Jimena Terra. Intervista all'autore di La morte in una carta

Fotografia: Jimena Tierra, profilo Facebook.

Jimena Terra è di Madrid e ha un profilo multidisciplinare come scrittore, creatore di contenuti, insegnante, allenatore, editore y Responsabile culturale. Scrive racconti e poesie, per i quali ha ricevuto alcuni premi. E anche prosa, con romanzi come Equinozio y Cambio di grado. Ora è il momento per il genere della moda, il vero crimine, Con La morte in una carta di cui è già in preparazione un documentario per M+. Lei è la fondatrice dell'etichetta Gruppo Terra Trivio dedicato all'attivismo culturale ed è anche Stazione di polizia festival del romanzo nero galapansentire. Inoltre lo è formatore di scrittura creativa e dirige laboratori di lettura presso le biblioteche UNED, CAM e Fuentetaja, tra le altre, e ha partecipato come relatore in molti media. Vi ringrazio molto per il tempo e l'attenzione che mi avete dedicato. concesso per questo intervista dove ci racconta un po' di quel nuovo romanzo e di altri argomenti.

Jimena Tierra — Intervista 

  • LETTERATURA ATTUALE: Il tuo ultimo romanzo pubblicato si intitola morte in una carta. Cosa puoi dirci a riguardo e da dove è nata l'idea?

JIMENA EARTH: È un vero crimine documentato sul soprannome assassino di coperta che ha spaventato la Comunità di Madrid e che il prossimo anno segnerà il ventesimo anniversario dei suoi crimini.

  • AL: Ricordi una delle tue prime letture? E il tuo primo scritto? 

JT: Ricordo Fiori in soffitta y Ribelli. E, prima, ma non molto tempo prima, Ben ama Ana, I coleotteri volano al tramonto, Paulina, Le batauto fanno battute y Il segno di spunta del pirata.

La prima cosa che ho scritto è stata storia di un coniglio che era infelice nella foresta e fece amicizia con una quercia. Il più vecchio. Erano entrambi soli. L'ho presentato al concorso del Círculo de Lectores e, fortunatamente, non ha vinto.

  • AL: Un autore di primo piano? Puoi sceglierne più di uno e tra tutti i periodi. 

JT: Centinaia. Carlo Bassa del Re, Ester Garcia Llovet, Anna Sagrestano, Lewis Cernuda.

  • AL: Quale personaggio in un libro ti sarebbe piaciuto incontrare e creare? 

JT: Mi sarebbe piaciuto scrivere i libri di Immagine segnaposto Miguel Delibes, anticiparne i personaggi e le trame. Anche per fortuna, non l'ho fatto. Delibes ce n'è solo uno ed è imbattibile.

  • AL: Qualche abitudine o abitudine speciale quando si tratta di scrivere o leggere? 

JT: Ne ho bisogno todo Esté ordinato attorno a me. E, preferibilmente, senza interruzioni.

  • AL: E il tuo luogo e momento preferito per farlo? 

JT: oh prima ora al mattino, nel mio ufficio. È più fresco che mi sento visualizzare l'idea e trasferirla.

  • AL: Ci sono altri generi che ti piacciono? 

JT: Non c'è genere che non mi piace. Ci sono autori che mi piacciono più o meno, sì.

  • AL: Cosa stai leggendo adesso? E la scrittura?

JT: Adesso sto leggendo Niente di importante, di Monica Rouanet. Sono superstizioso quando si tratta di scrivere. Lo sto facendo, ma non posso dirvi la trama. 

  • AL: Come pensi che sia la scena editoriale e come sono tutte le attività e gli eventi culturali che fai con Grupo Terra Trivium?

JT: Il panorama editoriale delle piccole imprese ha un futuro delicato. La crisi globale della carta ha inasprito le condizioni economiche e il libro cartaceo sta diventando un bene di lusso. per fortuna ci sono molte alternative e noi lettori possiamo continuare a goderci il nostro hobby in altri formati.

Per quanto riguarda eventi culturaliIl suo corse a lunga distanza che comportano molto impegno e dedizione nell'arco di diversi mesi per poi riflettersi in pochi giorni.

  • AL: Il momento di crisi che stiamo vivendo è difficile per te o puoi mantenere qualcosa di positivo per storie o idee future?

JT: Ogni fase ha il suo aspetto positivo, per quanto sia difficile. Soprattutto per iscritto. Ci sono sempre informazioni di cui approfittare. Dipende solo dalla prospettiva.

Fonte: sito web di Jimena Tierra.


Il contenuto dell'articolo aderisce ai nostri principi di etica editoriale. Per segnalare un errore fare clic su qui.

Puoi essere il primo a lasciare un commento

Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Miguel Ángel Gatón
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.