Intervista a Patricia Pérez e Julio Santos, i creatori di Txano e Óscar

Foto di Patricia Pérez e Julio Santos sul loro sito web.

Patricia Pérez, illustratore e Giulio Santos, scrittore, sono i creatori della saga di libri per bambini con protagonista Txano e Oscar. Bestseller tra i lettori più giovani della casa, la serie conta già sette titoli, l'ultimo La tomba dell'Imperatore Tigre. Molti grazie per il tempo e la gentilezza per questo intervista.

INTERVISTA A PATRICIA PÉREZ E JULIO SANTOS

  • NOTIZIE DI LETTERATURA: Ricordi il primo libro che hai letto? E la prima storia che hai scritto o disegnato?

Giulio Santos: Beh, non ricordo davvero il primo, ma i libri di Il cinque sono tra i primi. Prima di immaginare che avrei letto storie e libri illustrati, ma non li ricordo.

Patricia Perez: La prima storia che Ho scritto e disegnato  era in EGB circa a bambina quello è diventato un amico scoiattolo su un'isola deserta.

  • AL: Qual è stato quel libro che ti ha colpito e perché?

JS: Sono stato influenzato da molti libri di tipi molto diversi, a seconda della fase della mia vita che hanno raggiunto. Da bambino erano i libri di Adventures (cosa di Il cinque e altre collezioni). Più vecchio sono rimasto molto colpito da un libro di uno Famiglia argentina che era come il scintilla che ha acceso il fuoco della nostra avventura viaggiatore di famiglia. È chiamato Cattura il tuo sogno.

Più avanti nel viaggio ho letto molto, ma un libro di avventura mi è venuto in mente soprattutto per qualsiasi motivo (L'ultimo gatto, di Matilde Asensi) e anche una serie di romanzi gialli (John verdon e le sue storie del detective in pensione Dave Gurney).

PP: Sono rimasto impressionato I pilastri della terra, soprattutto la parte di assoluta povertà e disperazione quando si perde la famiglia.

  • AL: E quello scrittore preferito? Puoi sceglierne più di uno e di tutte le epoche.

JS: Ultimamente leo più romanzo poliziesco che avventure, ma mi piacciono entrambe allo stesso modo. Mi viene in mente il già citato Jonh Verdon, Fernando Gamboa, Ibon Martin, Eva G. Saez de Urturi, Michele Santiago. Ho appena iniziato con una serie di romanzo giovanilel da Pietro Urvi e adoro recuperare quel punto di avventura mistico-magica nel più puro stile Tolkien.

PP: È difficile decidere. Gli scrittori preferiti sono stati secondo le stagioni. Ma sono stati entrambi romanzo come fumetto.

  • AL: Quale personaggio in un libro ti sarebbe piaciuto incontrare e creare?

JS: Non sono molto mitomane quando si tratta di personaggi. ho più debolezza da creazione un universo completo in cui so molte più cose di quelle che si raccontano nella storia.

PP: Mi piacciono i personaggi dove sono, all'interno del suo libro. Ma sì, ce ne sono molti posti descritto in libri che vorrei sapere.

  • AL: Qualche hobby quando si tratta di scrivere, leggere o illustrare?

JS: Quando finisco un file Libro cos'ha è piaciuto, Ho bisogno di due o tre giorni senza leggere finché non comincio con un altro. È come una dimostrazione di rispetto per l'autore e dare l'opportunità alla storia di trovare riposo prima di iniziarne un altro.

Quando scrivereMi piace farlo ascoltando Musica epica. Uso la musica di colonne sonore perché non mi distraggono e mi mettono in una situazione.

PP: a illustrare Di solito indosso Música O qualsiasi Podcast di cui seguo. In modo da leggere la verità è che non ne ho bisogno niente. Divento "sordo" al mondo fuori dal libro.

  • AL: E il tuo luogo e momento preferito per farlo?

JS: Non ho hobby riguardo al sito. Può l scrivere ovunque comodo anche con le persone intorno. Indosso il auriculares e isolarmi. Durante viaggiare in tutto il mondo ho scritto in centinaia di posti diversi, nella maggior parte dei casi, caffè o biblioteche. Per quanto riguarda il momento, preferisco scrivere nelle mattine, ma in questa fase della mia vita, devo farlo per il pomeriggio per motivi di lavoro.

PP: io vengo da abitudini notturne, che non è molto salutare, ma è quando tutto è più calmo. Anche se si tratta di leggere, ogni momento è buono.

  • AL: Altri generi letterari che ti piacciono?

JS: Ho già detto che mi piacciono molto i libri di avventura e gialli e i romanzi gialli, ma il fantasia Mi piace anche quando è ben costruito.

PP: Mi piace tutto, ma mi piace molto romanzo rosa. L'ultimo di questo genere che mi è piaciuto molto è stato Tutte le promesse che abbiamo infranto di May Boeken. Anche se ora Sono dipendente da una poliziotta Amore per vendettadi Natalia Gómez Navajas.

  • AL: Quali progetti hai in vista?

JS: Il progetto più immediato è continuare crescere la collezione di Txano e Óscar fino a raggiungere una prima stagione di 12 numeri, ma noi abbiamo incredibile  abbastanza caldo e un po 'di più in portafoglio attesa il tuo momento.

  • AL: Come vedi la scena editoriale per tanti autori quanti sono o vuoi pubblicare?

JS: È complicato, ma non più di altre volte. Quando l'unico modo per pubblicare era un editore, molte meno persone decisero di scrivere. Ora pubblicare è abbastanza semplice, ma è inutile se non sei sicuro che scrivere non basterà e dovrai fare molte più cose. E non ti dico nemmeno se il tuo obiettivo è vivere dalla scrittura. In tal caso a lunga strada difficile, ma possibile.

  • AL: Qual è il momento di crisi che stiamo vivendo assumendoti? Puoi tenere qualcosa di positivo o utile per le storie future?

JS: Dobbiamo riconoscere che, per il momento, la pandemia non è stato un problema per i nostri piani, oltre al fatto che non possiamo fare presentazioni in librerie, scuole o centri culturali (cosa che amiamo). Poiché i nostri libri sono sia cartacei che digitali, a volte confinamento ha funzionato ottimo digitale e poi la carta è stata recuperata.

Abbiamo lanciato di recente il settimo libro e, in assenza di dati ufficiali, la sensazione è quella funziona molto bene. Credo che nel campo del letteratura per bambini, la carta continua a inviare, ma l'incapacità di andare in librerie o biblioteche durante lo scorso anno ha fatto scoprire a molti che il digitale esiste anche nei bambini e ci ha dato una piccola spinta.

Per il momento Non ho intenzione di integrare la situazione in nessuna storia, ma sono sicuro che in questo momento ci sono molti scrittori che creano storie in cui la pandemia è un elemento in più del lavoro.

PP: Emotivamente prende il suo pedaggio. Penso che avremo bisogno di tempo e prospettiva per apprezzare questo momento nella sua giusta misura.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Un commento, lascia il tuo

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.

  1.   Gustavo Woltman suddetto

    Una lettura molto piacevole. Ottima intervista.
    -Gustavo Woltmann.