
Quartetto di Los Angeles
  1. La dalia nera. Brian De Palma l'ha adattato al cinema in 2006.
  2. Il grande deserto
  3. LA Confidenziale
  4. Jazz bianco
America Trilogy
  1. America
  2. Sei dei grandi
  3. Sangue vagante
Secondo Quartetto di Los Angeles
  1. perfidia
  2. Questa tempesta (Prossimamente)

Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Xose D French Diéguez suddetto

    Mi congratulo con te per la tua pagina. Dall'argentina. Spero che un giorno parlerai del mio libro